Home page
Home page "Amare serve. Perchè il contrario della libido non è l'astinenza: è la fatica di vivere. "
- Pascal Bruckner , Proposta da: Annarita
[Proponi la tua frase]
Mensile, Anno 18° n° 211  | Fai di Solaris la tua Home Page |  Inserisci Solaris tra i tuoi Bookmarks | Le News di Solaris [66] Utenti on-line
Salute Medicina alternativa Medicina Naturale Psicologia Attacchi di panico Fobie Terapia di coppia Medicina Olistica Benessere e Qualità della vita Professione Counselor Salute Medicina alternativa Medicina Naturale Psicologia Attacchi di panico Fobie Terapia di coppia Medicina Olistica Benessere e Qualità della vita

Alimentazione

Le News di Solaris | Salute | | Salute | | Vota questo articolo


Il cibo dell'anima


cibo, yoga L'anima risiede nel corpo, sostanza materiale degli esseri viventi

cibo, yoga L'anima risiede nel corpo, sostanza materiale degli esseri viventi e, queste due componenti insieme, corpo e anima, vanno a costituire i due poli, pratica forma di espressione della manifestazione. Si può intuire che l'una attiva l'altro, tant'è vero che quando l'anima lascia il corpo l'attività fisica cessa. Ritengo straordinariamente impotante che entrambi possano convivere in sintonia onorandosi l'un l'altro affinchè la qualità della vita, innalzandosi, possa consentire elevate esperienze. Anche i latini affermavano "mens sana in corpore sano". Oggi potremmo dire che mente sana e corpo sano riflettono un'anima integra. La vita spirituale è una continua presa di coscienza di questi fenomeni e la ricerca della loro causa. Essa è consapevolezza e coscienza dei vari piani della costituzione umana e universale, da quello materiale a quello spirituale. Portare la pace sui vari piani dell'essere, arrivando cioè a purificare l'intero complesso psicosomatico, permette di creare più buoni presupposti per lo svolgimento di pratiche spirituali come la meditazione orientale, la preghiera occidentale o la riflessione e contemplazione in genere.

Da questo presupposto consegue che, nella vita spirituale, l'alimentazione deve essere presa nella giusta considerazione affinchè anch'essa possa facilitare e incrementare la predisposizione necessaria, per condurre il soggetto a stati di concentrazione che possono portare alle alte esperienze. Affermo, tuttavia, che la sola alimentazione anche se perfettamente regolata e finalizzata non ha mai portato nessuno all'illuminazione, diciamo che può essere d'aiuto. Può facilitare la calma soprattutto fisica e mentale necessaria ad affrontare prima di tutto la quotidianità e poi le lunghe pratiche interiori. Si tratta in fondo ancora di conoscenza, ottenuta attraverso la consapevolezza delle reazioni che determinati alimenti inducono nel corpo umano e in altri piani dell'essere. In generale, ad esempio gli asceti, soprattutto taluni "maestri" orientali fanno raro uso di cibi troppo eccitanti come quelli piccanti. Evitano la carne rossa che stimola l'aggressività o gli alcolici che eccitano il sistema nervoso. Prediligono il cibo semplice come il riso, il latte, il miele, ecc. Di diversa opinione sono invece i maestri del Tantra: essi tendono ad usare cibi eccitanti per scatenare l'energia e dopo che ne hanno ottenuto il controllo la finalizzano verso la realizzazione spirituale.

Nelle religioni e discipline spirituali occidentali si incontrano maestri che fanno uso di carne. Gesù, come tanti sanno, mangiava pesce e beveva vino. Come potete intuire, il cibo dell'anima consegue da una variegata visione interpretativa permeata dalla saggezza di varie esperienze. Suggerisco qui di seguito l'alimentazione di una giornata tipo, ricette finalizzate al raggiungimento della pace interiore e al benessere psicofisico. La mia proposta, potrebbe esservi utile anche nella vita pratica, qualora desideraste una maggiore calma riflessiva e più concentrazione. Le ricette dell'anima Ricetta N° 1 Colazione: alla sera, prima di andare a dormire, preparate due bicchieri di acqua tipida e nel primo mettete a bagno una quindicina di mandorle secche con la buccia mentre nel secondo un pugno di uva sultanina. Lasciate riposare per tutta la notte. Quando vi alzate, dopo le pratiche spirituali dell'alba, procedete come segue: togliete le mandorle dal bicchiere e buttate via l'acqua, sbucciatele e con un coltello sminuzzatele. Prendete dello yogurt naturale, allungatelo con l'acqua dell'uvetta, aggiugetevi le mandorle tritate, l'uvetta rinvenuta e anch'essa sminuzzata e se vi fa piacere dolcificate con un po' di miele.

Pranzo: iniziare con un pinzimonio di verdure crude assortite in olio di oliva o di girasole, poi una abbondante razione di "Chikadi" preparato come segue : prendete una eguale quantità di riso e di lenticcchie e fatele bollire in acqua salata (in proporzione doppia del riso e lenticchie insieme) a cui aggiungete un po' di peperoncino rosso e di cardamomo. Quando l'acqua sarà stata assorbita, aggiungete un po' di zafferano e condite con Ghee. Il Ghee è il burro non salato e chiarificato usato in tutta l'India che si prepara nel seguente modo: si fanno sciogliere 500 grammi di burro a fuoco lento e si porta ad ebollizione, schiumandolo fino a che diviene completamente chiaro e limpido. Si toglie dal fuoco prima che il suo colore tenda a scurirsi. Si lascia raffreddare, si filtra e quello che rimane lo si conserva in una bottiglia di vetro: è ottimo anche per condire l'insalata in alternativa all'olio. Cena: come antipasto una bella insalata di verdure cotte bollite poi polenta e ricotta oppure crescenza. Prima di coricarsi: potete prendere una tisana di zenzero dolcificata con miele.

Ricetta N° 2 Colazione (Latte caldo allo zafferano con pistacchi): prendete dello zafferano e pestatelo in un mortaio. Fate bollire a fuoco lento il latte, lo zafferano e dei pistacchi macinati. Mescolate il tutto e portate ad ebollizione. Sciogliete poi lo zucchero o il miele. Servite spolverizzando con pistacci macinati. Pranzo (Cavolo, patate e yogurt all'anice): l'unione tra yogurt, succo di limone e zucchero integrale, apporta alla verdura un delizioso gusto agrodolce. Queste verdure, possono essere accompagnate da un piatto di riso tenero, pane croccante o minestra di verdure. Fate scaldare l'olio in una pentola e fate saltare il cumino e i semi di anice fino a quando diventeranno dorati. Aggiungete il cavolo e soffriggete per circa due minuti. Coprite la pentola e fate cuocere fino a completa cottura. Aggiungete poi la curcuma, la paprika, e cubetti di patate. Mescolate bene fino a quando le patate saranno diventate tenere e, se h necessario, aggiungete un pr di acqua. Togliete la pentola dal fuoco e condite con lo yogurt, il succo di limone, il sale e lo zucchero integrale.

mescolate e servite bollente. Cena (Minestra di pomodori): questa deliziosa e leggera minestra, viene preparata con pomodori freschi maturi. Sciogliete un cucchiaio di burro in una casseruola, a fuoco basso. Aggiungete i pomodori freschi, un pr di zucchero, del sale, pepe e basilico. Fate soffriggere gli ingredienti per due o tre minuti. versate del brodo vegetale e portate il tutto ad ebollizione. Abbassate poi la fiamma e fate cuocere per quindici minuti. Prendete un'altra casseruola e fatevi sciogliere del burro a fuoco lento. Con un cucchiaio di legno, aggiungete mescolando della farina bianca fino ad ottenere una crema. Unite la minestra di pomodoro portando il tutto ad ebollizione. Aggiungete il prezzemolo e servite caldo. Ricetta N° 3 Colazione (Crema al profumo di agrumi e kiwi): utilizzando un idoneo recipiente, montate due tuorli d'uovo con 2 cucchiai di zucchero. Aggiungete un cucchiaino di fecola di patate e amalgamate bene. Scaldate 2 tazze di latte con un po' di buccia d'arancia grattuggiata e filtratelo. Versate nelle uova il succo di un mandarino e il latte filtrato e mescolate il tutto.

Versate in una pirofila, copritela con un foglio di alluminio e mettete nel forno per alcuni minuti. Lasciate raffreddare e intanto montate gli albumi a neve. Uniteli alla crema amalgamandoli con sapiente movimento (dal basso verso l'alto) per non smontarli. Ponete il tutto in frigorifero fino al momento di servire in tavola. Prima di presentarla guarnite con fettine di Kiwi. La crema pur essere accompagnata da una bevanda calda ottenuta con bustine di carcadh. Pranzo (Tortino di patate e formaggio): cuocete le patate in acqua salata, sbucciatele, lasciatele raffredare e tagliatele a fette.Versate sul fondo di una pirofila un po' di latte, formate uno strato con le fette di patate che coprirete con fettine sottili di formaggio di vario tipo e fiocchetti di burro. Pepate e ripetete l'operazione sino a formare tre o quattro strati. Sull'ultimo strato verserete un po' di latte spolverizzando con formaggio grana a piacere. Mettete il tutto nel forno per circa venti minuti. Cena (Minestra friulana): preparate un buon brodo vegetale. Lavate degli spinaci e lessateli. Fate soffriggere uno spicchio d'aglio con il burro e l'olio d'oliva e una volta raggiunta la doratura levate l'aglio e unite il brodo vegetale e gli spinaci, facendo bollire a fuoco lento.

Unite farina bianca e farina gialla in proporzione di uno a due amalgamandole con un mestolo di brodo e versate nella pentola mescolando con molta cura perchi non si formino grumi. Sempre mescolando fate bollire a fuoco lento per almeno venti minuti. Aggiungete sale e pepe. Prima di coricarsi: Si consiglia di bere un infuso con la radice di zenzero. Lasciatelo a riposo per dieci minuti. Bevetelo caldo. Ricetta N° 4 Colazione (dall'India le banane "Celestiali"): procuratevi del formaggio molle (panir o ricotta), lavoratelo mescolandolo a zucchero, aggiungete mezzo cucchiaino di cannella e amalgamate il tutto con cura. Fate riscaldare, in una padella da frittura, del burro e rosolate delle banane tagliate a metà fino a quando non risultino dorate da entrambe le parti. In una pirofila imburrata sistemate metà delle banane ricoprendole con una parte della crema di formaggio, distribuitevi sopra le altre banane e di nuovo ricoprite con cir che vi h rimasto della crema. Versate della panna in quantità a piacere. Fate cuocere nel forno per circa 15 minuti, fino a quando la crema che ricopre le banane non abbia preso un bel colore dorato.

Togliete dal forno spolverate con altra cannella e servite caldo. Pranzo (Insalata allo yoghurt o raita): in India, l'insalata di verdure crude viene comunemente chiamata Raita. Questo antipasto h molto semplice da preparare. Lavorate lo yogurt fino a farlo diventare una crema. Aggiungete pomodori tagliati a cubetti, piselli crudi, peperone rosso sempre tagliato a cubetti, cetriolo, sedano, semi di finocchio, un po' di sale, del pepe nero schiacciato e infine del prezzemolo fresco tritato. Mescolate il tutto molto bene, mettetelo a riposo nel frigorifero e toglietelo qualche minuto prima di sedevi a tavola. Cena (Insalata di avocado e fagioli): prendete un avocado maturo, sbucciatelo e tagliatelo a cubetti. Unite i fagiolini cotti, fagioli bianchi, ceci e del formaggio "cheddar" tagliato a cubetti. Aggiungete il pepe verde e peperoncini rossi. Mescolate l'olio, il succo di limone, del miele (tre cucchiai), tritate il prezzemolo e aggiungete pepe nero e sale. Versate con attenzione la salsa nel composto di fagioli e avocado. Sistemate il tutto su foglie di lattuga e guarnite con il prezzemolo rimasto.

Prima di coricarsi (Camomilla alla frutta): è una bevanda digestiva e rinfrescante. Lasciate in infusione nell'acqua bollente due sacchetti di camomilla e chiodi di garofano per dieci minuti. Eliminate i sacchetti, aggiungete succo di limone e di arancia e fate bollire. Togliete dal fuoco, aggiungete del miele e quindi togliete i chiodi di garofano. Guarnite con fette d'arancia e bevetelo caldo. Ricetta N° 5 (Un menù tutto indiano) Colazione (Palline di latte allo sciroppo di rose o quot;Gulab Jamun"): unite l'acqua e lo zucchero in una casseruola e mescolate fino a quando lo zucchero non h sciolto. Togliete lo sciroppo dal fuoco, aggiungete l'acqua di rose e mettete da parte. Versate il "ghi" (burro chiarificato) in una padella profonda e ponetela sul fuoco a fiamma molto bassa. Poi preparate l'impasto: mescolate la farina e del latte in polvere in una terrina. Amalgamate con latte fresco caldo. Lavorate velocemente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formate delle palline e sistematele su un vassoio. Quando il "ghi" avrà raggiunto la temperatura alta, fate scivolare le palline muovendole in continuazione.

Dopo qualche istante cominceranno a gonfiarsi e prenderanno un colore dorato, allora posatele a macerare nello sciroppo di zucchero aromatizzatro con acqua di rose. Mangiatele a temperatura ambiente. Pranzo (Dal sud dell'India il riso al limone): lavate e asciugate il riso. Portate l'acqua ad ebollizione con il sale. Riscaldate il "ghi" o l'olio in una casseruola a fuoco lento . Prendete gli anacardi , spezzettateli e rosolateli nel "ghi" o nell'olio. Quando avranno preso una colorazione dorata metteteli da parte. Soffrigete poi i semi di mostarda e l'"urad dal" ( fagioli essicati e divisi a metà) nel "ghi" o nell'olio rimasto finchh scoppietteranno. Aggiungete il riso e fatelo soffriggere per due minuti. Versate poi il riso nell'acqua bollente e fatelo cuocere per 15/20 minuti finchh non avrà assorbito tutta l'acqua. Togliete il tutto dal fuoco e lasciate riposare per almeno 5 minuti. Infine aggiungete gli anacardi, succo di limone, prezzemolo ben tritato e noce di cocco fresca grattugiata. Mescolate bene il tutto e buon appetito... Cena (Verdure miste all'Indiana o Aviyal): ricetta della costa Malabar del Kerala Scaldate l'olio o il "ghi" in un tegame largo.

Soffriggete alcune foglie di curry finchh diventano un po' scure. Aggiungete delle patate dolci, dei fagiolini , un po' di zucca tagliata a cubetti, delle carote, zucchine e piselli. Soffriggete il tutto per circa tre minuti, quindi aggiungete dell'acqua e portate ad ebollizione. Lasciate bollire lentamente per quindici minuti finchh le verdure non diventano tenere. Aggiungete infine del peperoncino verde piccante ben tritato, dello yogurt e del sale. Mangiatelo caldo. Prima di dormire: preparatevi una tisana di zenzero, dolcificatela a piacere con miele e bevetela calda. Ricetta N° 6 Colazione (Crema alla menta e uva passa): in un apposito recipiente sbattete due uova con lo zucchero, trattandole a lungo finchi non risultino ben amalgamate e montate. Unite un cucchiaio di amido di mais (o di fecola) e procedete a diluire con il latte caldo sempre mescolando bene. Aggiungete l'uvetta passa sminuzzata, che avete fatto rinvenire lasciandola in bagno nell'acqua la sera prima, piy un cucchiaio di sciroppo alla menta e cuocete nel forno. Lasciate raffreddare e se vi piace servitela con cioccolata calda.

Come bevanda potete utilizzare il succo d'arancia. Pranzo: per antipasto, un abbondante pizimonio con foglie di insalata romana cruda, poi cannoli di melanzane vegetariani preparati come segue: lavate le melanzane e tagliatele a fette non eccessivamente grosse. Bucherellatele con una forchetta. Adagiate le fette di melanzana in un apposito contenitore e cuocetele nel forno per qualche minuto a forte temperatura. Preparate intanto della fontina a dadini, lavate e sminuzzate il basilico. Togliete le melanzane dal forno e su ogni fetta disponete qualche dadino di formaggio, basilico, sale e un po' di pepe nero. Arrotolate le fette su se stesse e disponetele in un apposito recipiente che avete unto con un po' di olio d'oliva. Cuocete per pochi minuti per consentire al formaggio di sciogliersi e servite condendo con un filo d'olio d'oliva crudo. Accompagnate il cibo con pane integrale bevendo acqua e limone. Cena (Risotto dolce alle carote): preparate un'abbondante quantità di brodo ottenuto con vegetali freschi e sale. Lavate e tagliate le carote a rondelle non troppo grosse. Fate soffriggere la cipolla sminuzzata in olio di oliva caldo e quando imbrunisce aggiungete le rondelle di carote; lasciatele cuocere a fuoco lento fino a mezza cottura.

Aggiungete il riso e fate brillare anch'esso per qualche minuto continuando a mantenerlo in movimento. Aggiungete il brodo in piccole quantità a mano a mano che il riso lo assorbe. Completate la cottura e prima di servire aggiungete una noce di burro, una spolverata di noce moscata e del parmigiano. Prima di coricarsi: si consiglia di bere una tisana calda a piacere. Ricetta N° 7 Colazione (Succo di mela caldo): per preparare questa bevanda usate mele fresche e centrifugate. Fate bollire il succo di mela con un bastoncino di cannella e chiodi di garofano. Coprite la casseruola e cuocete per circa 20 minuti. Filtrate il succo e servitelo bollente con fette di limone e miele. Pranzo (Riso con piselli e mandorle): portate l'acqua ad ebollizione con sale e curcuma a fuoco moderato. Soffriggete nel ghi bollente un bastoncino di cannella, chiodi di garofano e mandorle finché non prenderanno un bel colore dorato. Aggiungete il riso e rosolatelo per due minuti poi versatelo nell'acqua salata e curcuma. Aggiungete i piselli e lasciate cuocere per circa venti minuti, fino, cioè, a completo assorbimento dell'acqua.

Servite caldo. Cena (Crema di zucca): fate sciogliere il burro in una casseruola, unite noce moscata, pepe nero, cubetti di zucca, e fate soffriggere per circa 10 minuti. Aggiungete dell'acqua e portate a cottura fino a quando la zucca non sarà tenera. Frullate tutto aggiungendo latte, per ottenere una crema. Prendete una casseruola, fate sciogliere del burro, unite un cucchiaio di farina e mescolate. Versate nella casseruola la crema di zucca e se necessario aggiungete ancora latte per mantenere la crema omogenea. Cuocete per qualche minuto, aggiugete sale e servita caldo. Se vi piace potete spolverare con prezzemolo tritato. Ricetta N° 8 Colazione (Latte caldo allo zafferano con pistacchi): fate bollire a fuoco lento il latte, aggiungete dello zafferano e un cucchiaio di pistacchi macinati finemente. Mescolando continuamente, portate il latte ad ebollizione poi toglietelo dal fuoco. Scioglietevi dello zucchero e miele. Servite subito, spolverizzando con i pistacchi rimasti. Pranzo (Rigatoni al forno con verdure e insalata Newyorkese di patate): fate riscaldare dell'olio d'oliva in una casseruola a fuoco basso.

Soffriggetevi l'assafetida in polvere e 1/4 di tazza di dadini di peperone rosso. Aggiungete del passato di pomodoro, una tazza di cimette di broccolo, del cavolfiore e un po' di piselli. Insaporite con sale, pepe, basilico e noce moscata. Fate cuocere lentamente fino a quando i vegetali saranno teneri (15-20 minuti). Aggiungete panna acida, parmiggiano, ricotta e del pane grattuggiato, poi togliete dal fuoco e coprite. Fate cuocere i rigatoni in acqua salata e scolateli. Condite la pasta con la salsa di verdure e versatela in una grande pirofila distribuendola bene. Cospargete la superficie con la mozzarella e fate cuocere nel forno pre-riscaldato a 200° per 10 minuti. Servite bollente, guarnendo con prezzemolo tritato. Fate cuocere le patate sbucciate in metà acqua e metà latte. Marinate le patate, ancora calde, nel succo d'uva bianco secco. Preparate la salsa di mostarda con quattro cucchiai di succo di limone e due cucchiaini di mostarda messa a bagno per 10 minuti in un cucchiaio di acqua calda, aggiungendo anche un pizzico di sale, dell'olio extravergine d'oliva, un po' di pepe nero e prezzemolo tritato finemente.

Poi preparate una speciale salsa maionese con i seguenti ingredienti: una tazza di latte condensato, un po' di sale, un cucchiaino di assafetida gialla in polvere, dell'olio di cartamo, due cucchiai di succo di limone e due cucchiai di panna acida. Unite le salse e sbattetele insieme. Versate il tutto sulle patate marinate e mescolate amalgamando bene. Cospargete di paprica e servite. Cena (Minestra Gujarati allo yogurt): prendete la farina di ceci setacciata, 1/4 di tazza di acqua e mettetele in una piccola terrina. Mescolate facendo uso di una frusta per ottenere una pastella omogenea. Continuando a sbattere, aggiungete dell'altra acqua, yogurt, curcuma, zucchero e sale. Versate il composto in una casseruola e fatelo cuocere per circa 10 minuti. Riscaldate del ghi o dell'olio a fuoco moderato e soffriggete i semi di mostarda fino a quando inizieranno a scoppiettare. Aggiungete peperoncino, zenzero e foglie di curry. Quando le foglie avranno preso colore unite i semi di fieno greco e, per ultima, l'assafetida. Mescolate il tutto, poi versate nel composto di farina di ceci bollente.

Rimescolate bene e togliete dal fuoco. Servite caldo guarnendo con foglie di coriandolo fresche. Ricetta N° 9 Colazione (Frullato di banane): il frullato di banane può essere un'ottima colazione. Dona energia e fornisce all'organismo zuccheri naturali. Frullate le banane con latte e miele almeno per un paio di minuti. Versate in un bicchiere e guarnite con noce moscata. Pranzo (Hamburger vegetariani): gli hamburger vegetariani risultano da una combinazione di riso, lenticchie, verdure, spezie e erbe aromatiche. Mettete in una terrina i seguenti ingredienti: carote tagliuzzate, pangrattato, due cucchiai di salsa di soia, un cucchiaino di olio di sesamo ed ancora, origano, basilico, sale, prezzemolo tritato ed infine un cucchiaino di paprika dolce. Lavorate bene fino ad amalgamare il tutto e aggiungete riso cotto. Formate delle palline lisce poi, bagnandovi le mani, trasformatele in dischetti. Sistemateli in un'apposito contenitore e mettete in forno precedentemente scaldato a 200° gradi. Cuocete fino a quando non li vedete scurire. Toglieteli dal forno e soffriggeteli nel burro, o se preferite nell'olio.



Serviteli con le insalate e le salse che preferite. Cena (Crema di spinaci con formaggio): questo è uno dei più popolari piatti vegetariani dell'India e va servito con riso giallo. Frullate zenzero e peperoncino, in quantità a piacere, con alcuni cucchiai di acqua. Aggiungete coriandolo, paprika, cumino, curcuma e continuate a frullare fino ad ottenere una pastella liscia che provvederete a mettere in una terrina. In una grande casseruola, invece, fate riscaldare, a fuoco moderato del ghi. Aggiungete la pasta di spezie che avete preparato e gli spinaci. Cuocete, mescolando con cura, fino a quando gli spinaci non saranno divenuti teneri. Aggiungete della panna, sale e del garam. Fate cuocere ancora per un po', poi servite bollente. di Amadio Bianchi







Amadio Bianchi  ->

|Vota questo articolo| | Le News di Solaris
Articolo pubblicato il: 06/04/2010

I commenti e i voti dei lettori
Nessun commento
Articolo letto 4514 volte -
Creative Commons License Solaris by Istituto Solaris is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 3.0 Unported License. E' consentita la ripubblicazione integrale, senza modifiche, inclusi il link visibile e attivo alla presente pagina, compreso il nome dell'autore.



Articoli correlati

Disintossicazione organica


Il digiuno terapeutico


Alimentazione e cucina


Il valore dell'acqua


Il cibo dell'anima


Disintossicarsi e prepararsi alla nuova stagione




Seguici anche su:

Autore: Amadio Bianchi

Gli altri articoli dello stesso autore:

@ - La Meditazione

@ - I trattamenti della Medicina Auyrvedica

@ - Yoga: Impariamo a Respirare

@ - Il cibo dell'anima

@ - Esercizi per il Cuore

@ - Conoscere L'induismo

@ - Vivere Sognando

@ - Come correggere le cattive abitudini

@ - Trattare la cervicale

@ - Le posizioni sulla Testa

@ - Samadhi: lo stato dell'estasi

@ - Il legame con la vibrazione

@ - Difendiamoci dall'inquinamento

@ - Dosa e subdosa

@ - Nell'atto respiratorio il segreto della vita

@ - La terapia del contentamento

@ - Il massaggio Kalari con i piedi

@ - La dieta Ayurvedica

@ - La nevrosi da patente a punti

@ - Una pratica per difendersi dalla negatività degli “altri”

@ - I Sapta Bindu e le sette aree del cervello

@ - Varna Pranayama

@ - Una sessualità più consapevole

@ - Saper leggere nel corpo umano

@ - Come ottenere armonia, energia, calma ed autocontrollo

@ - La terapia del contentamento

@ - Pranayama, l'arte della respirazione

@ - La danza indiana: il dialogo con gli Dei

@ - Surya-Namaskara

@ - Un esercizio per gli occhi

@ - L'autostiramento della colonna vertebrale

@ - Vita difficile, gente cattiva....

@ - Incontro con un medico indiano

@ - L’utilità del “non coinvolgimento”

@ - Tecniche di meditazione

@ - Il massaggio ayurvedico per la colonna vertebrale

@ - Lo Yoga per la gravidanza

@ - Il Massaggio indiano alla testa

@ - L'antico stretching dei monasteri indiani

@ - Cos'è lo Yoga

@ - Guarire lavorando

@ - Unità nella diversità: la Religione che contiene tutte le altre

@ - Le 152 manovre del massaggio ayurvedico

Seguici anche su Twitter:


Tutti gli altri articoli di

Alimentazione


cibo, yoga  Cibo & Ambiente

cibo, yoga  Counseling

cibo, yoga  Cultura

cibo, yoga  Libri

cibo, yoga  LifeStyle

cibo, yoga  Love & Sex

cibo, yoga  News

cibo, yoga  Psyche

cibo, yoga  Salute

cibo, yoga  Spiritualità




cibo, yoga | |

| |


cibo, yoga


Salute Medicina alternativa Medicina Naturale Psicologia Attacchi di panico Fobie Terapia di coppia Medicina Olistica Benessere e Qualità della vita

Salute Medicina alternativa Medicina Naturale Psicologia Attacchi di panico Fobie Terapia di coppia Medicina Olistica Benessere e Qualità della vita



cibo, yoga
Voti Articolo Media
75

Autoguarigione

9,3
67

Ansia e attacchi di panico: come fronteggiarl

9
53

Eav e Odontoiatria

9,1
48

AIDS: una nuova interpretazione

7,1
42

Il sesto senso delle persone ed animali!

9,5
39

Il Perdono

9,5
37

Spiritualità e Immagine

9,5
35

Ortocheratologia: addio a lenti, occhiali e c

9
35

Omeopatia d'urgenza: rimedi da avere sempre i

9,1
33

VEGATEST Expert: il più versatile e completo

8,6







Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini











molto esaustivo e utile! ....
Commento inviato da: marco spagnuolo

si è stato molto utile ....
Commento inviato da: brivio mario

Articolo fantastico, 10/10. ....
Commento inviato da: Fabio Piacenza

Caro autore Lorenzo, proprio un ottimo articolo. Complimenti. Lo propongo nel n ....
Commento inviato da: Leonardo Gentile
Clicca sul commento per leggere l'articolo





| | | | |

        
Home   |    Redazione   |    Corsi e Seminari   |    CinemaTerapia   |    Area Operatori   |    Pubblicit\E0   |   
Appuntamenti    |    Operatori del Benessere    |    Link    |    Contattaci    |    Forum    |  

CopyRight\A9 - Solaris Il Network del benessere Creative Commons License
solaris is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.solaris.it | Disclaimer - Note legali | Informativa sulla Privacy