Io e la coppia, l’altro un Maestro per me

La Cosmo-Art e la Coppia

Io e la coppia, un percorso di esplorazione lungo una vita.

“Questo amore così vero, questo amore così bello, così felice, così gioioso, così irrisorio, tremante di paura come un bambino quando è buio, così sicuro di come un uomo tranquillo nel cuore della notte…”

Lo sapeva bene Jacques Prevert, il più grande poeta francese del ‘900, l’amore è l’unica salvezza del mondo. Prendo oggi in prestito le sue parole per affrontare questo tema delicato, travolgente, a volte purtroppo banale, l’amore.

L’amore nasce con l’uomo o forse è anche precedente ad esso. Nasciamo tutti da un profondo atto d’amore della Vita, infinito dono meraviglioso che ci è stato riservato. L’amore è in ogni cosa, in ogni angolo, in ogni dove. E’ tutta la nostra anima. E’ tutta la nostra essenza.

Quale tipo di amore?

RSS Feed - Istituto SolarisRimani aggiornato!

Sempre più spesso e molto banalmente, siamo portati a pensare superficialmente all’amore. Siamo preda della confusione di un amore romantico, perfetto e profondamente irreale che ci porta fuori strada e non ci aiuta a cogliere la verità di questo meraviglioso sentimento. Siamo vittime di pensieri fuorvianti sull’amore, viviamo in una società altamente consumistica e alla ricerca spasmodica della perfezione: la ricerchiamo in tutto, nella quotidianità, nel lavoro, negli affetti, nelle amicizie e figuriamoci nell’amore! Continuando in questa linea perfezionistica viene difficile aprire il cuore a noi stessi e agli altri.

L’amore non è quello dei film, non è solo e puro romanticismo ma è anche e soprattutto una decisione. Si, è una decisione perché nulla accade senza prima una autentica decisione di realizzare un qualcosa. E’ necessario deciderlo con tutto noi stessi. La vita grazie alla sua saggezza, dona all’uomo fin dall’inizio della sua esistenza, una prima, immensa possibilità per sperimentare l’amore. Possiamo amare noi stessi con tutto l’amore che meritiamo. Possiamo imparare autenticamente ad amarci.

L’amore per se stessi

L’amore per se stessi è spesso oggetto di dibattiti sterili, molto superficiali e incapaci di guardare oltre. Al giorno d’oggi parlare di amore per sé è immediatamente ricondotto ad atteggiamenti egoisti nei confronti del prossimo, come a dire esisto solamente io, il mio bene viene prima di tutti, io valgo più di te. Non è certamente questo l’amore di cui parla Antonio Mercurio, fondatore dell’Antropologia Personalistica Esistenziale. Il Maestro ci parla di un amore profondamente reale verso noi stessi, grande come l’Universo, frutto di un percorso di consapevolezza e di accettazione di ogni nostra parte. Ci parla della decisione di voler abbandonare l’estenuante ricerca della perfezione e di abbracciarci nella nostra totalità meravigliosamente imperfetta. Senza prima amare noi stessi è impensabile amare gli altri in modo sano.

Io e la coppia: come uscire dalle fantasie

Amare un Tu diverso da noi è una impresa ardua, ma realizzabile attraverso un atto di volontà. E’ necessario spogliarci di tutte quelle vane fantasie che ci allontanano dalla realtà, di tutte le coriacee pretese del nostro Io Megalomanico. La coppia risulta essere terreno fertile per alimentare lotte di potere, possesso e prevaricazioni. Come non cedere all’ascolto di quel senso di inadeguatezza che ci accompagna? Che ci fa sentire sbagliati, in difetto, costantemente in conflitto?

L’ascolto e il dialogo autentico possono essere un primo passo per portare crescita e serenità nella coppia. Le ferite che ci infliggiamo a vicenda sono pane per i denti dell’orgoglio che scava nella nostra anima e non ci rende raggiungibili. Più ci arrabbiamo e ci allontaniamo, più navighiamo lontani dalla realizzazione di un progetto d’amore.

Io e la coppia: una nuova prospettiva

E se provassimo a cambiare prospettiva? Se riuscissimo a renderci pienamente responsabili della nostra vita e non delegassimo sempre agli altri cose che in realtà appartengono a noi stessi, potremmo fare un primo e piccolo passo verso l’umiltà. L’altro non è necessariamente un nemico da eliminare o possedere. Se iniziassimo a guardarci con occhi nuovi colmi di umiltà, sapremmo vedere che in realtà l’altro è per noi fonte di crescita. Ci fa da specchio e ci aiuta a vedere quelle parti di noi che facciamo fatica a digerire e che non ci piacciono per niente.

Io e la coppia: l’altro un Maestro per me

Il conflitto di coppia allora può divenire un’opportunità per crescere. Può divenire un trampolino di lancio verso una profonda trasformazione. E’ necessario ricorrere all’autenticità, riconoscere le proprie responsabilità senza deleghe, senza ricercare esteriori capri espiatori e decidere insieme di realizzare un passaggio. Il passaggio dall’innamoramento all’amore maturo frutto di una costante decisione di voler crescere insieme, giorno per giorno, costi quel che costi.

Possiamo prendere esempio dal coraggio del nostro partner che ha deciso di crescere con noi, che ha deciso di trascendersi ogni giorno. Questa trasformazione non avviene dall’oggi al domani, è frutto di un percorso costante di consapevolezza e desiderio di non mollare. Allora la coppia può così realizzare un progetto d’amore che si rinnovi ogni giorno, che sia di ispirazione per crescere sempre di più. Così il partner può divenire un Maestro che con umiltà e pazienza lavora per mettere a tacere il mostro dell’ideale di perfezione.

L’amore è l’unica salvezza del mondo.

scuola counseling

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here