La Cosmo-Art e il Senso della Vita

Day zero. Una nuova identità per me

Una nuova realtà. Day zero. Una nuova identità. Una identità che sia frutto delle nostre decisioni, del riconoscimento e della scoperta dei nostri tanti talenti.
Cambiare la propria vita dando voce ai propri talenti, per creare una nuova realtà e donare un senso alla vita.

Day zero. Una nuova identità per me. Dò voce ai miei Talenti e alla mia Creatività

Il talento è una grande energia creativa, che ciascuno di noi possiede, fa parte della nostra anima. Quindi lasciarlo agire, ci aiuterà a godere dei tanti benefici che arriveranno nella nostra vita.
Talento che possiamo accrescere sin dall’età infantile, o meglio nel periodo d’oro in cui la “plasticità cerebrale” , ovvero la capacità del cervello di stabilire nuove connessioni, è al massimo del suo potenziale.

In ogni caso, il talento “non ha età”! Ovverosia, possiamo svilupparlo, grazie ai tanti stimoli esterni, alla nostra motivazione, passione ed amore. Possiamo scoprirlo durante tutto l’arco della nostra vita!

Nulla in natura è statico e tutto è in divenire, ed a volte, il talento, ha bisogno di tempo per trovare il suo percorso. Pensiamo ad esempio al celebre Van Gogh, che iniziò a dipingere all’età di 27 anni, età nella quale iniziò a produrre i suoi primi capolavori. Insomma, tutt’altro che Enfant Prodige!

Il talento è innato, arriva al mondo insieme a noi, è la nostra dote. E’ l’abilità eccezionale, che ci distingue ed insieme alle nostre caratteristiche, ci rende unici e tanto speciali. E’ dentro di noi, possiamo far altro che andargli incontro, abbracciarlo, connetterci a lui per realizzare la nostra esistenza, per non sfuggire da noi stessi e sviluppare invece tutte le nostre potenzialità. Per realizzarci pienamente.

Il Talento e la Creatività

Il talento, che chiaramente rappresenta il nostro punto di partenza, una volta scoperto, va alimentato. Per far questo, occorre qualche sano ingrediente: studio, lavoro, amore coraggio e tanta creatività. Creatività che stimola il nostro pensiero, libera le nostre energie, e ci permette di sviluppare appieno la nostra abilità per creare qualcosa di unico.

“L’uomo è tormentato dal desiderio di regredire fino a rientrare nell’utero materno e dal desiderio di essere nato completamente. Molti muoiono senza essere mai nati completamente. Creatività significa aver portato a termine la propria nascita prima di morire. Educare alla creatività significa educare alla vita”. Erich Fromm

Recenti studi, sviluppati da alcuni Neuroscienziati in Italia (Centro Mente/Cervello dell’Università di Trento in collaborazione con il Museo d’Arte Moderna di Trento) sui meccanismi neurali della creatività, sostengono che esistono diverse aree cerebrali, attivate a seconda della natura del processo creativo in atto (ulteriori approfondimenti).

Era dell’Io Artista interiore: una nuova identità

Insomma, possiamo dar vita ad una nuova realtà, creare unicità, realizzare sogni, disegnare progetti e pensare sempre che le tante regioni del nostro cervello ci supportano per far si che ciò possa avvenire.

Dipende da noi,  dalla nostra disponibilità interiore, nel voler realizzare noi stessi, dando voce ai nostri talenti e alla nostra creatività, per nascere completamente. Creatività è divenire artisti, è lasciar agire tutte le nostre conoscenze, è dar voce ai propri talenti, con tenacia e tanto coraggio e salvarsi la vita.

E questa frase mi riporta al film “The Martian” (film 2015 – Regia Ridley Scott, con Matt Damon ) visto per la prima volta durante il 38° Seminario di Cinematerapia® al quale ho avuto l’onore di partecipare, presso l’Istituto Solaris.

Un Laboratorio creativo di Arti-Terapie con il metodo della Cosmo-Art e Sophia-Art. Una profonda esperienza umana con esercizi di trasformazione interiore ed una chiave di lettura del film che vede l’identità di Mark, come quella dell’Io Artista Interiore. Come ci insegna Antonio Mercurio:

“Il cammino di un cosmo-artista non è lineare ma dialettico. Divenire Persona, significa abbandonare progressivamente, parti di noi che oggi ci ancorano a terra e non ci permettono di acquisire nuove identità, di realizzare il progetto esistenziale che è iscritto nel nostro

Day zero. Una nuova identità per me

Allora abbandoniamoci al nostro istinto, sintonizziamoci con quella luminosa energia perché – cari lettori – un giorno, che sia oggi, domani oppure domani l’altro, possiamo scoprirci scrittori, musicisti, poeti, cantanti, pittori o tutto ciò che il nostro talento ci spinge ad essere e divenire, per essere e divenire artisti della nostra vita.

Non è mai troppo tardi per sviluppare la nostra eccezionale abilità, dall’alba al tramonto tutto è possibile. E allora coraggio. Si parte. Day zero. Una nuova identità per me: abbiamo eccezionali possibilità!

scuola counseling

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here