Sè personale

    Nell’Antropolgia Esistenziale il Sè Personale (o Io Trascendentale) fa parte della Persona, nello specifico, della parte spirituale della Persona, insieme al Sè Corale e al Sè Cosmico. Secondo Antonio Mercurio, l’Uomo ha una capacità di trascendersi rispetto al proprio determinismo psichico (definito da Sigmund Freud) che è rappresentato dal Sè Personale.

    Le attribuzioni del Sè Personale sono la potenza di amare, la fonte della verità personale e cosmica, la volontà unificatrice della Persona e del Cosmo, l’identità della Persona come progetto, come meta e come scopo, il principio della gioia e della morte-rinascita, la beatitudine propria delle sorgenti dell’essere, l’appartenenza al Sè Cosmico, la comunicazione transpersonale con tutti gli altri Sè Personali e con il Sè Cosmico.

    L’energia per amare è contenuta nel Sè Personale. La capacità di amare è frutto del lavoro dell’Io Persona sul potenziale contenuto all’interno del Sè Personale.

    Al Sè Personale appartiene il progetto della Persona in quanto scopo da realizzare. Questo progetto include:

    • realizzarsi come Persona, in un cammino di autonomia e libertà dalle figure parentali e nei confronti della società
    • realizzare l’identità della Persona, in quanto capacità di comunicare con gli altri, di amare gli altri e di essere amati.

    Fonte: A. Mercurio, Antropologia Esistenziale e Metapsicologia Personalistica, Ed. SUR, Roma, 1991

    CONDIVIDI
    Articolo precedenteAntropologia Esistenziale
    Articolo successivoSigmund Freud
    mm
    Direttore dell'Istituto Solaris - Sophia University of Rome. Allievo del Prof. Antonio Mercurio. Psicologo, Psicoterapeuta, Antropologo cosmoartista, Counselor Trainer della FAIP Counseling. Ha scritto otto libri, centinaia di articoli per molte riviste, tenuto numerose conferenze e partecipato a molti congressi nazionali e internazionali.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here