Una innovativa forma di training mentale per stimolare la sincronizzazione tra i due emisferi del cervello e per ricevere informazioni di ordine superiore…

Da sempre l’uomo investe le proprie energie nella ricerca, allo scopo di migliorare la qualità della sua vita e nel fare questo, alterna l’uso della ragione a quella dell’immaginazione. Tuttavia, le scoperte capaci di incidere profondi cambiamenti nel mondo sono attribuibili solamente ad una ristretta cerchia di persone che siamo abituati a definire geniali, proprio perché dotate del “dono” dell’intuizione. L’intuizione, l’idea, il ”lampo di genio”, accadono quando, durante lo stato di veglia, razionalità ed immaginazione agiscono in perfetta sincronia permettendo all’individuo di sintonizzarsi con la propria sorgente creativa, ma questo processo può avere luogo solo quando la persona è in grado di superare le tensioni normalmente esistenti tra i due emisferi cerebrali. Il cervello è composto da una metà sinistra, deputata al linguaggio e al pensiero analitico e da una metà destra, che guida l’immaginazione costruttiva e l’intuizione : solo quando entrambe le parti lavorano in sincronia, l’individuo è in grado di recepire consapevolmente segnali e informazioni, in modo da poterle analizzare ed utilizzare con profitto nella realtà quotidiana.

Ma poiché razionalità e logica sono fortemente incoraggiate quali caratteristiche socialmente desiderabili, la maggioranza delle persone utilizza soprattutto la metà sinistra del cervello riducendo così notevolmente le loro capacità percettive. In effetti l’uomo può ricevere consapevolmente un massimo di sedici stimoli al secondo, mentre il suo inconscio ne può ricevere fino a 100 miliardi e dal momento che questo inesauribile potenziale di informazioni rimane per lo più inutilizzato, gli è possibile percepire e prendere coscienza solo di una frazione molto limitata della realtà.

Le tecniche di meditazione, l’ipnosi, l’utilizzo di determinate sostanze chimiche ed anche la condizione di sonno profondo offrono invero un opportunità di accesso alle porte dell’inconscio, tuttavia ognuna di queste pratiche presenta una problematica diametralmente opposta che esclude a priori l’intervento dell’emisfero cerebrale sinistro, impedendo di fatto un elaborazione cosciente delle immagini e dei simboli ricevuti. E’ possibile dunque sfruttare l’inesauribile biblioteca dell’inconscio, contattare la propria sorgente creativa, ed accedere in modo cosciente a quella che si definisce la quarta dimensione, per trarne un vantaggio reale e pratico nella vita di tutti i giorni?

Sembra proprio di sì. Lo afferma il Dr. Franz Minister che dopo anni di ricerche è riuscito a realizzare un metodo, da lui chiamato CreativPower, con il quale l’individuo in stato di veglia assoluta, riesce ad utilizzare e sincronizzare entrambi gli emisferi cerebrali valutando razionalmente tutte le informazioni provenienti dall’iperspazio. Nella fattispecie si tratta di una forma individuale di “Brainstorming” che si basa sulla conoscenza e lo sfruttamento dei “campi morfici” di R.Sheldrake, nonché delle più recenti osservazioni della fisica quantistica. Il metodo insegna ad utilizzare forze vettoriali psico-cinetiche per mezzo delle quali vengono creati campi di forza psichici : quando questi risultano sufficientemente potenti, essi sono in grado di influenzare eventi e comportamenti, mentre le loro caratteristiche diventano sfruttabili quale archivio informatico libero da vincoli spazio-temporali. Per partecipanti inesperti il compito di creare questi campi viene inizialmente assunto dall‘istruttore, ma dopo soli cinque giorni di esercizio essi diventano già così esperti da poter lavorare con questo metodo in modo assolutamente autonomo.

“Tutto ciò che desideriamo sapere e conoscere risiede già dentro di noi”, spiega il dott. Minister. Si tratta solo di superare gli schemi mentali per aprirsi al “nuovo” e con la giusta tecnica questo diventa possibile. Con CreativPower, i soggetti “esperiscono” realmente le informazioni che giungono sotto forma di simboli ed immagini e grazie all’attività sincronica di entrambi gli emisferi, essi sono in grado di analizzarle in tempo reale, in modo assolutamente cosciente e senza rischio di incorrere negli abituali schemi mentali.

Diverse rilevazioni effettuate durante i seminari, hanno potuto evidenziare sia i range di frequenza dello lo stato di veglia (onde beta 14-30 Hz), che quelli di un rilassamento profondo (onde alfa, 8-12 Hz), mentre i grafici dell’elettroencefalogramma indicano molto chiaramente l’attività presente in entrambi gli emisferi cerebrali. Questo spiega perché il soggetto può rendersi conto di tutti i suoi pensieri ed anche come mai le molte informazioni, di cui solitamente non è consapevole, gli risultano improvvisamente accessibili. In questa condizione infatti, egli può esaminare domande irrisolte, decisioni sospese, o progettare soluzioni originali e totalmente innovative, partendo da un punto di vista enormemente più ampio.

Con CreativPower diviene possibile dunque sfruttare positivamente stati alterati di coscienza creando le condizioni ideali per un autentico apprendimento. Essere vivi significa essere coscienti in ogni momento!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here