A tavola come nella vita scelgo me!

Cosmo-Art e Counseling

Cosa significa : “a tavola come nella vita scelgo me?” Ovvero esercito una scelta fondamentale e costruttiva per il mio sostentamento e per il mio benessere che riguarda anche la mia vita.

Quando ci sediamo a tavola di che umore siamo: tranquilli e sereni oppure distratti e frettolosi, sempre di fretta, mangiamo in piedi o dove capita.

Riflettiamo su quanto tempo riusciamo a dedicare al nostro nutrimento e cosa ancora più importante: che cosa scegliamo di mangiare?

Cosa scegliamo per nutrirci?…

Il cibo che scegliamo di cucinare fa parte di una scelta consapevole, oppure fa parte della casualità?…Ed il tempo che riserviamo alla preparazione dei cibi è sufficiente per preparare cibi sani e gustosi?

Cosa decidiamo di mettere sotto i denti ma sopratutto nella nostra bocca?.E di conseguenza nel nostro corpo? Cibi che ci nutrono o che soddisfino la nostra fame?

Di cosa siamo affamati?

La tavola è uno strumento intorno al quale sedersi e ci induce alla convivialità, allo star bene, al nostro benessere fondamentale per il nostro sostentamento. E’ una buona occasione per esercitare la cura e l’amore di cui abbiamo bisogno.

Forse non ci abbiamo mai pensato ma oggi possiamo riflettere su quale modalità usiamo e scegliamo quando ci predisponiamo all’atto che precede il nostro nutrimento. Ovviamente, potremo prendere la prima cosa che ci capita sottomano e che urgentemente plachi la nostra fame…Apriamo il frigo, forse sfornito di ciò che desideriamo, forse il più delle volte ci accontentiamo di quello che troviamo…

Come sceglierci anche a tavola?

Ci adattiamo con rassegnazione a quello che c’è di commestibile negli scaffali della nostra cucina; forse non abbiamo il tempo neanche di sederci a tavola costretti da una fretta che incombe quasi sempre nelle nostre vite moderne.

Sentiamo il bisogno di riempire la nostra pancia, ne abbiamo un impellente e serio bisogno e senza pensarci troppo seguiamo questo impulso.

Ma anche questa scelta, così spontanea ed automatica presa di fretta riguarda il nostro benessere e  la nostra capacità di compiere ed agire una scelta di amore.

Come possiamo amarci a tavola?

A tavola, come nella vita, oggi, scelgo prima di tutto me! Se nella vita mi metto al primo posto ogni giorno compiendo scelte d’amore anche a tavola posso scegliermi imparando ad amarmi sempre di più. Questa è una buona occasione per allargare questo ambito e quindi sedersi attorno ad una TAVOLA per gustare un buon cibo che ci nutre il corpo e l’anima diventa un atto d’amore.

A tavola come nella vita scelgo me

Facciamo un salto nel passato per ricordare come siamo stati nutriti…con quali e quanti gesti…Le mani che ci hanno toccato erano dolci, accoglienti, amorevoli. Come e quanto tempo abbiamo trascorso intorno alla tavola con la nostra famiglia.

Anche a tavola, quindi, facciamo una scelta, che oggi vogliamo compiere con consapevolezza e utilizzando tutto il nostro potere decisionale. Il potere dell’amore.

Oggi decidiamo di dirci: “oggi, a tavola come nella mia vita scelgo me, attraverso un atti d’amore che ci nutrono il corpo e l’anima”.

Scegliamo di amarci incondizionatamente con gesti importanti per il nostro nutrimento ed il nostro benessere. E’ un atto di amore scegliere di pensare per tempo a cosa desideriamo mangiare. Scegliamo di amarci preparando con cura ciò di cui abbiamo bisogno per nutrirci. Anche scegliere di assaporare con calma e con gusto il nostro cibo è una scelta d’amore.

Per stare bene…perché lo scegliamo per noi!

Scelgo me, mettendomi al primo posto. Scelgo un tempo giusto da dedicare alla preparazione dei cibi, al mio nutrimento. Un nutrimento che riguarda l’amore che riservo a me stesso, sia a tavola che nella vita.

Scelgo di non rimpinzarmi di un cibo che non può saziare la mia fame d’amore. Scelgo di agire un modo sano di amarmi.

Anche questa scelta, ancora una volta, riguarda noi molto da vicino. Riguarda la quantità di amore che ci rivolgiamo ed il bisogno che sentiamo di riempirci di ciò che forse ci è mancato.

Abbiamo bisogno di riempirci o abbiamo bisogno di nutrirci?

Nessun cibo potrà mai saziarci se non ci amiamo! Sono gesti importanti che decidiamo di rivolgerci. Forse nella vita non abbiamo sentito tutto l’amore che avremmo desiderato avere e ricevere.

Oggi possiamo decidere noi come e quanto rivolgercene, attraverso una scelta sana e consapevole rivolta verso di noi, per il nutrimento della nostra vita.

Solo noi possiamo compiere questa scelta in prima persona, anche a tavola, perché si tratta di sceglierci per amarci e per nutrire la nostra fame d’amore. Assaporiamo con gusto questo cibo in grado di saziare la nostra persona come una carezza, come un caldo abbraccio che ci scalda il cuore e l’anima. Questo cibo che a tavola ci apprestiamo ad assaporare avrà sicuramente un altro sapore, il sapore e il gusto dell’amore in grado di saziarci!

scuola counseling
CONDIVIDI

4 COMMENTI

  1. Queste parole sono molto vere. Penso a come il vuoto che è di natura esistenziale spesso lo riempio con ciò che capita. Grazie per questo articolo , mi aiuta a darmi una guida più sana e riflettere sul dare un senso al vuoto riempondolo con l’amore per me…anche a tavola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here