Saggio sull’immaginario materiale. L’autore indaga sul momento magico in cui l’immaginazione trasforma la materia “necessaria” di un elemento naturale, l’acqua, nella materia “libera” del sogno e della creazione artistica. Acqua, dunque, viva e concreta, ma tanto viva e concreta quanto le immagini dell’inconscio collettivo a cui rimanda: le ondine, il cigno di Leda, Narciso, Ofelia, Caronte… Il bisogno di ordinare tutto ciò in una rigorosa fenomenologia è proprio del Bachelard filosofo della scienza; l’intuizione geniale e la sensibilità letteraria sono del Bachelard irresistibilmente attratto dal sogno, dalla poesia, dal loro linguaggio per simboli e per metafore. Un testo di non immediata lettura, ma straordinariamente profondo ed evocativo. Contro la frantumazione del sapere accademico contemporaneo, segno di altre e forse più gravi frantumazioni dell’essere umano di oggi, questo libro è una coraggiosa, concreta proposta di unità e di integrazione.

Scheda del volume
Autore: Gaston Bachelard
Editore: Red Edizioni
Pagine: 219
Prezzo: 10,50

Per acquistare questo libro, clicca qui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here