Aggiornare la legislazione nazionale

“La Legge 269/’98 ha rappresentato una svolta nell’evoluzione della legislazione italiana contro lo sfruttamento sessuale delle bambine e dei bambini, ha fatto propri i principi della Convenzione sui diritti dell’infanzia del 1989 e ha sancito l’impegno dell’Italia per la tutela dei bambini da ogni forma di sfruttamento sessuale. Questo impegno va rinforzato e ampliato, continuando ad aggiornare la legislazione nazionale, senza distruggere quanto realizzato con la Legge 269, ma migliorando con opportuni interventi la sua formulazione e quindi la sua attuazione” hanno affermato ECPAT Italia e UNICEF Italia, in apertura del Convegno “Proteggere i bambini dallo sfruttamento sessuale”.

Per contribuire all’attuazione degli impegni assunti dal nostro paese al Congresso di Yokohama e della Sessione Speciale sui diritti dell’infanzia e a sei anni dall’entrata in vigore della Legge 269/’98, ECPAT Italia e UNICEF Italia si sono riuniti a Roma, presso l’Aula della Biblioteca del CNEL, alcuni tra i maggiori esperti giuridici e tecnici del settore per avviare un dialogo aperto a tutte le forze politiche, istituzionali e sociali sulla legislazione italiana in materia di lotta allo sfruttamento sessuale e sul suo stato di attuazione.

Da questa giornata, che ha visto un confronto tra diverse opinioni, ECPAT Italia e UNICEF Italia si augurano possano nascere indicazioni e spunti per le prossime discussioni parlamentari sulle proposte di modifica della Legge 269, avviate da alcuni mesi in Parlamento sul testo di riferimento DDL 4599 presentato dal Governo.

“Lo sfruttamento sessuale dei bambini, la prostituzione, la pornografia minorile, la piaga del turismo sessuale sono oggi crimini dal volto transnazionale: occorre combatterli creando in ogni paese delle colazioni multisettoriali e multidisciplinari per dare risposte immediate e adeguate in campo giuridico, di indagini, di sostegno e recupero delle vittime. Occorre agire non solo inasprendo le pene, ma mettendo a disposizione risorse, potenziando le azioni di prevenzione precoce, rafforzando la protezione dei bambini durante i procedimenti giudiziari, snellendo le procedure e la corretta applicazione e sostenendo soprattutto la cooperazione internazionale” hanno affermato, in apertura del Convegno, Marco Scarpati, Presidente di ECPAT Italia e Allegra Morelli, membro del Consiglio Direttivo dell’UNICEF Italia.

Ai lavori di ieri, hanno partecipato, diversi parlamentari, tra i quali: Carla Mazzuca Poggiolini Commissione Parlamentare Infanzia, Enrico Pianetta – Presidente Commissione Straordinaria Tutela Diritti Umani Senato, Laura Cima, Tino Iannuzzi, Piera Capitelli e Anna Serafini – Presidente Consulta G.Rodari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here