Meglio essere semplicemente religioso….

Nel periodo in cui i bambini freguentano il catechismo per preparsi alla comunione, persi un mio cugino…. Aveva 14 anni e si spense per la leucemia.

Ponevo molte domande al buon parroco e alcune erano molto toste….

1) Se Dio è buono e giusto come lei dice, perche ha fatto morire mio cugino?
2) Dio ha creato tutto….quindi ha creato anche il male e satanasso?
3) Io sono nato in Italia e automaticamente sono cattolico, ma se fossi nato in un altra nazione, sarei di un altra religione?

Le risposte che il prete mi forniva non mi convincevano e così quando tornavo a casa le riproponevo a mio padre, il quale, nonostante i 30 anni più di me e i molti libri studiati, mi diceva di avere i miei stessi dubbi ed anche qualcuno in più.

Mi confessò di aver messo in croce a sua volta il prete con ulteriori domandine…per esempio…lei dice che Dio è in ogni luogo, quindi anche con le prostitute, anche dentro la tazza del bagno, ecc, ecc. Il prete catechista che aveva lui non era buono come il mio e per risposta gli diceva.

.. Stai bestemmiando… e allungava qualche schiaffone per sottolineare la profondità della sua risposta…..

Ho dedicato molti anni alla ricerca della vera religione. Cercavo i punti di contatto, qualcosa che non mi facesse cambiare idea. Parafrasando Battiato, il mio centro di gravità permanente, ecco cosa ho scoperto.

Studiando storia delle religioni, vedremo che i padri di tutte le religioni (Budda, Gesù, Maometto e tutti gli altri), intorno ai 30 anni sono spariti dalla circolazione. Chi è andato in un bosco, chi nel deserto chi sulle montagne. Successivamente sono tornati con un messaggio per l’umanità.

È interessante rilevare l’età e l’isolamento, come fattori preponderanti.
L’antropologia ci viene in aiuto spiegandoci che è fisiologico per il giovane uomo, ad un certo punto della sua esistenza, interrogarsi sui misteri della vita e questo avviene a quanto pare intorno ai 30 anni, l’essere umano si ripiega su se stesso e cerca risposte alle fatidiche domande… chi sono, da dove vengo, dove sto andando, qualè lo scopo, ecc, ecc

L’isolamento nella natura è sicuramente fonte di ispirazione e chi può negarlo? È indubbio il grande potere della preghiera,a patto di accompagnarlo dalla fede e questo in qualsivoglia religione. È la tua fede che ti ha guarito diceva Gesù agli ammalati. Aprofondirò in altra sede questo interessante tema.

Quando scoprii il Karma e la legge di causa/effetto, la mia logica fù soddisfatta e compresi la ragione della morte di mio cugino e la sofferenza dell’umanità. In virtù di tale legge, noi siamo il risultato di azioni passate, fatte in questa ed altre vite e quanto ci succede ce lo meritiamo sempre e nel bene e nel male.

Chiesi ad un Antropologo se secondo lui era auspicabile un’unica religione, in un futuro lontano. Ed egli mi rispose che è più probabile aspettarsi un’unica morale, pittosto che un unica religione.

Una gustosa storiella che viene dalla antica India ci narra di un saggio Re e di 7 suoi litigiosi sacerdoti…..di confessioni diverse,o gnuno sosteneva che la sua era la vera religione…..

Il Re fece portare un Elefante e 7 uomini ciechi, e senza informare i medesimi, che furono distribuiti torno, torno all’ Elefante. Ad ognuno fu chiesto, di toccare la cosa che avevano davanti e di descriverla, uno toccò una zampa e disse, credo si tratti du un albero, un altro prese la coda e la descrisse come una corda, e così via… Ognuno dava una descrizione diversa e tutti avevano ragione e torto nello stesso tempo……. e i 7 sacerdoti fecero la pace.

Cito spesso Gandhi e tanto per non smentirmi…..alla domanda di quale religione lui fosse. Così rispondeva:
“di nascita sono Indu’, ma sono anche buddista, cristiano, ebreo, musulmano, voglio essere di tutte le religioni del mondo, perche se ne escludo una, escludo anche parte dell’ umanità e poi penso che le eterne verità siano contenute in tutte le principali religioni. Non chiedo mai a qualcuno di cambiare religione, ma semplicemente gli chiedo di essere un buon religioso della sua religione”.

Per concludere in bellezza vi propongo un fantascientifico quesito: Immaginiamo L’arrivo di un astronave aliena, orbita intorno alla terra, si stabilisce un contatto…Gli alieni chiedono di inviare una delegazione, composta da un unico terrestre, chi potrebbe essere così rappresentativo per l’intera umanità?
Che c’entra con la religione ? c’entra, c’entra………….

LASCIA UN COMMENTO