Sferra un colpo con tutte le tue forze E desidererai d’esserti fermato in tempo. Affila la tua spada al massimo E la lama durerà a lungo – Tao Tè Ching, Lao Tzu

Con ogni probabilità, è stato grazie al considerare l’atto sessuale come parte dell’ordine della natura, mai associato con un senso di peccato o di colpa morale, unito alla quasi completa mancanza di repressione, che la vita sessuale degli antichi cinesi è stata, nel suo insieme, notevolmente sana, libera dalle aberrazioni e anormalità patologiche che troviamo in tante grandi culture antiche (R.H. Van Gulik, Sexual Life in Ancient China).

I “cinque segni” della soddisfazione della donna, menzionati da Van Gulik , erano apparsi due millenni prima in un dialogo che si supponeva aveva avuto luogo tra l’imperatore Huang Ti (periodo Han, 206 a.C. – 219 d.C.) e la sua consigliera in materia sessuale Su Nu:

Imperatore: In che modo un uomo osserva la soddisfazione della sua donna?
Consigliera: Vi sono 5 segni, cinque desideri e dieci indicazioni. Un uomo dovrebbe osservare questi segni e reagire di conseguenza.

Essi sono:
La sua donna ha il volto arrossato e le orecchie calde. Ciò indica che nella sua mente si sono destati pensieri d’amore. L’uomo può ora cominiciare il coito, gentilmente, quasi tormentosamente, senza spingere a fondo e aspettando le reazioni della compagna.

Il naso è sudato e i capezzoli diventano duri. Ciò significa che il fuoco della passione arde più forte. La picca di giada (il glande) può ora spingersi fino alla Valle Gentile (circa 12 centimetri), ma non molto oltre. L’uomo dovrebbe attendere che il desiderio di lei s’intensifichi prima di andare più a fondo.

Quando la voce della donna diventa roca e bassa, come se avesse la gola secca, il desiderio si è intensificato. Gli occhi sono chiusi, la lingua guizza tra le labbra ed ella ansima in modo udibile. Questo è il momento in cui la picca di giada dell’uomo può andare dentro e fuori liberamente. La comunione sta ora raggiungendo grado a grado uno stadio estatico.

Il Palloncino Rosso (la vulva) è abbondantemente lubrificato, poichè il piacere della donna si sta avvicinando al culmine, e ogni spinta dell’uomo aumenta tale secrezione. Leggermente la picca di giada tocca le Punte della Castagna d’acqua (cinque centimetri circa). Poi l’uomo può usare il metodo di una spinta a destra e una asinistra, una spinta lenta e una rapida, o qualunque altro, a piacere.

Quando i Dorati Fiori di Loto (i piedi della donna) si sollevano in alto come per abbracciare l’uomo, la sua passione e la sua brama hanno raggiunto il vertice. Ella avvolge le gambe intorno alla vita dell’uomo, emtre con le mani gli stringe le spalle e la schiena. La lingua sporge tra le labbra. Questi sono i segni che l’uomo deve ora spingere la propria picca di giada fino alla Valle della Camera Profonda (15 centimetri circa). Questi colpi profondi la renderanno estaticamente soddifatta in tutto il corpo.

… non medicina, nè cibo, nè salvezza spirituale possono prolungare la vita di un uomo se non comprende e pratica il Tao dell’Amore.
P’èng Tsu

Tratto da: Jolan Chang, Il Tao dell’Amore, Mondadori, 1987, Milano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here