Le linee d’analisi disponibili sono quelle Medical, Sozius e Prognosi. Anche se questo metodo, recentemente brevettato, non appartiene dalla medicina convenzionale, ma rappresenta una visione nuova e comunque ben diversa anche dalle medicine alternative, per ragioni pratiche usa terminologie di medicina per facilitare la comunicazione. La linea Medical offre analisi su 3 livelli: Simplex; Multiplex; Complex e Campi / organi singoli. La linea Sozius è disponibile per Management-analisi (idoneità); Professione (ricerca dei talenti e professioni); Partner (classificazione delle interattività interpersonale – soci, genitori- figli, compagni); Gruppo (di lavoro, team ecc.). Prognosi : Anico (dinamiche della dipendenza dalla nicotina); Regula (ricerca delle dipendenze in generale e problema dell’obesità). Soluzioni per l’aumento della qualità della vita e proposte per cambiare: 1) Dieta: la Clusteranalisi® fornisce i dati delle allergie e delle incompatibilità alimentari attuali e le proposte per l’esclusione dalla dieta (al contrario delle solite diete), e indica le piante medicinali per le tisane.

2) Comportamento: alcuni comportamenti e abitudini, sfavorevoli al mantenimento dello stato di salute equilibrato, possono essere modificati con esecuzione di rilassamenti, movimenti ed esercizi personalizzati. Così sarà possibile, abbandonare tutto quello che fa male per quello che fa bene. 3) Modo di vedere e di pensare: La storia della propria vita viene rivista in un altro modo, come in un film. Questo non significa ripetere e rivivere i traumi del passato, ma è possibile che alcune cose ed eventi possono essere visti in un altro modo per liberarsene. I pazienti diventeranno più coraggiosi e più forti per affrontare la vita e avranno la possibilità di prendere la responsabilità della loro esistenza, e abbandonare il modo di essere manipolati ed amministrati dagli altri. 4) Rimedi: il metodo di Clustermedizin® è un sistema completo d’analisi e terapia: offre infatti le possibilità di proposte terapeutiche, che sono già incluse nel programma d’analisi. Le linee principali sono: 1) Rekursal, 2) Medical, 3) Nutral. 4.1 La funzione dei Rekursal è la disintossicazione, per correggere i disturbi, che dal passato sono attualmente attivi.

La linea contiene i gruppi dei Basale (per il metabolismo cellulare), Causale (per la neutralizzazione delle tossine), Equale (eliminazione e drenaggio delle tossine), Preventale (per la prevenzione) 4.2 Medical sono preparati per la correzione di squilibri e disturbi presenti attualmente: Dote (medicine preparate dalle sostanze individuali), Dale (informazioni collettive virtuali dei modelli dei processi persi, difetti o inattivi), Deste (modelli collettivi per la sostituzione delle funzioni fisiologiche e psichiche perse o inattive) 4.3 Nutral: per i casi in cui non è possibile cambiare le circostanze sfavorevoli e quindi per l’adattamento necessario dell’organismo; Alimental per l’adattamento alimentare, Phytal per quello delle piante e Symbial (utilità). (Ultimi due in fase di sperimentazione) 5) Azione dei rimedi CM I rimedi sono preparazioni di facile somministrazione in forma di gocce, simili a quelle omeopatiche. Al posto di contagocce si applica uno spray, che permette una semplice applicazione sublinguale secondo la raccomandazione: di solito 1 spray ogni ora (escluso naturalmente il riposo notturno).

Le informazioni sulle molecole dell’acqua, contenute nel rimedio, raggiungono attraverso l’acqua della mucosa della bocca in breve tempo le zone e cellule di tutto il corpo. La trasmissione delle informazioni effettua una simulazione di un processo patologico, p.e. di un’infiammazione, e “ricorda” così il sistema d’autorego-lazione di correggere questo stato con sistema di retroazione, cioè una riprogrammazione del sistema autoimmunitario per un’efficace produzione degli anti-corpi p.e. in caso delle infiammazioni. La “malattia” così provocata somiglia un po’ alla vaccinazione, non è mai una malattia vera, è sempre sopportabile, e la febbre per es. non supera di regola i 37,5°C. La ripresa dell’organismo è immediata. Per accelerare il processo d’auto-guarigione si raccomanda, durante le apparizioni delle simulazioni di portare la frequenza delle somministrazioni ad una ogni 10 minuti. Il metodo dell’elaborazione dei rimedi CM® è basato sui principi spagirici (separazione, purificazione e riunione, codificata in medicina da Paracelso): in realtà, le gocce non contengono più le sostanze attive, come anche in omeopatia, ma “l’acqua informatizzata”, cioè contenente informazioni ottenute, tra altro, attraverso ripetute distillazioni.

La spagiria, e in seguito l’omeopatia, sono dunque gli unici sistemi, che hanno in comune il concetto d’assenza della sostanza chimica nel medicinale, naturale o sintetica che sia, ma che ne offre all’organismo le informazioni. L’assenza del “farmacon” (dal greco: rimedio sostanziale) nel rimedio e di conseguenza l’impossibilità di studiare le interazioni tra sostanze definite, come nella medicina ufficiale, richiede l’introduzione di nuove teorie di fisica e soprattutto nuovi modi di pensare, piuttosto che l’assurdo e semplicistico, e non certo scientifico attribuire azioni ed effetti sconosciuti al solito “effetto placebo”. Teorie e modelli Come già accennato, la fisica ha fornito i modelli per spiegare e per capire i processi fisici oltre la semplice visione materialistica meccanicistica. Già i greci antichi ipotizzavano l’esistenza di particelle della materia, gli atomi (“atomos”, in greco: indivisibile). Benché nessuno abbia mai visto un atomo, la sua teoria è stata accettata, così come la teoria quantistica, che tratta solo dei fenomeni di presenza e interazione dei quanti (“campi e fasce”) e non più di oggetti o presenza della materia, quindi sostanzialmente fuori dell’imma-ginazione comune.

È stata aperta una finestra tra la chimica e fisica, un campo sconosciuto che ci fa capire quanto tanto la scienza è lontana dalla comprensione totale della realtà dei fenomeni. Così anche l’attuale teoria orbitomolecolare non si presenta come una legge, ma descrive solo le probabilità delle “presenze” delle variazioni delle orbite molecolari e le interazioni tra loro. Le sostanze chimiche e le loro circostanze introattive sono determinate da leggi farmacodinamiche, farmacochinetiche; la loro conformità ricettiva, attraverso passaggi delle membrane cellulari è programmata dalla genetica. Invece, i rimedi della CM agiscono con la trasmissione delle informazioni e non delle sostanze. L’acqua è una sostanza ancora poco conosciuta; nello suo stato liquido ci sono in effetti le forze elementari atomiche a corto raggio (Van der Waals). Il modello spaziale dell’acqua attuale è quello di tetraedro irregolare, che in circostanze determinate (durante le distillazioni) ipotizza l’ibridizzazione dell’ossigeno e la trasformazione della molecola d’acqua in forma di dipolo istantaneo, che, agendo con la molecola vicina, crea così un dipolo indotto.

Le interazioni tra due dipoli (definiti come le forze di London) formano un reticolo irregolare tetraedrico. I dipoli sono in grado di immagazzinare e trasmettere, come nel linguaggio binario 1 e 0 dell’informatica, in qualsiasi combinazione. L’uso dell’acqua pluridistillata permette di “aprire” le informazioni delle strutture “primarie” non solo delle sostanze biologiche (p.e. piante medicinali), ma anche di metalli, sali minerali ecc., e trasmettere queste informazioni all’altra acqua per ottenere le basi dei rimedi della CM. Queste informazioni (strutture nel tempo e nello spazio presenti sulle orbite delle molecole, in questo caso delle molecole dell’acqua) verranno introdotte direttamente in ogni singola cellula dell’organismo, dove saranno “letti” e paragonati con lo stato attuale della progressione evolutiva della cellula. In caso di differenza, manifestato come un disturbo o una malattia, le informazioni introdotte saranno applicate con il “programma” d’auto-regolazione e di retroazione. I modelli dello stato del paziente (=stato di disturbo) al confronto con i modelli introdotti con i rimedi CM (=stato analogico d’equilibrio) causa una reazione individuale, definita come modello d’interferenza.

In seguito, l’organismo registra l’interferenza come una simulazione che “disturba” il processo di squilibrio e in seguito applica le informazioni contenute nei rimedi della della CM per iniziare i processi armonizzanti ed equilibranti la retroazione e l’autoregolazione, dunque la base dell’auto-guarigione. Conclusione Gli obiettivi che il Clustermedizin®-terapista, con il suo lavoro con il paziente, si prefigge sono: alta funzionalità vitale: regolazione e ottimizzazione della fisiologia; diminuzione della sofferenza: chiarire e sdrammatizzare la storia personale; neutralizzazione delle tossine, che limitano la vitalità; riparazione dei processi distrutti o inattivi; crescita progressiva della personalità, col recupero della pubertà psichica e mentale. „La figura del naturopata: il naturopata deve essere considerato un consulente per la salute, in particolare nell’ambito della prevenzione e degli stili di vita, nonché delle discipline naturali e bioenergetiche. Egli, avendo un’ampia conoscenza nel settore specifico e cercando di vivere egli stesso in base alle leggi imposte dall’Ordine della natura, è impegnato nella promozione della salute individuale e sociale attraverso l’utilizzo delle più aggiornate metodiche preventive ed olistiche non invasive.

Lo scopo principale dell’impegno del naturopata non è la cura delle malattie, ma un contributo operativo nella promozione dell’equilibrio bioenergetico degli individui, attraverso 1) l’analisi del terreno costituzionale dell’individuo, delle manifestazioni psicho-fisiche, delle predisposizioni agli squilibri bioenergetici e delle malattie, nonché la valutazione della sintomatologia relativa a squilibri che si sono già instaurati; 2) lo sviluppo della potenzialità individuale di prevenzione attraverso l’informazione e l’educazione riferite all’allimentazione, allo stile di vita, all’esercizio fisico, alla gestione e al rafforzamento delle proprie risorse psico-fisiche ed emozionali; 3) la normalizzazione degli eventuali squilibri psichofisici attraverso trattamenti bioenergetici e non invasivi miranti a stimolare le potenzialità di AUTOGUARIGIONE dell’organismo umano.“

LASCIA UN COMMENTO