10 modi per amarsi

L’’espressione ‘amare se stessi’ da un po’ di tempo a questa parte è molto utilizzata e inflazionata. Come se a dirlo e ridirlo si potesse infine ottenere il risultato desiderato. Amare se stessi credo sia un modus vivendi da mettere in pratica ogni giorno, in ogni relazione, in ogni cosa che facciamo. Si, è un gesto, un ‘fare’ più che un pensiero astratto da sposare con la propria mente. Qui di seguito alcuni suggerimenti pratici per allenarsi quotidianamente a farlo. Ci possiamo amare in qualsiasi momento della giornata ma gli interventi di ‘emergenza’ sono particolarmente utili quando ci sentiamo stanchi, tristi, giù di morale, rabbiosi o delusi, diciamo ogni volta in cui le nostre energie sono scariche. Immaginiamo il nostro cuore come una grande batteria che ci fornisce energia psichica per stare bene, in forma, e che la sua ricarica avvenga tramite atti di amore rivolti a noi stessi. Ecco i suggerimenti pratici: 1) Create un RITUALE DI COCCOLE per voi stessi. Si può trattare di un bagno caldo con gli olii essenziali o di un momento da dedicare al massaggio dei piedi e delle mani con una crema nutriente.

Mentre massaggiamo i piedi possiamo ringraziarli profondamente per averci condotto in tutti i luoghi in cui desideravamo andare e le nostre mani per avere fatto tutte le cose che volevamo fare. 2) Circondatevi di PERSONE che innalzano la vostra energia, che vi fanno stare bene e sereni. Anche se ci piacerebbe poter fare tutto da soli il supporto degli altri è fondamentale per ricaricarci e sostenerci nella realizzazione dei nostri progetti. Individuate quali sono queste persone nella vostra vita e …ricercatele. 3) Fate una LISTA di cose per cui essere grati nella vostra vita. Si è vero che ci sono alcuni ‘problemi’ ancora da risolvere ma, se ampliate un po’ lo sguardo, non potete non trovare qualcosa per cui essere grati: un fiore, lo sguardo di un bambino, un gesto cortese di uno sconosciuto, un tramonto, una tazza di tisana, un abbraccio. 4) Cucinatevi un PIATTO SANO E NUTRIENTE. Nutrire il vostro corpo con qualcosa di veramente buono vi donerà delle energie inaspettate. 5) Rimettete in ordine un CASSETTO o l’’intero ARMADIO. La cosa potrebbe essere più terapeutica di quanto immaginiate: liberarvi di cose vecchie e inutili vi aiuterà a fare spazio a nuove meravigliose cose da accogliere nella vostra vita.

Il giusto atteggiamento non è quello di inseguire il passato ma di essere aperti e fiduciosi verso il futuro meraviglioso che ci attende. 6) Stop ai PARAGONI! Zittite con determinazione quella vocina sottile che vorrebbe continuamente insinuarvi il dubbio che gli altri siano più felici, più bravi, più belli, più capaci. Ho un trucchetto da suggerire: se proprio vi sembra che un altro abbia una cosa che voi non possedete (materiale o non) pensate che quella persona sicuramente avrà una sfera della vita con una carenza molto grave per lui e provate una sincera compassione per quell’’area di disagio, …sembra poco altruistico ma vi assicuro che ‘smina’ qualsiasi tentativo di invidia autosabotante! 7) Esplorate la vostra parte SPIRITUALE. La fiducia è alla base dell’’amore per sé e non importa quale sia la cosa in cui credete ciecamente. Imparare ad avere fede in qualcosa (non è solo di religione che parliamo ma si può avere una fede incondizionata in alcuni VALORI DELLA VITA ad esempio) significa imparare a fidarsi del proprio mondo interiore e delle proprie sensazioni. 8) Dedicatevi a un PASSATEMPO che vi piaccia molto e in cui riusciate abbastanza bene.

Che si tratti di cucinare un dolce o correre nel parco solo voi sapete qual è quella cosa che vi fa sentire soddisfatti e appagati. 9) Ritrovate il vostro LUOGO SPECIALE. Sia che si tratti della panchina nel parco vicino casa o della meravigliosa spiaggia al tramonto di un viaggio fatto anni fa, recatevi lì – fisicamente o con la fantasia -. Sapete che il nostro cervello reagisce a immagini dettagliate proprio come se quella fosse la realtà? L’’amore per noi stessi passa dal contatto profondo e andare in quel posticino speciale ci agevola molto il compito. 10) Infine dobbiamo continuamente decidere di PERDONARE noi stessi. Allora ripensiamo a quella volta in cui non abbiamo agito proprio come avremmo voluto e diamoci un abbraccio, una pacca sulle spalle, come faremmo con un caro amico mortificato di ciò che ha involontariamente commesso. Magari non faremo tutte queste cose e tutti i giorni ma teniamocele nella borsa come strumenti di pronto intervento quando ci sentiamo un po’ così così …un pò’ fuori fase …un pò’ col cuore scarico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here