Mi dispiace…perdonami: parole semplici

Cosmo-Art e dolore

Mi dispiace  perdonami parole semplici, ma le sentiamo raramente sulla bocca delle persone, quasi fossero invece molto difficili da pronunciare. Ne aggiungerei anche altre due molto semplici ma ugualmente importanti come “grazie” e “ti amo“. 

A cosa ci servono queste parole nella nostra vita e perché secondo una cultura di un popolo lontano sono così importanti?

Mi dispiace perdonami : “ri-mettiamo le cose al posto giusto”

Queste parole fanno parte di un’antica pratica hawaiana che viene usata per riconciliarsi e per il perdono interiore. Questa pratica si chiama l’Ho’oponopono. Significa: “mettere le cose al posto giusto“. E’ in sintesi, una pratica di armonizzazione, un mantra che racchiude un segreto spirituale. Tradizionalmente era praticata dai sacerdoti guaritori presso i familiari di una persona malata o in presenza di una disarmonia familiare.

Siamo parte del tutto

Con questo mantra si diventa consapevoli che siamo noi i responsabili di tutta la nostra realtà. “Non esiste quindi una realtà separata da me: tutto ciò che mi accade, mi accade perché sono parte del Tutto, perché io sono il co-creatore dell’Universo. “

RSS Feed - Istituto SolarisRimani aggiornato!

Queste parole fanno parte della visione del mondo che ci ha offerto il Prof.Antonio Mercurio nell’Antropologia Personalistica Esistenziale e su cui si basa tutto il metodo della Scuola di formazione e crescita personale in Arteterapia e Counseling Istituto Solaris.

Mi dispiace perdonami: con il Teatro della Como-Art

L’anno scorso la proposta della Scuola nel laboratorio del Teatro della Cosmo-Art, una forma di teatro di tipo antropologico, ha avuto proprio questo tema centrale. Quattro semplici parole:  mi dispiace, perdonami, grazie, ti amo.

Un percorso durato nove mesi dove, insieme a molte persone, si sono approfondite le tematiche legate al senso e al significato profondo di ciò che si cela dietro queste parole. Con le energie corali di questo grande gruppo il lavoro si è svolto con armonia e collaborazione. Attraverso l’utilizzo delle arti visive, corporee, musicali si è realizzato, a fine anno Accademico, una performance teatrale unica nel suo genere.

Mi dispiace, perdonami: parole semplici, di pace ed armonia

Oggi, imparare a dire e a sentire dalla nostra voce queste parole apparentemente sembra molto semplice ma in realtà non è così. Infatti nella vita contemporanea sembrano desuete dal nostro vocabolario e non si sentono quasi mai.

Esse comportano una pacificazione di tutto il nostro essere incentrata sopratutto sul perdono. E’ un modo per fare pulizia dentro di noi. Ma non perché ci sia sporcizia, bensì, al contrario per poter sciogliere i nostri pensieri di rancore, di rabbia, di insoddisfazione, di sensi di colpa per iniziare un cammino di benessere.

Un viaggio dentro di noi….

Un percorso che ci fa bene all’anima e al cuore. Un viaggio dentro di noi che ci permette di andare a sentire le nostre tensioni per poterle sciogliere, elaborare e trasformare in uno stato di pace e di armonia.

Il perdono, il dispiacere, la gratitudine e l’amore fanno parte di una nuova educazione alla consapevolezza capace di condurci alla gioia  e alla felicità.

Si tratta di una strategia evolutiva e di una opportunità preziosa per la nostra salute e per migliorare la qualità delle nostre vite.

Mi dispiace, perdonami: abilità personali e sociali

Oggi, queste parole rappresentano delle abilità personali e sociali in una nuova ottica di educazione. Per un approccio ed un’apertura che parte da ciascuno di noi per permetterci di aprirci all’accoglienza e alla comprensione delle altre persone.

Molto spesso, i mondi sconosciuti, rappresentati dalle altre persone ci spaventano, ci fanno ergere muri, ci fanno sentire gli altri come un nemico, ci fanno paura, ci sentiamo minacciati, oppure entriamo in competizione con loro.

Se, invece, impariamo a perdonarci, essere grati, a sentire il dispiacere, ad essere amorevoli verso di noi saremo in grado di sentire l’altro diverso da noi come una ricchezza e un’opportunità.

Entrare in armonia con se stessi per entrare in armonia con gli altri

Scoprire il senso di ciò che significa ogni giorno perdonare e perdonarsi, trattarsi con cura ed amore,essere grati, ci fa appropriare di una nuova filosofia di vita per il raggiungimento di una pace interiore mai provata, capace di avvicinarci a noi stessi per entrare in armonia con gli altri.

Scopriremo che siamo destinati alla felicità e che non sono i nostri averi, il nostro apparire, o il potere che esercitiamo a rivelare chi siamo intimamente, bensì le nostre scelte e le nostre capacità spirituali.

Capacità che tutti possiamo imparare a sviluppare per-donare a noi stessi una vita migliore.

Concludendo, possiamo scegliere oggi di dare un senso nuovo al nostro dolore imparando a perdonare.

Parole semplici: mi dispiace, perdonami, grazie, ti amo, fanno parte di un processo di trasformazione che ci dona libertà e ci permette di dare un senso alla nostra esistenza per creare Bellezza per noi ed insieme agli altri.

 

scuola counseling

7 COMMENTI

  1. Dal tuo bell’articolo emerge chiaramente quanto profondamente credi nel potere trasformativo di queste semplici parole quando vengono applicate alla propria vita. Farne un mantra (come dici tu) può davvero aprirci ad una nuova visione. Complimenti!

  2. Cara Federica,
    mi impegno ad utilizzare di più queste quattro parole magiche che fanno bene a chi le riceve e a chi le pronuncia e dunque: mi dispiace, perdonami, grazie ti amo.

  3. Grazie Federica per questa profonda riflessione su queste quattro parole così semplici ma, molto spesso, così difficili da pronunciare. Mi dispiace, perdonami, grazie e ti amo saranno i miei nuovi mantra! Grazie di cuore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here