Il nostro progetto di vita ci tiene uniti

Cosmo-Art e la coppia

Il nostro progetto di vita ci tiene uniti. Avere un progetto. Avete un progetto? Avete mai pensato di quale progetto si tratta? E’ un progetto solo vostro, oppure riguarda una altra persona o addirittura più persone.

Partiamo dal conoscere cosa riguarda. La vita di coppia, una casa, il lavoro, la famiglia, un progetto sociale. Non si tratta sicuramente di un idea un po’ vaga su qualcosa che ci piace. Bensì di una progettualità tutta da costruire. Su qualcosa di importante da realizzare. In cui crediamo e a cui teniamo molto. Che possa farci crescere e che possa crescere nel tempo. Questa idea, ovviamente, non può concretizzarsi in un giorno. Ha bisogno di tempo.

Cosa significa avere un progetto e vivere nel realizzare la nostra progettualità. A cosa serve avere uno scopo da raggiungere. Oggi abbiamo l’occasione di rifletterci insieme.

Come si può definire un progetto?

Un progetto è un’impresa complessa, unica e di durata variabile, rivolta al raggiungimento di un obiettivo chiaro e predefinito mediante un processo continuo di pianificazione.

Colpisce in questa definizione che si tratta di un processo complesso. Ci sono molti elementi che si mettono in gioco per realizzare un vero progetto. Che ci richiedono di utilizzare ed affinare diverse capacità. Vediamo quali.

Innanzitutto avere un’idea chiara su cosa vogliamo realizzare. Un obbiettivo concreto e raggiungibile. L’altro elemento importante da tenere presente è la durata nel tempo. Ovvero la perseveranza nel continuare a perseguirlo. Che tradotto potrebbe significare: avere una cura continua e il crederci fino in fondo per raggiungere la sua realizzazione.

Come in ogni processo abbiamo bisogno di affinare la nostra capacità di trasformazione e di sintesi. Che rappresenta l’elemento di flessibilità e concretezza. Ossia la capacità di saper modulare il nostro progetto, guardando sempre all’obbiettivo, ma non trascurando la possibilità di modificare come arrivarci, se necessario. Per prove ed errori; perché non siamo infallibili. E non sempre ciò che abbiamo in mente ci riesce subito e nei modi che abbiamo immaginato. Insomma ci aiuta molto il non essere rigidi, altrimenti la mancanza di flessibilità, potrebbe compromettere la sua realizzazione.

Con chi pianificare il nostro progetto

Siamo giunti al fattore sociale. Se siamo da soli sarà importante tenere conto degli elementi sopracitati e dipenderà solo dal singolo individuo la realizzazione di un progetto. Se invece siamo in coppia l’aspetto progettuale è fondamentale per rimanere uniti. Spesso il grande limite che le coppie di oggi si possono trovare a vivere, è l’assenza di un progetto.

Nella coppia c’è la necessità di costruire un progetto condiviso. Che ha il ruolo di tenerla unita nel tempo. Una coppia si può costituire sulla base dell’amore. Allo stesso tempo ha bisogno di costruire la volontà di realizzare un progetto o più progetti. Come ad esempio: creare una famiglia, nella volontà di acquistare una casa, nella volontà di avere un figlio o più figli. Ma anche nella volontà di realizzare un progetto di vita che può comprendere la condivisione di una progettualità che si allarga ad altre persone.

Nel corso della vita alcuni progetti cambiano, alcuni possono essere raggiunti, altri magari falliscono. In una coppia, quando c’è un allineamento tra i due partner sulla direzione da prendere e sulle scelte da intraprendere, il progetto contiene delle buone basi per realizzarsi. Sarà un processo che si misura sulla capacità di affrontare le difficoltà. Anche quelle più complicate e faticose possono essere superate attraverso la condivisione e il supporto reciproco.

Quando si vive un noi insieme possiamo farcela si acquisisce una forza che diventa più della somma delle singole parti che lo costituiscono. Avere dei progetti è ciò ci permette di conoscerci e di scoprirci. Di rigenerarci di continuo nell’amore reciproco. Questi progetti sono in grado di unire e far realizzare la coppia e la sua capacità di amarsi e nella sua durata nel tempo.

Il nostro progetto di vita ci tiene uniti

Anche nei progetti che riguardano più persone il fattore condivisione diventa fondamentale. Mi riferisco non più al singolo progetto o a quello specificatamente di coppia. Ma ad una progettualità allargata. Che comprende il coinvolgimento di più persone.

Che cosa significa avere oggi una progettualità fondata sulla crescita e sulla realizzazione della Bellezza condivisa. Certo ci stiamo allontanando dai classici interessi delle progettualità fondate sul profitto e dell’utilitarismo.

Ciò a cui mi riferisco è ciò che vivo. Si tratta di una progettualità di vita fondata sulla bellezza. Questa è stata immaginata e pensata più di 25 anni fa nella scuola di formazione e crescita personale Istituto Solaris.

I fondatori di questo progettualità straordinaria sono stati i direttori: Giampiero Ciappina e Paola Capriani. Si tratta di un progetto che si espande a più persone che condividono uno stile di vita ispirato ai valori del Padre fondatore della Cosmo-Art Antonio Mercurio: Verità, Libertà, Amore e Bellezza.

L’unione progettuale della Cosmo-Art

Nell’ottica della Cosmo-Art è possibile percorrere una via progettuale che non riguardi solo un singolo progetto. A cui non serve rinnegare i progressi tecnologici moderni. Ma imparare a conoscerli ed a interpretarli come fonti di conoscenza.

Tale progettualità è in grado di costruire un progetto esistenziale di vita di cui ciascuno è parte. E comprende nella sua matrice fondante la condivisione per la realizzazione di più progetti.

Si tratta di una comunità di persone che si uniscono insieme vivere l’altro come valore e non come minaccia. In cui vivere la fragilità e la sofferenza come condizioni inscindibili della vita. Che ci offrono il senso e gli orizzonti dell’esistere umano.

In tale prospettiva, questa scuola è una vera e propria istituzione formativa. Un luogo privilegiato in grado di portare avanti una vera alfabetizzazione affettiva. In grado di lavorare sulla consapevolezza della forza delle emozioni. Senza rinnegare il dolore e la fragilità umana.

Il dolore ci serve come forza propulsiva per creare insieme e per unirci in questo speciale tipo di progettualità esistenziale. In grado di insegnarci a vivere le emozioni in maniera costruttiva. Nel dare loro un senso, un habitus che possa fungere da piattaforma valoriale come esempio per intere generazioni.

Un progetto di vita speciale

Essere uniti da un progetto di vita esistenziale è ciò che da forza ai singoli e al gruppo. La capacità di condivisione nel dolore e nella gioia condivisa è ciò che da senso al nostro vivere e che ci permette di realizzarci.

Avere una progettualità allargata nel nostro mondo moderno serve inoltre a contrastare l’individualismo imperante e gli esempi distruttivi che ci circondano. Significa credere nella Bellezza della vita e nel valore e nella Bellezza che ciascuna persona rappresenta.

Per concludere, la parte progettuale della persona è un’esigenza forte nella società contemporanea. E’ lo strumento con cui mettiamo in atto la soddisfazione di un nostro bisogno-desiderio.

In quest’ultimo si trova la motivazione originale di ogni azione che tende a cambiare la vita che porta in sè la trasformazione, il cambiamento e l’innovazione. Ricordiamo che uno dei tratti peculiari della natura umana è proprio la capacità di elaborare progetti.

La Cosmo-Art ci permette di vivere la nostra vita come progetto. Per riferirci al futuro come a un presente che attende di compiersi. Per comprendere cosa siamo venuti a fare e che scopo abbiamo nella vita.

Siamo persone unite da un progetto di vita in evoluzione

Siamo esseri in divenire. Insieme possiamo impiegare le nostre energie e la nostra volontà nella nostra capacità di progettazione. Questa dimensione soggettiva ha una grande parte nel motivare le nostre progettazioni individuali e collettive.

Il nostro progetto personale esistenziale è dunque sorgente primaria di identità. In cui noi come persona perseguiamo obiettivi in base a ciò siamo e ci rafforziamo nella nostra identità in virtù dei traguardi che raggiungiamo sia come singoli che come gruppo.

Concludendo ricordiamoci che il progetto non è creazione spontanea o libera. Rappresenta integrazione di bisogni e desideri, ma anche di grande volontà.

Il progetto esistenziale fondato sui valore della Cosmo-Art che vivo oggi all’interno dall’Istituto Solaris è una costruzione continua in divenire. Risultato e frutto di tante storie individuali; ovvero della continua integrazione delle singole identità.

L’elaborazione di tale progettualità di sé rappresenta il modo in cui l’uomo si appropria della sua vita e ne determina il senso.

Elaborare un progetto di vita così ambizioso ed averlo immaginato e pensato a sua tempo da parte dei sui direttori, mi consente oggi di esprimere tutta la mia gratitudine. Ciò ha significato per me dare senso alla mia vita. Per capire ciò che sono e comprendere ciò che posso diventare insieme ad altre persone unite da questa progettualità.

Si tratta di un’intuizione anticipatrice del nostro sviluppo e della nostra crescita in divenire. Rappresenta ciò che da una risposta efficace ai nostri interrogativi esistenziali perché siamo uniti da un progetto unico di vita e di Bellezza.

RIMANIAMO IN CONTATTO!

Vuoi ricevere la nostra Newsletter mensile? 😎

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.
Potrai cancellarti in ogni momento
scuola counseling

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.