La Cosmo-art e il Counseling

Il respiro è vita e nutrimento per l’anima

Il respiro è vita. Respirare per vivere, per imparare ad inspirare ciò che serve, ad espirare ciò che non serve. Il respiro è contrazione e rilassamento, è accogliere e poi lasciar andare. Un piccolo movimento corporeo che rappresenta il nutrimento per eccellenza della nostra anima, del nostro corpo. Entriamo alla vita proprio grazie al nostro primo respiro.

Il ritmo del respiro … il respiro è vita

Nel nostro corpo “avvia”, attimo dopo attimo, un ritmo, una comunicazione dotata di unicità ed identità propria; dall’interno verso l’esterno e viceversa. Il respiro segna l’inizio del nostro viaggio nella Vita e rappresenta lo specchio della nostra personalità, delle nostre emozioni.

Il respiro è vita e la respirazione determina la relazione esistente tra mondo interiore e mondo esteriore. La sua modalità di espressione, il suo ritmo, ci racconta se siamo sereni e rilassati piuttosto che agitati o arrabbiati.
Spesso capita di ritrovarci, specialmente nei momenti difficili della nostra esistenza, con il fiato corto, con il fare respiri brevi e affannati. Respiri superficiali, nei quali l’aria sembra appena sfiorare le pareti dei nostri polmoni, per poi scorrer via velocemente, come scorrono veloci ed indaffarate le nostre tante giornate.

Il respiro è vita, ai tempi del Coronavirus

Assistiamo oggi ad uno spiazzamento che investe il mondo intero, nel quale prende piede un immediato e veloce cambiamento delle relazioni reciproche, della vita in genere, sotto ogni profilo. Un virus, COVID-19, così identificato, che arriva nelle nostre vite, modifica le nostre abitudini e il nostro corpo.
Osservo ciò che mi circonda: uno spiazzamento mondiale. Volti nascosti dietro mascherine che proteggono il nostro respiro da fattori esterni virali, guanti che coprono le nostre mani, metri che ci separano dall’altro. Strade quasi deserte, locali, scuole e attività commerciali chiuse. Viaggiano affannosamente per le vie della città i corrieri e, ancor più veloci nel cyberspazio, le innumerevoli, infinite quantità di informazioni e dati che consentono di restare connessi. Tutto volto a proteggere il nostro respiro … Perché il respiro è Vita!

Un repentino cambio di cornice

Un cambio di cornice che prevede il cambio di tutte le premesse implicite. E’ si perché nel “Gioco dei 9 punti”, questa volta, al contrario, la soluzione la troviamo nel non uscire dal quadrato (non uscire di casa per intenderci) quindi non uscire dal campo della nuova cornice che si è determinata. Ci è chiaro ogni volta che ascoltiamo la frase: “Io resto a casa”. Io resto nel quadrato. Elimino il contatto, elimino il contagio. Un gesto che si traduce in un profondo atto di amore verso noi stessi e verso l’altro.

Un nuovo ordine evolutivo di vita, nuovi parametri sociali, nuove regole da rispettare. Semplici regole che possono salvare la nostra vita e quella del pianeta intero.

La nuova cornice, infatti, che si delinea in uno spazio limitato e circoscritto, attiva dentro ciascuno di noi, vissuti emotivi di troppo vuoto o di troppo pieno interiore, di angoscia, di paure.

Mi domando: Cosa resterà nella nostra anima, quando tutto passerà? Qual’è il superamento che possiamo fare in questo dolore così grande? Cosa possiamo trasformare e quale parte di noi possiamo far rinascere? Possiamo intanto cominciare dalla possibilità di imparare ad ascoltarci e comprenderci. A renderci umili. Possiamo trovare un modo nuovo per imparare a conoscere noi stessi e l’altro. Leggere la nostra storia e poi iniziare a riscriverla … OGGI … QUI … ORA! Cambiare dentro per cambiare fuori, prendendo continue decisioni di amore e di gratitudine, quelle tanto benefiche vitamine che rinforzano il nostro sistema immunitario.

Il respiro è vita …cambiamento e creatività …

Ecco arrivare la corsa affannata, verso la comunicazione, ovverosia trovare nuovi modi per restare lontani ma restare in contatto. Nuove forme di attenzione e di rispetto reciproche, nuove forme artistiche pubbliche. Sbocciano musicisti, cantanti, attori, che con le loro azioni, i loro gesti, danno inizio all’arte nelle terrazze dei tanti condomini di tutto il mondo. Donazioni, incontri, relazioni di aiuto realizzate da professionisti, nelle tante stanze virtuali delle infinite connessioni di rete nelle quali navighiamo ininterrottamente. Per rimanere in contatto, per fornire supporto ciascuno per ciò che può donare, mettendo in relazione le parole come: dare-avere, donare- ricevere.

Per restare uniti, per non perderci, nonostante l’isolamento, per unificarci in un unico progetto corale comune … continuare a respirare, perché il respiro è Vita! Che ci vede tutti impegnati in diversi meravigliosi progetti di gratitudine, di conforto, supporto; di aiuto e di speranza. Quella speranza che ci aiuta a credere che insieme ce la faremo e che andrà tutto bene se ancora un po’ resteremo lontani, ma vicini nell’anima, uniti nel meraviglioso progetto spirituale che tutti noi possiamo diffondere.

Un nuovo ordine evolutivo

Ecco quindi affacciarsi la bisociazione: da un lato tentiamo di accogliere il dolore e dall’altro tentiamo di coglierne l’opportunità; da un verso lasciamo fluire le emozioni anche quelle più profonde e dolorose e dall’altro ci aiutiamo con la ricerca di un pizzico di creatività artistica; da un lato viviamo l’isolamento e la frustrazione della “quarantena” e dall’altro viviamo una forte spinta alla ricerca della coralità. Ci allontaniamo dal contatto con l’altro, ci avviciniamo al contatto con noi stessi. Proviamo a riprogrammare noi stessi e a sviluppare il potente potere della mente, verso la nostra guarigione interiore e verso la guarigione del mondo intero.Mi sembra assolutamente importante, data la straordinarietà della visione, riportare cosa afferma la Cosmo-Art:

“E’ solo dalla fusione di forze cosmiche e di forze umane che l’uomo può operare nella propria vita la trasformazione del dolore con saggezza ed arte. Il dolore è la spinta cosmica che la Vita propone all’uomo per trascendersi ed integrarsi con un nuovo ordine evolutivo della Vita e dell’Universo”. Antonio Mercurio

Respira e vivi … Inspira .. Espira

Respiro… Una spinta evolutiva, un viaggio al centro della terra.

Nel silenzio, sento il respiro scorrere nel petto. Ancora tutto tace … brillano sulle strade le luci delle stelle… Colgo l’amore e l’energia dell’Universo e il mondo sembra essersi finalmente fermato. Continuo a respirare … il respiro è vita.

Inspiro … Ancora un respiro profondo, riempio i polmoni di aria sana, di gratitudine, di progetti costruttivi di reciprocità. Chiedo in dono di poter entrare in contatto con il mio mondo interiore. Sento benessere ed energia creativa. Il mio corpo è una sorgente infinita di amore.

Espiro via, pian piano, l’onnipotenza, le pretese, e ancora i progetti distruttivi e vendicativi … un ultimo sforzo fino a vuotare i polmoni, espiro anche i sensi di colpa.

Ecco arrivare un nuovo respiro, riempio i polmoni di aria quasi come volessi farne scorta … ho bisogno di aria e di nutrimento buono; di percepire il pieno e la bellezza della vita.

Ecco ora uscire l’aria … lascio andare la paura, l’angoscia. La voce che proviene dal mio mondo interiore, mi sussurra parole di fiducia e speranza, per tutti noi, e mi ripete continuamente: andrà tutto bene, è certo che ce la faremo.

I lampioni si affacciano timidi sulle strade deserte, una luce fioca è avvolta nella brina, di un’altra insolita sera di primavera. Col passare del tempo, percepisci che nulla sarà più come prima.

Il rumore del mare mi accompagna, la mente tace nel rispettoso silenzio che avvolge i miei pensieri. Il vento non danza, le foglie dei verdi ulivi sono ferme, ciascuna al proprio posto. Siamo frutti dello stesso albero, siamo figli della Vita, Persone nello stesso Universo.

Il respiro è Vita e andrà tutto bene!

RIMANIAMO IN CONTATTO!

Vuoi ricevere la nostra Newsletter mensile? 😎

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.
Potrai cancellarti in ogni momento
scuola counseling

9 COMMENTI

  1. Grazie Simona, il tuo articolo è un inno speciale all’arte di amarsi in ogni instante, in ogni respiro, dandoci il ritmo buono delle cure sane che alimentano il nostro animo, i nostri progetti e le nostre passioni respiro dopo respiro.
    Respiro con te e con tutto il mondo.
    Grazie.

  2. Cara Simona,
    sento profondamente, attraverso le tue parole di avviare un’abitudine di respiro consapevole, molto preziosa per la mia vita.
    Il tuo articolo e’ un dono prezioso !!
    Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.