“La Felicità è come una farfalla, se la rincorri, non la prenderai, ma se stai seduto tranquilamente, può darsi che si posi su di Te ” Rei-Ki é un antico metodo per stimolare l’autoguarigione attraverso l’imposizione delle mani, riscoperto nel secolo scorso dal dr. Mikao Usui.

Ci permette d’irradiare su di noi e sugli altri esseri la Forza di Luce del nostro Spirito, sotto forma di Energia Vitale Universale che stimola il sistema immunitario nutrendo le ghiandole. “Come portare pioggia in un corso d’acqua asciutto: il fondo si fa più morbido, la terra si dilata, le sponde diventano verdi, la Vita rinasce, rifiorisce, i blocchi muscolari ed emotivi cedono sotto l’apporto di Energia Vitale e permettono all’individuo di guarire.” Si compone di due parole:Rei che é la parte di Energia che riceviamo al momento della nascita é Ki o Chi che é appunto l’Energia Vitale Universale, che tutto pervade. Il primo pensiero che viene spontaneo é “Come mai ho bisogno di stimolare Energia se c’é l’ho dalla nascita?” Purtroppo non abbiamo coscienza di questa Energia e la sprechiamo in ogni modo, pensando che si rifornisca da sola. In effetti, così dovrebbe avvenire:attraverso il cibo, il sonno, l’aria aperta, il Sole, l’Amore, ecc. Semplice! se vivessimo in armonia con la Natura, ma non sempre è così, anzi, fra cibo alterato e inquinato, onde e microonde che ci attraversano da ogni parte, chiusi giorno e notte fra quattro mura, intravedendo il Sole appena durante il tragitto casa-lavoro, computers che ci tengono continuamente attivi e di corsa; c’é da domandarsi: “Ma dov’é andata a finire l’Energia Vitale? ” Forse nei tranquillanti per poter dormire o negli eccitanti per stare all’erta. Nasce spontaneo il bisogno di RICARSI e di farlo in modo che duri. E’ stato proprio il bisogno che ha richiamato alla luce vari metodi di ricarica e fra questi ReiKi, che é il più semplice, veloce e pratico da imparare: infatti una volta iniziati/predisposti a ricevere é sufficiente imporre le mani, là…dove si sente la necessità. Questa preparazione avviene solitamente, durante un fine settimana in cui l’insegnante, accompagna l’allievo verso una maggiore consapevolezza dell’Energia, questo porta a inevitabili cambi di visuale che aprono la porta a territori inesplorati dell’Io.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here