Nel mondo occidentale la medicina convenzionale non si esprime spesso in modo tale da adeguarsi alle necessità della gente. Il carico professionale e la pressione economica fanno si che il medico di famiglia possa concedere al paziente poco tempo e spesso gli prescrive medicine dirette a trattare i sintomi presi in considerazione, senza prestare attenzione alle cause che hanno determinato la malattia. Molti problemi di salute sono causati da un progressivo indebolimento del nostro fisico. Gli effetti nocivi dell’inquinamento, dei cibi raffinati e sofisticati, la mancanza di esercizio, lo stress, ed anche l’abuso di sostanze come nicotina, caffeina, alcool ed antibiotici indeboliscono il nostro corpo e lo rendono inefficiente. Soffriamo di tanti piccoli disturbi e malattie croniche, non perché i medici facciano poco per noi, ma perché noi facciamo poco per noi stessi. Tuttavia, negli ultimi anni, un numero sempre maggiore di persone ha iniziato a prendersi cura di sé, mangiando cibi integrali e ben bilanciati e facendo un equilibrato movimento fisico. La medicina olistica che tratta il corpo, la mente e lo spirito nella sua globalità, nata in Oriente, sta ora diventando popolare anche in Occidente. Entro il campo della medicina olistica, esistono alcune affascinanti ed utili terapie “alternative” di cura della salute che offrono nuovi modi di interpretare la diagnosi, il trattamento e, molto importante, le misure preventive per far si che l’essere umano nella sua totalità resti sano.

Vengono chiamate terapie complementari, poiché sono “alternative” alla medicina convenzionale. Cosa hanno in comune terapie come l’Omeopatia, l’Ayurveda, la Cromoterapia, l’Alimentazione Naturale, la Fitoterapia, l’Iridologia, la Naturopatia? E ancora, è preferibile scegliere le tecniche sopraindicate, oppure le terapie psico-fisiche ? E’ dannoso usarle entrambe, oppure è più efficace utilizzarle entrambe in modo sinergico ?

Per il terapista “naturale” l’intero essere umano rappresenta la somma di tutte le nostre parti. In altre parole, sono le nostre emozioni, lo stile di vita e la nostra costituzione fisica le cause che stanno alla radice della cattiva salute, oppure di una specifica malattia.

L’elemento comune tra le varie medicine naturali è quello di :
– Considerare la persona nel suo insieme quando si fa diagnosi e si prescrive una cura
– Prevenire la malattia ampliando la conoscenza di se stessi ed incoraggiando la fiducia nella capacità di mantenersi in buona salute
– Intervenire sulle condizioni di salute appena si avvertono cambiamenti, non solo con dei rimedi, ma con la dieta, modificando il modo di vivere e con più consapevolezza delle reazioni del proprio corpo
– Fare attenzione alle cause della malattia piuttosto che ai suoi sintomi; spesso ciò conduce a sperimentare diverse terapie alternative che agiscono producendo un bilanciamento all’interno del corpo, che gli consente di sconfiggere la malattia.

Le terapie alternative non si contrappongono l’una all’altra, ma operano insieme combinandosi in modo da trovare corrispondenza con le particolari necessità del paziente, potenziando così, se necessario, la medicina tradizionale di base.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO