Presentiamo qui una breve (e non esaustiva) descrizione delle figure professionali di Psicologo, Psicoterapeuta e Psichiatra. Questa tabella non pretende di essere esaustiva rispetto alla complessa descrizione delle diverse professionalità e non ha alcuna finalità di orientamento rispetto ad una o ad un’altra figura professionale.

PSICOLOGO
(Tratto dalla Legge di ordinamento della professione di psicologo: LEGGE n. 56 del 18 febbraio 1989 ) “La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito”.

Quali sono i requisiti per l’esercizio dell’attività di psicologo ?
(informazioni tratte dal sito ufficiale dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia)
Per diventare Psicologo in Italia è necessario:
Laurearsi in Psicologia (laurea della durata di 5 anni secondo il vecchio ordinamento, ovvero secondo il nuovo ordinamento, laurea specialistica di 2 anni conseguita dopo aver terminato la laurea junior di 3 anni )
Effettuare un tirocinio post-lauream di un anno
Sostenere l’ Esame di Stato per l’abilitazione alla professione di Psicologo (sezione A)
Iscriversi all’Albo professionale degli Psicologi di una regione o Provincia italiana (sezione A)
Senza l’iscrizione all’Albo sezione A non si è Psicologi ma soltanto dottori in Psicologia. L’iscrizione all’Albo è la condizione necessaria per poter lavorare ed esercitare l’attività.

Attenzione! Coloro che, con l’istituzione del nuovo ordinamento universitario, ottengono la laurea junior dopo 3 anni di studi, possono iscriversi all’Albo degli Psicologi nella sezione B, ma NON possono dirsi né operare in qualità di psicologi.

Se vuoi cercare uno psicologo, chiedi informazioni all’Ordine degli Psicologi della tua Regione

PSICOTERAPEUTA
Tratto dalla Legge di ordinamento della professione di psicologo: LEGGE n. 56 del 18 febbraio 1989
“L’esercizio dell’attività psicoterapeutica è subordinato ad una specifica formazione professionale, da acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162.”

Lo psicoterapeuta è il professionista abilitato alla cura dei disturbi mentali e delle altre condizioni di carenza di salute attraverso la psicoterapia, cioè con tutte le tecniche e le strategie psicologiche di cambiamento conosciute.
Come si diventa Psicoterapeuta
Per diventare psicoterapeuta è necessario effettuare il seguente percorso formativo:

Psicologia

Laurea in psicologia (laurea vecchio ordinamento o laurea specialistica, nuovo ordinamento)
Esame di stato per l’abilitazione alla professione di psicologo
Iscrizione all’albo professionale degli psicologi
Scuola privata quadriennale di specializzazione in psicoterapia oppure
Scuola universitaria di specializzazione
Tirocinio pratico di psicoterapia in strutture convenzionate

Medicina e Chirurgia

Laurea in medicina e chirurgia
Esame di stato per l’abilitazione alla professione di medico
Iscrizione all’albo professionale dei medici e odontoiatri
Scuola privata quadriennale di specializzazione in psicoterapia oppure
Scuola universitaria di specializzazione
Tirocinio pratico di psicoterapia in strutture convenzionate

L’unica e vera garanzia di alta qualità professionale è data dal fatto che le Scuole di specializzazione richiedono che l’allievo (già laureato in Psicologia o Medicina) che desidera diventare futuro Psicoterapeuta si sottoponga ad un’analisi personale sia per sperimentare in prima persona su di sé l’applicazione della psicoterapia e sia per individuare e risolvere le proprie discrasie psicologiche, prima che gli venga consentito di cominciare a seguire dei pazienti. Nè lo Psicologo, nè lo Psichiatra sono obbligati a sottoporsi ad un’analisi didatta personale: e questo crea purtroppo una grossa disparità qualitativa in termini professionali tra queste tre figure professionali. Soltanto lo Psicoterapeuta – essendosi sottoposto in prima persona ad un’analisi didatta individuale di almeno 6 anni (al minimo) e di gruppo di almeno 4 anni – può garantire standard qualitativi professionali di altissimo livello.

Infine, durante la fase finale di formazione (3 o 4 anno), il futuro psicoterapeuta normalmente comincia a seguire i primi pazienti sotto la supervisione dei didatti e normalmente è prassi diffusa che il terapeuta già qualificato, si sottoponga a supervisione clinica e personale, periodicamente, per tutta la sua vita professionale. Questi criteri – così altamente qualificanti e di forte selezione delle persone non adeguatamente preparate dal punto di vista scientifico e umano – NON sono previsti nè per la formazione dello Psicologo, nè tantomeno per quella dello Psichiatra.

Ecco perchè lo Psicoterapeuta è – tra i tre – sicuramente la figura professionale più specializzata e preparata, sia per le problematiche psicologiche e psicopatologiche, sia per i disagi di tipo esistenziale, di crescita personale e di miglioramento della qualità della vita.

Se vuoi cercare uno psicoterapeuta, chiedi informazioni all’Ordine degli Psicologi della tua Regione

PSICHIATRA
Lo psichiatra si occupa, come lo psicologo clinico e lo psicoterapeuta, dello studio e della cura dei disturbi mentali e delle altre forme di sofferenza e disagio psicologico.

Per diventare psichiatri si deve:
ottenere la laurea in medicina e chirurgia
iscriversi all’albo professionale dei medici e chirurghi
completare la scuola quadriennale di specializzazione in psichiatria

Lo psichiatra è quindi un medico e ha una formazione di tipo prevalentemente biologico.
Nel corso di studi per la specializzazione in psichiatria non c’è spazio per lo studio dei fenomeni psicologici normali (per esempio, il pensiero, le emozioni, l’apprendimento, il rapporto con gli altri, eccetera). Lo psichiatra è il professionista che conosce i criteri per la prescrizione di psicofarmaci. Il suo intervento può essere prezioso nei disturbi legati alle malattie gravi o gravissime, ad es. nelle psicosi e nei disturbi mentali con cause organiche e in tutti quei casi ove sia previsto un intervento ospedaliero e/o di contenimento.
Tradizionalmente lo psichiatra si è sempre occupato di tutte le forme di terapia dei disturbi mentali, sia con metodi fisici e chimici – come l’elettroshock – sia con mezzi psicologici.

Il rapporto con il paziente, l’uso del colloquio e di altri strumenti di conoscenza del paziente (come, per esempio, i test e i questionari) e l’applicazione delle teorie e delle tecniche psicologiche sono strumenti essenziali per la psicoterapia. E tali strumenti richiedono una specifica formazione psicologica che nello psichiatra, in quanto tale, può essere insufficiente.
Se cercate uno psichiatra potete consultare gli elenchi online, dell’Ordine dei medici e chirurghi della vostra provincia o regione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here