«Il mio invito, la sfida che vi lancio, è un viaggio in un’intimità più profonda con il mondo e con la vostra vita…»

“Non mi interessa sapere come vi guadagnate la vita. Voglio sapere che cosa vi fa spasimare e se osate sognare l’incontro con l’anelito del vostro cuore. Non mi interessa sapere quanti anni avete. Voglio sapere se accettereste il rischio di fare la figura degli stupidi per amore, per il sogno, per l’avventura di essere vivi. Non mi interessa sapere quali pianeti sono in quadratura con la vostra luna. Voglio sapere se siete arrivati al nucleo della vostra sofferenza, fino a toccarla, se i tradimenti della vita vi hanno fatto sbocciare o se vi siete inariditi e chiusi in voi stessi per paura di altro dolore. Voglio sapere se riuscite a restare in compagnia del dolore, il mio e il vostro, senza cercare di nasconderlo, di cancellarlo o di farlo tacere. Voglio sapere se sapete essere con la gioia, la mia o la vostra, se siete capaci di danzare con frenesia e farvi colmare dall’estasi, da cima a fondo, senza esortare all’attenzione, a stare con i piedi per terra, senza ricordare i limiti dell’essere umani.

Non mi interessa sapere se la storia che mi raccontate è autentica. Voglio sapere se riuscite a deludere un’altra persona per amore di autenticità verso voi stessi; se riuscite a sopportare l’accusa di tradimento senza tradire la vostra anima; se riuscite a essere infedeli e per questo affidabili. Voglio sapere se riuscite a vedere la bellezza ogni giorno, anche quando non è piacevole, e se la sua presenza è fonte di ispirazione per la vostra vita. Voglio sapere se potete vivere con il fallimento, il vostro e il mio, e riuscire tuttavia, fermi sul bordo del lago, a gridare al plenilunio d’argento il vostro: “Sì”. Non mi interessa sapere dove vivete o quanti soldi avete. Voglio sapere se, dopo una notte di angoscia e disperazione, esausti e con le ossa a pezzi, riuscite ad alzarvi la mattina e a fare ciò che è necessario per nutrire i vostri figli. Non mi interessa sapere chi siete o come siete giunti sin qui. Voglio sapere se resterete con me nel centro del fuoco senza tirarvi indietro. Non mi interessa sapere dove o che cosa o con chi avete studiato. Voglio sapere che cosa, dentro di voi, vi sostiene quando tutto il mondo crolla. Voglio sapere se riuscite a stare soli con voi stessi e se davvero amate quel senso di compagnia che riuscite a conservare nei momenti vuoti”. Voglio acquistare questo libro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here