Secondo la dottrina del Feng Shui, la presenza dei quattro animali celesti garantisce protezione e sicurezza all’abitazione

Dalle sue origini, il Feng Shui guida la scelta degli ambienti più idonei ad accogliere gli insediamenti umani e la costruzione di edifici in armonia con il luogo e gli abitanti. In linea con l’evoluzione delle scelte abitative e in risposta alla crescente esigenza di vivere in un ambiente sano, oggi tale disciplina si applica ai nuovi spazi della modernità: gli appartamenti, i monolocali e i loft, ma anche i ristoranti, le palestre e i luoghi del tempo libero e, soprattutto, gli uffici.

Un drago verde a Est, una tigre bianca a Ovest, una tartaruga nera a Nord, una fenice rossa a Sud. Secondo la dottrina del Feng Shui, la presenza dei quattro animali celesti garantisce protezione e sicurezza all’abitazione. La loro vicinanza è resa evidente dai tratti del paesaggio circostante: piante alte per il drago, arbusti per la tigre, una collina o un grosso masso per la tartaruga e un sasso avvolto in un filo rosso per la fenice. Dalle sue origini, il Feng Shui guida la scelta degli ambienti più idonei ad accogliere gli insediamenti umani e la costruzione di edifici in armonia con il luogo e gli abitanti.

In linea con l’evoluzione delle scelte abitative e in risposta alla crescente esigenza di vivere in un ambiente sano, oggi tale disciplina si applica ai nuovi spazi della modernità: gli appartamenti, i monolocali e i loft, ma anche i ristoranti, le palestre e i luoghi del tempo libero e, soprattutto, gli uffici. I tratti della presenza dei quattro animali celesti si sono trasformati in simboli metropolitani e la protezione del drago e della tigre è ora garantita dalla vicinanza di edifici di diversa altezza. Le regole auree suggerite dal Feng Shui per creare benessere nell’ambiente di lavoro sono chiare e semplici da applicare:
1) la scrivania deve essere posizionata nel punto di maggiore forza della stanza, con un muro alle spalle, che assicuri protezione, e la poltrona orientata verso l’ingresso e la finestra, per un pieno controllo su quanto accade;
2) lo spazio di fronte alla postazione di lavoro, definita zona attiva, deve essere libera per favorire il flusso dell’energia creativa e una profonda ispirazione;
3) ogni tavolo di lavoro può essere suddiviso in nove aree, ciascuna delle quali presiede a una specifica funzione. Nella fascia centrale, di fronte alla poltrona, si susseguono tre zone; la prima corrisponde al comando e governa la carriera, la seconda regola equilibrio e armonia, la terza riguarda la stima e la fama. Sulla sinistra sono localizzate le aree della conoscenza, dello studio e della contemplazione, della famiglia e del rapporto con i superiori, della ricchezza, interiore ed esteriore, e della soddisfazione. Sulla destra, la zona del sostegno, dei consigli e dei viaggi, rappresentata dalla figura degli amici, l’area della creatività e della realizzazione personale e, infine, la zona delle relazioni sociali, in particolare con i soci d’affari. Il Feng Shui suggerisce di posizionare sui settori di maggiore interesse strumenti che ne influenzino positivamente la realizzazione; così, se il telefono riveste un’importanza primaria per i guadagni sarà consigliabile collocarlo nella zona che presiede alla ricchezza o alle relazioni sociali;
4) l’area centrale della scrivania, dedicata all’equilibrio e all’armonia, deve essere disimpegnata;
5) il PC deve trovare sistemazione su un appoggio laterale; se ciò non è possibile, l’hard disk può essere posizionato al di sotto del tavolo e il monitor collocato su un apposito braccio mobile;
6) la forma della scrivania è significativa: tondeggiante, stimola la creatività ed è preferibile nelle professioni che puntano a sviluppare nuove idee, in cui collaborazione e comunicazione rivestono un ruolo centrale; lineare, si adatta a incarichi analitici, che richiedano attenzione alla forma e doti riflessive;
7) i colori stimolano specifiche abilità: l’arancio e il rosso vivo, simbolo del fuoco, influenzano la creatività; il nero, consigliato per le scrivanie e le postazioni dei PC e legato all’elemento dell’acqua, ridimensiona la carica energetica e agevola le attività di routine, donando flessibilità decisionale. Il verde, il cui simbolo è il legno, stimola la maturazione delle intuizioni e delle idee;
8) la creatività è sollecitata da un orientamento dell’ufficio verso Est, la direzione del drago, la cui natura spirituale si accompagna ad un’energia prorompente verso l’esterno;
9) la presenza di piante favorisce un ambiente disteso e rilassato;
10) l’acqua purifica l’aria e regola l’umidità, donando abbondanza e facilitando la comunicazione. Un acquario rappresenta una soluzione facilmente realizzabile in ufficio, ma i maggiori benefici si hanno con una fontanella da interni o in giardino; in questo caso gli zampilli sprigionano energia, ionizzano l’aria e creano un suono di sottofondo piacevole e vitalizzante.

Fonte: ticonzero.info – n.91/2008

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here