10 modi per essere grata ai miei genitori

La Cosmo-Art e il Dolore

10 modi per essere grata ai miei genitori. Lontano, lontano nel tempo, sin dall’origine del tutto, ci sono loro, i nostri genitori. Le nostre figure più importanti e primarie, a cui dobbiamo la nostra vita, la nostra educazione, i nostri pensieri sul mondo. Ciò da cui tutto ebbe inizio, il trampolino di lancio verso la vita, per poi andare molto oltre.

10 modi per essere grata

Da sempre ci hanno detto che la mamma è sempre la mamma. Ed è vero. Attraverso di lei noi nasciamo e ci sviluppiamo, con lei inizialmente scopriamo una parte del mondo, chi siamo, come siamo fatti. Ci permette di avere il nostro primo imprinting con la vita e con ciò che ci circonda. Ci infonde la forza per aprire quella finestrella e guardare al meraviglioso mondo intorno a noi.

E’ un legame molto forte e durante i primi mesi del tutto simbiotico che ci garantisce la sopravvivenza e le cure necessarie per crescere. Siamo totalmente dipendenti dalle sue premure e dalle sue attenzioni. Tuttavia crescendo e specialmente durante l’adolescenza, il rapporto con nostra madre può subire dei cambiamenti. Potremmo riversarle rabbia, potrebbero esserci delle incomprensioni, degli scontri, delle battute di arresto. Litigi e colpe reciproche potrebbero aver caratterizzato gran parte della nostra adolescenza.

Fuori dall’ideale di perfezione

Nostra madre diviene un nemico da combattere, alla quale nascondere le cose, dalla quale fuggire per non intraprendere alcun dialogo. Guardiamo però in faccia alla realtà: non avremmo contribuito anche a noi a creare una situazione difficile? Spesso ci dimentichiamo dell’altro, delle sue paure e fragilità. Tendiamo ad essere sempre pretenziosi e viviamo in un mondo in cui vige la pretesa di perfezione: mia madre deve essere perfetta, sempre.

RSS Feed - Istituto SolarisRimani aggiornato!

Se guardassimo però con gli occhi del cuore, riusciremmo a vedere una madre che ci ama tanto e che ha sempre fatto del suo meglio.

La madre non è, solo ed esclusivamente quella biologica: tante madri abbiamo incontrato e potremmo incontrare nel nostro cammino della vita. Una zia, una cara amica, una guida spirituale, che ci insegna come stare al mondo, a crescere e ci guida verso la Bellezza. Dal canto mio, posso dire di averne incontrate molte durante il mio cammino, ma una fra tutte è stata la più speciale e rivoluzionaria per la mia vita. Una stella, una guida spirituale, che ha illuminato la mia strada per molto tempo. Ed ora, che vola tra tanti Universi, veglia ancora su di me. Mi parla, ed ogni volta in cui mi sintonizzo con lei e con la sua essenza, posso andare lontano e scoprire dentro di me una forza inimmaginabile.

10 modi per essere grata: il maschile

Anche il padre ha un ruolo fondamentale nella vita di ogni individuo: è fonte di saggezza, regole, disciplina, trasmissione di valori. Un Principio Maschile sano è garanzia di una vita meravigliosa, un padre che sa accogliere, creare e crescere insieme donerà ai suoi figli l’esempio di Persona che sa amarsi ed amare profondamente. Elevandoci su un piano superiore e non più esclusivamente biologico, scopriremo quanto la figura del Principio Paterno sia da sempre ricercata. La Cosmo-Art ci propone di connetterci con il fluire dell’Universo e vedere nella sua saggezza e lungimiranza, un Padre Spirituale al quale affidarci.

Non siete soli e non navigate solo per voi. Sentitevi parte dell’universo o non diventerete mai navigatori dell’universo né artisti della vita dell’universo, come dice la cosmo-art. Afferratevi alla barra del principio organismico. Questo è il nostro timone. L’universo sa quello che vi serve e ogni giorno vi darà quello che serve per quel giorno. (VII Regola per la Navigazione Notturna, A. Mercurio).

L’Universo ci ama profondamente e ci guida verso la realizzazione della Bellezza Seconda.

10 modi per essere grata: sono Madre e Padre di me stessa

Tuttavia c’è una verità ancora più grande e potente da rivelare. Ognuno di noi ha dentro di sin dalla nascita un Principio Maschile e un Principio Femminile forte e ben radicato nel cuore. Questo significa che non abbiamo necessariamente bisogno di cercare sempre fuori di noi delle figure genitoriali. Ciascuno di noi è madre e padre di se stesso, possiamo cogliere da questo tutta la forza, l’amore, l’accoglienza e il coraggio per crescere nell’amore e nel rispetto della vita. Possiamo prendere la nostra vita e con cura trasformarla in una vera e propria opera d’arte. Possiamo prendere ogni nostro sogno, ambizione, progetto e realizzarlo con la cura e l’amore di un genitore verso il figlio. I nostri progetti sono i nostri figli spirituali ai quali dobbiamo dare cibo ed energia sana per crescere, evolvere e realizzarsi.

10 modi per essere grata: decalogo

  1. Percepirsi come figli amati dalla Vita e dall’Universo.
  2. Guardare con occhi nuovi alla nostra storia e famiglia d’origine.
  3. Percepire i nostri genitori come persone fragili ed imperfette ma degne di tanto amore.
  4. Essere grati a noi stessi per tutto ciò che abbiamo realizzato fino adesso.
  5. Sentire che non siamo soli ma siamo immersi in una speciale Coralità.
  6. Essere grati al presente e alla vita che ci dona ogni giorno ciò di cui abbiamo bisogno.
  7. Guardare al cambiamento come ad una grande opportunità per evolverci.
  8. Percepire il dolore non come una punizione ma come un dono della vita per crescere.
  9. Guardare al flusso Morte-Rinascita con occhi e consapevolezze nuovi.
  10. Porsi con umiltà al servizio della vita.

A Paola e Giampiero, Maestri speciali.

scuola counseling

1 COMMENTO

  1. Grazie Giulia per il tuo articolo molto bello io ci ho messo tantissimo per comprendere tutto questo sono stata per tanto tempo legata all’ideale di perfezione e mi sono logorata dietro tanta rabbia oggi finalmente ho capito che sono figlia dell’universo e che la vita mi ama sono finalmente giunta in una armonia con me stessa e con la vita

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here