Un omaggio e un ricordo della Madre

Se penso alle donne che hanno avuto un ruolo importante nella mia vita e che mi hanno realmente dato, senza chiedere niente in cambio…Oltre alle donne della mia famiglia, mia madre e mia nonna, subito dopo viene lei, Shri Mataji Nirmala Devi. Ho conosciuto questa donna bellissima nel lontano 1991, in occasione di una conferenza dedicata al Sahaja Yoga tenuta al teatro Puccini di Firenze. Un’amica mi aveva confidato che la Madre era in grado di leggere l’aura delle persone e animato da curiosità circa le sue vere capacità, mi prenotai per un colloquio privato con lei. Mi presentavo bene, giovane, simpatico, sorridente, positivo, davo un’ottima immagine di me stesso e del resto è quello che tutte le persone pensavano di me. Quando il mio sguardo incontrò gli occhi neri e profondi di questa signora, ebbi come un senso di vertigine, quasi la sensazione di guardare in un abisso senza fine. Dopo un ventennio ecco quello che mi ricordo di quella conversazione: ”Vedo la tua stanchezza, la tua fatica, problemi materiali ti assillano, troppo stress”. Ebbi un sussulto e fra me e me pensai; Com’è possibile che veda queste cose? Ciò che gli altri vedono di me non è questo…Ma lei aveva visto giusto e nella profondità del mio essere quello era il mio sentire.

Parlammo anche di Gandhi e si commosse alle mie parole quando gli dissi: “Il Mahatma non è morto e il suo spirito vive in tutti noi ancora oggi.” Forse fu per questa mia affermazione che mi congedò dicendomi: “Sarai un grande yogi!” L’insegnamento che ne ho tratto negli anni è stato quello di non basarmi mai sulle apparenze quando conosco una persona, perche possono essere immensamente sbagliate! E per quanto riguarda me, cercare costantemente di migliorare me stesso. 20 anni sono passati da quel giorno e lo Yogi che è in me è realmente diventato grande, ha un solo seguace che lo segue fedelmente, me stesso! Grazie Madre, da uno dei tuoi Figli. – Shri Mataji Nirmala Devi (Chindwara, 21 marzo 1923 – Genova, 23 Febbraio 2011) è la fondatrice di un nuovo tipo di yoga chiamato Sahaja Yoga, o yoga spontaneo. La diffusione da parte sua di questa disciplina cominciò nel 1970. Da allora, Shri Mataji ha viaggiato in tutto il mondo per diffondere Sahaja Yoga, per più di 30 anni, tenendo numerose conferenze pubbliche, concedendo interviste a vari giornali, televisioni e radio. Sahaja Yoga è ora diffuso in molti paesi del mondo.

– Sahaja Yoga (dal sanscrito Sahaja, “innato” o “spontaneo”, e Yoga, “unione”) è uno dei più recenti metodi di yoga, fondato da Shri Mataji Nirmala Devi nel 1970, che si propone come un metodo unico di meditazione basato su un’esperienza chiamata realizzazione del Sé (il risveglio dell’energia Kundalini che si trova alla base della spina dorsale, all’altezza dell’osso sacro, e la sua unione con l’energia divina che pervade l’intero universo), accessibile ad ogni essere umano. Esso si dichiara in grado di risvegliare l’energia Kundalini senza sforzi né tensioni.