L’Astrologia è uno dei tanti mezzi che l’essere umano possiede per conoscersi, e dai simboli astrologici si può “capire” qual’è la problematica e lo schema di vita che seguiamo. La lettura del tema natale può aiutarci a vedere chi siamo e come ci stiamo muovendo, quali sono i nostri errori e le nostre abilità, su cui noi strutturiamo la nostra vita.

Non è che si possa vivere meglio, essere felici solo sapendo qual’è il nostro problema: occorre penetrare in esso, comprenderlo in ogni suo aspetto: reale, mentale, emozionale e simbolico. Solo dalla percezione globale del nostro problema possiamo giungere a una soluzione creativa. Uno dei modi che può portarci a questa comprensione è quello di far rivivere il mito che ciascuno di noi incarna. La mitologia è un pò come la sapienza ancestrale che ci conduce all’origine emozionale, mentale e reale dei nostri conflitti e delle nostre capacità. I racconti mitologici ci fanno penetrare nel simbolo e ci forniscono la lettura a partire dalla quale possiamo iniziare a lavorare sui nostri istinti. Il mito che più si accosta al tuo tema natale è quello di Atena Dea della Saggezza e dei Mestieri. Atena nasce dalla testa di Zeus, indossando una corazza d’oro splendente e una lancia affilata in mano, munita di elmo e scudo, emise un lungo grido di guerra. Atena era il braccio destro del Padre, la sola Dea a cui lui concesse il fulmine e lo scudo come simboli del suo potere. Atena non conobbe mai la madre, poichè questa, la ninfa Metis, era stata la prima consorte del padre, ma fu da lui inghiottita a seguito di una profezia fatta dall’oracolo di Delfi che gli aveva predetto che lui sarebbe stato detronizzata dal figlio che avrebbe avuto.

Atena era bellissima, veniva raffigurata vestita da guerriero con elmo e corazza, scudo al braccio e lancia nella mano. Presiedeva a tutte le battaglie, mentre,?nei periodi di ?ace era addetta ai me?tieri domestici. Alcune raffigurazioni della Dea la ritraggono con la lancia in una mano e la ciotola nell’altra. Spesso era anche simboleggiata con una civetta che era l’incarnazione della saggezza. Due erano le cose che lei amava: la strategia e la conc?etezza. Atena protettrice di Eroi? Perseo, Giasone e gli Argonauti, Bellerofonte ed Eracle furono tutti suoi protetti, non aveva alcuna pietà per le persone comuni. Fu la protettrice di Atene nella guerra di Troia che la vide schierata a fianco dei Greci. Atena partecipò a tutte le attività degli uomini come se fosse una di loro se non sentendosi addirittura superiore a loro. La sua modalità fu l’identificazione con gli uomini=essere esattamente come loro. Questa Dea possedeva una mente che illumina un lato con l’intensità di un faro. Non veniva trasformata dal contatto con gli altri, ma spese la sua vita nel cercare la sua vera personalità.

Non subì l’emotività nè propria nè altrui. In pratica, nessuno dall’esterno poteva arrivare alla sua intimità. L’identificazione con questo archetipo porta a condurre una vita per se stessi e l’unica cosa veramente significativa sarà il cercare sè stessi. L’accostamento con questa storia mitologica si rileva dal tema per la posizione del Sole della Luna di Marte e del Medio Cielo tutti nel segno del Capricorno, e inoltre delinea i tratti salienti della tua personalità. Possiedi una notevole profondità e serietà e un atteggiamento di autodifesa in tutte le attività. Sei un’accanita lavoratrice, sei molto interessata alle esigenze di sopravvivenza, ai bisogni di sicurezza e alla fiducia che gli altri hanno nella tua solidità e capacità. Gran parte della tua energia viene utilizzata per conservare queste capacità e di conseguenza hai un forte attaccamento al denaro, alla proprietà, al lavoro, ai figli. Il tuo attaccamento alla sicurezza e a valori piuttosto tradizionali si manifesta spesso in una forte adesione alle responsabilità della famiglia, della casa e della comunità. Il tuo bisogno di sicurezza, i condizionamenti passati, le paure, le abitudini possono divenire un lato problematico in quanto ciò da origine ad una tendenza ad influenzare gli altri per soddisfare il tuo bisogno di sicurezza e a essere troppo attaccata al passato e alquanto timorosa del presente e del futuro.

Sei conservatrice e non accetti molto volentieri i cambiamenti, difendi lo status quo e accetti il regolamento e le norme stabilite. Il tuo motto potrebbe essere “il giusto mezzo”, assumi sempre posizioni moderate, non eccedi mai, sei sempre molto controllata, non ti lasci mai sopraffare dalla passionalità. Non perdi mai la testa, hai bisogno di controllare tutto, poichè questo sta a significare che non accetti qualcosa: il bisogno di controllo nasconde il problema di non riuscire a contenerti e ad amarti e così usi il controllo per coprire frustrazioni ed infelicità. Così come la Dea che nasce con la corazza e l’elmo anche tu hai imparato presto a difenderti e a non lasciarti intaccare, anche intellettualmente sei protetta da quanto è sentimento, immediatezza, emozione. Il fatto di difenderti ti porta ad osservare, giudicare, criticare ed analizzare, ma sempre restando lontana dall’azione, non ti coinvolgi mai e questo da un lato ti dà forza, però non potrai mai comprendere cosa si muove nel profondo dell’animo umano e questo è anche ciò che ti fa più paura. L’attività lavorativa ha svolto un ruolo determinante nella tua vita.

L’ambizione di arrivare è stata sicuramente una molla molto forte che ti ha permesso di raggiungere mete importanti, ma da un altro punto di vista hai acquisito una conoscenza di te stessa nello svolgimento quotidiano del tuo lavoro, diciamo che il lavoro è stato per te un “maestro”. Hai scoperto la tua vera natura attraverso la produttività, tanto che ad un certo punto ti devi essere completamente identificata con il tuo lavoro, eri molto orgogliosa dei risultati ottenuti. Il lavoro ha dominato completamente la tua vita con il rischio di perdere completamente il senso del tuo valore ogni volta che avveniva un cambiamento imprevisto nella tua attività professionale. Non tutto è stato facile e spesso ti sei trovata sola. La fiducia in te può essere scarsa e c’è una tendenza allo scoraggiamento e alla mancanza di entusiasmo di fronte alle prove della vita. Le difficoltà ti spaventano e qualsiasi grosso problema richiede molto tempo per essere superato, poichè gli effetti psicologici residui tendono a persistere a lungo dopo che l’esperienza ha raggiunto il culmine. E’ pur vero che possiedi molta pazienza e allo stesso tempo una forza e un’efficienza notevoli ed hai sentito l’esigenza di incanalare la tua energia in un lavoro specifico in cui hai potuto mettere alla prova le tue capacità.

Il tuo desiderio di essere conciliante e l’amore per la pace ti fa riuscire a mettere tutti d’accordo, soprattutto con i colleghi uomini con i quali instauri un rapporto paritario, e le tue doti di perfetta programmatrice e grande stratega sono molto apprezzate da loro. Questo tipo di rapporti va bene sino a che si resta in un ambito lavorativo ma quando intervengono i sentimenti allora tutto si complica perchè è come se andassi su di un terreno minato, e riemergono i problemi irrisolti. Oggi anche se non sei più al primo impiego è importante per te essere una guida, un insegnante per gli altri, e se metti in atto la condivisione e impari la compassione e l’amore disinteressato, può divenire un’attività che ti può arricchire molto dal punto di vista spirituale ed essere di notevole aiuto per gli altri. Sei attratta da attività che ampliano i tuoi orizzonti di autocoscienza, che ti permettono di migliorarti e ti aiutano ad avere una visione della natura umana. La motivazione che determina tutta la speculazione religiosa o filosofica è il bisogno di conoscere la propria vera identità.

L’interrogativo: “Chi sono io?” è la molla che muove ogni ricerca religiosa. Per te questo è un desiderio ma anche un bisogno, apprendere chi sei in realtà, per cui più ti muoverai in questo ambito più avrai lavorato nel cammino evolutivo. E’ possibile che durante l’infanzia sei vissuta in un ambiente molto difficile ed hai imparato a nascondere tutto ciò che provavi e sei diventata sorda ai tuoi bisogni e ai sentimenti, sin dall’età in cui i sentimenti stessi, liberamente espressi, sono l’unico mezzo che un bambino possiede per comunicare. Poi gradatamente hai perso contatto con il mondo emotivo per evitare di sentirti insicura e di entrare poi in crisi. Sei diventata una grande osservatrice ed hai imparato a mettere a frutto tecniche di sopravvivenza psicologica. Non avendo dimestichezza con il mondo dei sentimenti puoi aver attuato un meccanismo di difesa che consiste nella negazione dell’affettività, se è avvenuto ciò senza che tu ne abbia preso coscienza puoi esserti trovata a vivere momenti molto difficili. Devi comprendere quanto sei vulnerabile negli affetti e accettare le tue emozioni ed esprimerle in maniera diretta e concentrata anche se ciò è di difficile attuazione, ma molto importante in quanto lo sforzo deve essere teso a vincere la paura della tua sensibilità e vulnerabilità.

Hai un forte bisogno di raggiungere un’autoprotezione per accrescere la sicurezza e la certezza personali. E’ possibile che tu abbia riprodotto un modello materno usando il potere per controllare persone e situazoni esterne a te, in modo tale da non sentire i tuoi bisogni emotivi, e avendo un controllo costante sull’ambiente hai sentito attutita o placata l’ansia che nasce dalla tua interiorità, ma ciò che risiede nella psiche non può essere trascurato e non sentito troppo a lungo in quanto sta lì e va portato alla superficie e trasformato pena lo squilibrio e la malattia. L’esame della Luna nel tema fornisce indicazioni circa il tipo di rapporto che hai avuto con il materno, tu madre e le relazioni affettive. Proprio come il mito di Atena che è nata dal padre senza aver avuto una madre tu hai vissuto tua madre come lontana da te affettivamente, è possibile che nell’infanzia i tuoi bisogni siano stati trascurati, tua madre può aver fatto grandi sforzi per renderti confortata e soddisfatta, per lei era un dovere e tu hai captato qualcosa di nervoso nel suo accudirti e questo ha fatto in modo che tu fossi sempre piena di dubbi e di insicurezze.

In qualche modo le tue aspettative emotive sono state frustrate con conseguenti sensi di inadeguatezza, e sei cresciuta pensando di non essere meritevole di amore. Le impressioni della prima infanzia feriscono molto più profondamente che nel resto della vita e così quando eri piccolissima hai pensato di negare ogni tuo bisogno emotivo o affettivo in quanto non ti sentivi meritevole di ciò. Diciamo che appena sei nata fra i tuoi genitori ci poteva essere un grande ottimismo ed avevano la convinzione di progredire, anche per effetto del tuo arrivo. I tuoi genitori si sentivano speciali rispetto all’ambiente, uniti da un obiettivo o da una comuna visione della vita, spesso con sfumature religiose o molto tradizionali. Tu per loro costituivi la promessa di un possibile miglior inserimento futuro. Saturno e la Luna due pianeti che sono in analogia con l’asse verticale del tema natale, asse in rapporto con l’influsso dato dai genitori, ed entrambi i pianeti sono in rapporto anche con gli aspetti dell’inconscio e con gli schemi di comportamento che si costruiscono sulla base di quella che è l’esperienza del passato.

L’aspetto difficile tra i due pianeti sopramenzionati indica che il tipo di educazione che hai ricevuto deve essere stata : “prima il dovere poi il piacere”, hai vissuto in un’atmosfera di stretta moralità, legata a convinzioni religiose, hai avvertito l’autorità priva di amore. L’ambiente familiare è stato poco accogliente durante la prima infanzia, e i tuoi genitori possono essere stati fonte di delusione per te. La figura paterna inizialmente devi averla vissuta come protettiva ma poi l’hai avvertita lontana, forse perchè costretto dalle circostanze a star lontano per lungo tempo. Lui deve aver dato molta più importanza all’affermazione materiale e ben poca, invece, all’espressione dei sentimenti. E’ possibile che lavorasse molto per non farti mancare niente e tu vivessi in una situazione agiata dal punto di vista econonico, ma ti sei sentita privata del suo sostegno e affetto. Questo ha fatto sì che ti chiudessi sempre più al mondo dei sentimenti. Sei cresciuta con la sensazione che gli altri non capiranno mai i tuoi bisogni quindi sei giunta a negarli, valutandoti come incapace di ricevere amore.

Oggi anche se possiedi un carattere forte e stabile nel tuo animo regna una profonda solitudine e non sei in contatto con il femminile sei scollegata dagli istinti e dalle emozioni. Sei diventata efficiente e pratica, ed hai messo da parte i tuoi interessi personali per soddisfare il dovere, perchè solo in questo modo gli altri avranno bisogno di te, ed hai associato che amare significa sacrificare la tua vita. Allo stesso tempo diventi rigida con attaccamenti quasi isterici e trovi sempre estremamente difficile portare avanti le relazioni che sono sempre faticose, in quanto i tuoi valori basilari quali il duro lavoro, l’autorità e il conseguimento di mete non si accorda con il coinvolgersi emotivamente ed il lasciarsi andare con il partner. Spesso la paura, la rigidità e l’insicurezza provocano l’esatto contrario di quello che vorresti, e alla fine gli altri se ne vanno. Attiri nella tua vita persone che, per loro natura, hanno molte difficoltà ad esprimere sentimenti ed emozioni. Tendiamo sempre a ripetere ciò di cui abbiamo bisogno per crescere. Oggi il compito è fermarsi e fare una lenta e profonda autoanalisi.

Lavorare sulla propria corazza, in quanto potresti vivere una intera vita senza prendere contatto con quella parte di te che deve ancora crescere e che è bloccata. Come Atena che nasce adulta e non conosce mai la madre: tu devi trovare tua madre. Devi imparare a diventare bambina, ricontattare il tuo desiderio di giocare, liberare l’istinto racchiuso, in qualche modo devi imparare a perdere e per farlo devi lasciare fluire le emozioni invece che cristallizzarle. E’ necessario un totale riorientamento nei sentimenti profondi circa il tuo Sè e il tuo senso di sicurezza, di pace interiore e di soddisfazione. Puoi scoprire, se non l’hai già fatto di possedere una profonda capacità intuitiva e introspettiva nei bisogni emotivi di altre persone e una capacità di penetrazione nella mente inconscia. A questo proposito ti possono essere molto utili i rapporti con altre donne e lavorare in gruppi sui problemi di autostima. L’amore nella tua vita è un punto d’arrivo che può rappresentare l’equilibrio tra il passato e il futuro. Nel tuo tema l’esame del pianeta Venere che è strettamente legato all’amore, indica la difficoltà di questo compito.

C’è una frase molto bella che ti voglio qui riportare: “L’amore non è fuori di te, anche se lo cerchi al di là di te stessa. Ha la sua dimora nei misteri del tuo cuore. Ne hai semplicemente perduto la chiave.” Il tuo desiderio di uno stato elevato di unione con l’altro è di difficile realizzazione in una relazione terrena, quindi inevitabili le delusioni su ciò che l’amore è e su quelli che sono i suoi limiti nel mondo materiale. Sei attirata da mete spirituali, ricerchi ardentemente un’esperienza di uno stato di amore ideale, e questo desiderio ti porta a sfuggire l’impegno che ogni rapporto intimo umano impone. E’ come se tu fossi occupata dal sogno di un amore ideale, l’unione perfetta inesistente ma remotamente possibile, e questa preoccupazione emotiva conduce ad un comportamento evasivo verso qualunque persona con cui ci sia un rapporto immediato. I sogni nebulosi ti inibiscono dallo stabilire relazioni vere Nutri un timore inconscio ma radicatissimo nei confronti dell’amore, come se per te cedere ai sentimenti vuol dire rinunciare a tutti i tuoi sogni e a tutte le tue ambizioni.

La realizzazione sentimentale è stata soffocata da necessità più impellenti nel raggiungere ad esempio altri obiettivi che secondo te erano più prioritari. Ci può essere inoltre una paura che il tuo sentimento possa essere rifiutato oppure venga strumentalizzato per altri fini. L’elaborazione dell’affettività con tutte le implicazioni che ciò comporta è un punto molto importante del tuo tema, credo proprio che sia un perno attorno al quale ruotano tutti gli altri pianeti. Le energie personali, veicolate dai segni e dai pianeti, possono esprimersi sia a livello psichico, sia a livello esteriore, come fatti e patologie. Ciò accade soprattuto se non si è consapevoli di se stessi e quindi risulta difficile gestire (nei limiti del possibile) le energie vitali. Gli eventuali squilibri fisici riguardano sempre quegli organi le cui funzioni sono analoghe alle dinamiche psicoemotive. Nel tuo tema si evidenzia una debolezza del sistema immunitario che può predisporre ad infezioni a carico del sistema linfatico e degli organi riproduttivi femminili. Problemi connessi all’apparato osseo che possono degenerare in osteoporosi se non svolgi regolare attività fisica e nella tua dieta dovrebbero essere presenti integratori multiminerali che aiutano ad integrare la carenza di calcio, ma è anche determinante assumere il prodotto che aiuta a fissare il calcio nelle ossa.

Un regime regolare nell’alimentazione supportata da attività fisica, preferibilmente yoga o tecniche respiratorie, insieme alle ore di sonno necessarie all’organismo per ricaricarsi (anche il sonno è cibo per l’organismo) sono fondamentali per il tuo equilibrio fisico. Anche la meditazione e la preghiera ti possono aiutare a trovare quella dimensione trascendente che ti sollevano dalla fatica della vita contingente. * * * * * * PREVISIONI: Questa età della vita corrisponde all’assunzione di maggiori responsabilità sociali, e a insegnare agli altri sulla base di ciò che si è appreso e vissuto, ma può avvenire il contrario e allora esattamente come l’adolescente che cerca di trasferire il suo egoismo infantile nell’età adulta deve pagare il suo egocentrismo col fallimento sociale, così chiunque si porti dietro nel pomeriggio della vita l’aspirazione al guadagno, alla conquista sociale, al potere sugli altri dovrà pagarlo col danno spirituale. La lezione di questa fase della vita è nel significato che si può e si deve trarre dalla vita vissuta fin qui. Passerai attraverso un processo di distacco da immagini ormai vecchie, da schemi di comportamento e atteggiamenti inveterati.

Ora è come se ti si chiedesse di lasciar cadere il ricordo dei passati fallimenti. In questo momento viene di nuovo in primo piano l’attaccamento o l’identificazione con i tuoi genitori, in maniera interiorizzata a livello psichico. Ti devi confrontare con tutti gli atteggiamenti e i valori che puoi aver rifiutato, da giovane semplicemente perchè venivano da i tuoi genitori. Ora hai l’opportunità di scegliere consapevolmente quei valori tramandati: di vedere i tuoi genitori oggettivamente, in una nuova prospettiva, e di stabilire con loro un rapporto personale. Se i tuoi genitori vengono a mancare o devi affidarli ad un istituto prima che tu possa avere con essi un rapporto autenticamente personale, può accadere che viva un senso di incompiutezza con forti sensi di colpa, per cui è opportuno agire riconquistando il tempo perduto. Dopo questa breve premessa che riguarda genericamente il tuo 53° anno passiamo ora ad esaminare i transiti dei pianeti più significativi nel tuo tema. L’entrata del pianeta Saturno nella tua XII casa nel maggio’96 e ne uscirà nel giugno2000, coincide con un’importante fase di transizione nella tua vita.

Le ambizioni, i valori, le priorità e attività e fedi che una volta davano significato e direzione alla tua vita cominciano ora a dissolversi, e i sentimenti dominanti di sentirti spiazzata o perduta sono forti nel primo anno circa di questa fase, finchè non avrai consolidato nuovi valori e nuovi e più raffinati atteggiamenti verso la vita stessa. E’ come se tu ora avessi una doppia possibilità: consolidare i successi passati in un seme che porterà ad un nuovo ciclo di crescita verso la maturità, o affrontare l’insieme dei risultati derivanti dal fallimento. In realtà, tanto il successo che il fallimento si prospettano ora come momenti di inevitabile confronto, dato che non esiste tutto successo o tutto fallimento. Questo confronto avviene a livello psichico in forma di memorie consce o inconsce, alcune di queste possono essere incoraggianti per il futuro altre invece puoi avvertirle cariche di frustrazione e paura. Tutti gli sbagli fatti nel passato e le cose giuste non fatte tornano ora ossessivamente alla tua memoria. L’importante a questo punto è avere il coraggio di affrontare questa complessa entità costituita dal tuo passato, comprenderla ed emergere dalla sua opprimente influenza.

E’ questo un tempo idoneo per definire i tuoi ideali e l’orientamento spirituale, si tratta di un periodo di elaborazione di quelle dimensioni trascendenti e sottili dell’esistenza che, sebbene spesso difficili da dirsi, costituiscono comunque la più profonda fonte di forza che ti può aiutare a portare avanti le tue battaglie verso la crescita in mezzo alle lotte e agli ostacoli della vita. Puoi vivere in questo periodo una forma di isolamento, è come se ti sentissi in una prigione emotiva, isolata dal mondo esterno che ti sembra distante e irreale. E’ un momento questo in cui è importante rivolgerti all’interno, in modo da metterti in contatto con le fonti profonde dell’energia emotiva e spirituale; se non scegli consciamente di rivolgerti all’interno, sorgono delle circostanze che ti costringono tuo malgrado a vivere qualche forma di isolamento destinato a non lasciarti altra scelta che riflettere sulla tua vita con occhio distaccato. Puoi desiderarlo proprio tu di startene per conto tuo, lontana dalla questioni del mondo esterno, e dalle attività che per te erano precedentemente significative.

Le vere battaglie della vita si combattono e decidono dentro di te. In questo senso si è completamente soli, con nessuno che blocca o che giudica: devi rispondere solo a te stessa. Dall’esterno non arriverà praticamente nessun aiuto, e non puoi progredire molto in direzione di traguardi terreni. Se confini le tue ambizioni a cose misurabili dalla soddisfazione personale che ti possono dare, puoi compiere miracoli quanto a diventare più grande e capace. Se però perduri nell’andare contro corrente, mirando insieme al pubblico riconoscimento e impegnandoti solo dove pensi di poter ottenere ricompense materiali, sei destinata a incontrare problemi sotto forma di frustrazione, malessere e perdita di autostima. La prima linea di difesa dovrebbe essere un onesto autoesame. Occorre che ti osservi criticamente e quindi decidi come e dove puoi migliorare. Ogni tipo di studio ti aiuterà, può essere uno studio diretto a migliorarti artisticamente o spiritualmente, oppure che serva a sviluppare un talento latente. L’importante è provare a te stessa che la cosa è possibile. Devi respingere la tendenza a difenderti contro te stessa: l’eventuale paura e sospetto saranno il prodotto della mancanza di fiducia in te stessa, e non ci saranno alibi che tengano.

La sfiducia negli altri può portarti alla perdita di amici, a perdite economiche o a subire veri e propri furti. I torti immaginari e la paura dell’inganno possono portare in essere queste stesse cose. Tutti i pensieri e le emozioni malsane possono provocarti malattie psicosomatiche, difficili da diagnosticare che soltanto una terapia psicologico-spirituale può curare. E’ vero che in questo periodo l’energia fisica è carente, e ciò è dovuto al senso di perdita emotiva nel vedere la dissoluzione totale dell’intera struttura della tua vecchia personalità. Il vecchio viene dissolto per dare spazio alla nascita del nuovo orientamento vitale, ed è qui importante spazzare via le idee sbagliate di te stessa e importante invece rafforzare quelle giuste. Il confronto con gli ostacoli creati dalla azioni passate è sempre più brutale quando si cerca di ricominciare. Ciò che ti disorienta ora è questo stato di attesa, di sogno e di esplorazione interna durante la quale non possiedi alcun limite stabile nè alcuna àncora a cui aggrapparti. Aspetta, preparando la nascita della nuova struttura destinata a non avere inizio finchè Saturno non abbia attraversato l’Ascendente, ma se riuscirai a conseguire una forza interiore dalla consapevolezza che stai creando una nuova personalità, libera dei molti impedimenti inutili, allora quando Saturno si avvicinerà al tuo Ascendente ti sentirai sempre più leggera e felice.

Con i migliori auguri

LASCIA UN COMMENTO