La Cosmo-Art e il Counseling

Mappa in tasca e si parte, creo la realtà che desidero

Mappa in tasca e si parte: incredibile, una mappa in tasca, innegabilmente il sogno di tanti bambini: piccoli giovani sognatori che tra le pagine dei libri di avventura lasciano il posto a piccoli giovani avventurieri pronti ad attraversare i pericoli, superare gli ostacoli, affrontare animali preistorici o antichi pirati.

Nuove e continue sfide alla ricerca di indizi e strani reperti … con coraggio proseguono seguendo i percorsi indicati sulla mappa. Una antica mappa, imperfetta nella forma, invecchiata. Di colore marroncino chiaro, bruciacchiata sul lato, con immagini di percorsi tratteggiati di rosso tra una X ed un teschio, tra una palma ed un’ancora. Vicino al fortino del tesoro, un grande foro che quasi ne impedisce la lettura.

Insomma, una vera mappa, sulla quale certamente non può mancare lo stampo di una bussola, i cui punti cardinali, forniscono l’orientamento verso la giusta direzione.
E poi? E poi dopo mille impensabili assurde peripezie, ma si diciamolo … dopo aver vestito i panni del più grande dei pirati con tanto di sciabola d’abbordaggio e benda nera sull’occhio, correndo da poppa a prua, ma soprattutto, dopo aver dato sfogo a tutte le abilità da supereroe, finalmente giungere al tanto ricercato tesoro. Forzieri sepolti, colmi di gioielli e di monete d’oro. Ahhhh che avventura … e poi dire: è stato un gioco da ragazzi!
Spesso mi sono domandata: quale tesoro potrò mai trovare nella mia vita? Quale tesoro, dissotterrato, potrà vedere la luce del sole?

Una mappa in tasca verso il nostro mondo interiore

Con decisione e tanto coraggio, scelgo un luogo sicuro, accogliente per iniziare a disegnare la mia mappa esistenziale. Questo accadeva cinque anni fa, presso l’Istituto Solaris, nella mia città natale, Roma.

RSS Feed - Istituto SolarisRimani aggiornato!

Disegno la mia mappa esistenziale, mi metto in viaggio alla ricerca del tesoro più grande e più prezioso: il mio mondo interiore. Un viaggio di consapevolezza verso la conoscenza delle emozioni, dei pensieri, verso la bellezza assaporata nel ritrovare un dialogo con il mio mondo interiore che mi consente di non scollarmi dai miei progetti esistenziali…Un viaggio verso la consapevolezza che non siamo nè perfetti tanto meno onnipotenti. Ho potuto approfondire insomma mille e più esplorazioni interne. Pian piano, risveglio il mio mondo interiore e porto luce e bellezza nella mia vita.

Diversamente, come potremmo costruire la vita che desideriamo e disegnare la realtà che sogniamo?
Un mondo interiore complesso ed articolato, dentro il quale però troviamo tutte le risposte alle tante domande che la nostra mente ogni giorno ci pone. Allora poniamo attenzione ai nostri stati d’animo, al nostro sentire, ai nostri bi-sogni, alle corde che stridono e a quelle che emettono dolci suoni. Solo così possiamo ritrovare tutti i tesori nascosti nella nostra anima, i nostri tanti talenti, le potenzialità ancora inespresse, le nostre infinite risorse che ogni giorno alimentano il nostro progetto di crescita.

I miei punti cardinali, sono i miei valori

Per trovare i punti cardinali, chiaramente in assenza di una bussola, il modo più semplice consiste nell’osservare il movimento del Sole durante la giornata …
Allora mi viene in mente il nostro , il centro di saggezza di ciascuno di noi. Ricollego tutto alla frase che riporto di seguito: “Il Sé è come una stella dentro di te. Se tu coltivi il , tu coltivi un Sole e se tu hai un Sole come Capitano, certamente egli condurrà in porto i tuoi sogni, per quanto impossibili ti possano sembrare” A. Mercurio.

Grazie alla proposta dell’Antropologia Cosmoartistica, ho trovato i miei punti cardinali, le quattro direzioni principali verso le quali è possibile muoversi, per prendere nuove decisioni. Queste direzioni sono i miei valori e so che seguendo questi, posso raggiungere tutte le tappe del mio viaggio. Ho speranza e incrollabile fiducia.

L’Amore, la più grande energia che ci sostiene sin dal nostro concepimento e continua a sostenerci nella vita; la Verità, di conoscerci profondamente, lasciando cadere quelle maschere con le quali spesso ci siamo nascosti al mondo, per dare un senso e trasformare il nostro dolore; la Libertà, di poter esser autenticamente se stessi ed assumere il comando della propria esistenza, la responsabilità della propria vita e di tutte le nostre decisioni; ed infine la Bellezza: quella bellezza che non esiste in natura e che invece possiamo creare, per dare un senso alla nostra vita, per dare nuovamente luce a quel “fortino” sommerso in fondo al mare per lunghi anni e godere del nostro grande, immenso tesoro. Allora, con coraggio, un respiro profondo e …mappa in tasca e si parte. Creo la realtà che desidero!

scuola counseling

2 COMMENTI

  1. Sapere come orientarsi nella vita e’fondamentale!!
    Grazie per il tuo essere esempio di amore, bellezza, verita’ e saggezza!

    • Cara Federica, ti sono tanto grata per questo riconoscimento che rappresenta per me un grandissimo dono!
      Ti abbraccio forte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here