Tereapia bio-progressiva ortodontica

L’ortodonzia olistica è quella branca specialistica dell’odontoiatria, che si occupa dello studio della crescita armonica cranio-facciale, dello sviluppo dei rapporti dentali e del trattamento delle patologie dento-facciali. Essa interviene nella correzione delle mal-occlusioni, delle anomalie di crescita dello scheletro cranio-facciale e delle disfunzioni neuro-muscolari del distretto oro-facciale situazioni che insieme o isolatamente, possono causare le seguenti patologie:
o difficoltà nella masticazione,
o deformazioni dell’estetica facciale,
o disfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare,
o predisposizione alla malattia parodontale,
o predisposizione alla patologia cariosa,
o difficoltà nell’eloquio e nel rapportarsi agli altri,
o difficoltà nella respirazione.

Al fine di trattare efficacemente le mal-occlusioni è necessario conoscere ogni loro forma e grado di sviluppo: la diagnosi è quindi il momento più importante di approccio ad una mal-occlusione ed è tesa ad identificare il tipo di patologia in esame ed a pianificare le corrette misure terapeutiche richieste dal caso.

In campo ortodontico, esistono diversi tipi d’approccio in relazione all’epoca d’intervento, all’età del paziente ed al tipo di tecnica utilizzata. L'”ortodonzia intercettiva”: è un tipo di trattamento iniziato in tempi precoci, solitamente in dentizione decidua o mista, epoca in cui risulta essere molto vantaggioso trattare le mal-occlusioni durante le fasi di crescita attiva; comprende l’approccio allopatico di tipo “ortopedico”, che prevede l’applicazione di forze consistenti di tipo “attivo” a livello scheletrico e l’approccio olistico di tipo “funzionale” che sfrutta la naturale azione correttiva svolta dalla forza dei muscoli stessi, dalla “energia” della lingua e dalle notevoli forze generate dalle numerose respirazioni e deglutizioni quotidiane.

L'”ortodonzia fissa”: è comunemente applicata su elementi dentari permanenti ed è molto efficace nel modificare posizioni dentali anomale; può essere applicata sulla parte esterna dei denti (vestibolare) con la compromissione dell’aspetto estetico o su quella interna (linguale), con notevoli vantaggi estetici. Se mal applicata può recare danni iatrogeni permanenti ai denti, alle basi ossee ed alla fisionomica dell’individuo.

Negli ultimi anni si è sviluppata una tecnica di trattamento ortodontico per nulla invasiva, definita “allineamento invisibile”; utilizza delle “mascherine” bio-progressive costituite da materiale biocompatibile trasparente, con notevolissimo vantaggio estetico. E’ però necessario sapere che tale tecnica olistica, è indicata per casi adeguatamente selezionati e che la collaborazione “matura” del paziente è fondamentale per ottenere un risultato veramente soddisfacente.

ORTODONZIA BIO-PROGRESSIVA & METAL-FREE
Il trattamento è costituito da una serie personale di mascherine ortodontiche estetiche e rimovibili. Entrambe le caratteristiche rendono particolarmente gradita la terapia bio-progressiva ai pazienti adulti che non intendono alterare, nel corso della terapia ortodontica, l’estetica del proprio sorriso. Le mascherine si sono rivelate molto efficaci, nei casi appropriati, in numerose ricerche effettuate presso cliniche universitarie e vari studi privati. In America più del 70% degli ortodontisti sono certificati per trattare i loro pazienti con tale metodica. In Italia il suo uso si sta diffondendo solo da qualche tempo.

Per allineare i denti si utilizzano una serie di allineatori in materiale bio-compatibile trasparente, senza fili metallici, molle, bande o attacchi vari. Ogni set di allineatori bio-progressivi va portato per 2 settimane rimuovendoli solo per mangiare, bere, spazzolare i denti e passare il filo interdentale. Rimpiazzando periodicamente il set di allineatori i denti si muoveranno poco alla volta, così come i fotogrammi di un cartone animato, fino a raggiungere la posizione finale programmata: la seduta di controllo dura solo 10 minuti. Ogni 6/12 settimane ci si deve sottoporre ad una visita completa di 20-30 minuti per accertare che il trattamento proceda come desiderato. Il tempo medio di trattamento è compreso tra i 6 ed i 15 mesi. Il numero medio di allineatori bio-progressivi portati durante il trattamento completo è tra i 12 ed i 30 per arcata, ma potranno variare da caso a caso.

La forza dolce, elastica, graduale ma continua degli allineatori sposta i denti a poco a poco fino al raggiungimento dell’obbiettivo terapeutico. Si tratta di una terapia olistica che non ha controindicazioni ed esclude, normalmente, recidive o uso perpetuo di apparecchi di mantenimento.

La costruzione degli allineatori bio-progressivi è frutto delle indicazioni contenute nel programma di trattamento che l’ortodontista comunica alla società costruttrice e della sofisticata tecnologia digitale tridimensionale computerizzata di cui essa dispone. Attraverso la scansione laser delle impronte dei denti del paziente viene creato un modello digitale tridimensionale delle arcate dentarie. Un software evoluto permette la manipolazione di questo modello al computer: il tecnico ortodonzista riproduce gli stadi progressivi del movimento dei denti variando la malocclusione e malposizione iniziale sino a raggiungere l’occlusione e la corretta posizione spaziale dei denti programmata. Con un procedimento stereolitografico viene poi costruito un modello in resina per ogni stadio del movimento dentale che fa da base per la costruzione di una serie di sottili e trasparenti mascherine in materiale bio-compatibile termostampato, il cosiddetto apparecchio invisibile. Le mascherine bio-progressive, essendo completamente trasparenti, sono pressoché invisibili – è perciò possibile allineare i denti senza che nessuno se ne accorga.

Le mascherine sono rimovibili – si può mangiare e bere ciò che si vuole nel corso del trattamento; si può anche spazzolare e passare il filo interdentale normalmente, mantenendo così un’ottima igiene orale. Il trattamento è confortevole – non ci sono attacchi, bande, molle e fili metallici a causare irritazione delle mucose della bocca. Non avere in bocca attacchi, bande, molle e fili significa anche perdere meno tempo nello studio per aggiustare l’apparecchio e non assumere ioni metallici provenienti da tutti questi dispositivi. La novità è che, contrariamente a tutte le altre terapie ortodontiche, si può vedere il proprio piano di trattamento virtuale prima d’iniziare – in questo modo ci si può rendere conto in anticipo di come appariranno i propri denti allineati a completamento del trattamento e quindi, valutare la convenienza della terapia in rapporto alle proprie aspettative salutistiche ed estetiche. La durata del trattamento con le mascherine trasparenti bio-progressive varia da caso a caso. In funzione dei movimenti da realizzare, il numero delle mascherine da indossare sarà variabile, generalmente da 24 a 60 per ambedue le arcate.

Considerato che ogni coppia di mascherine va indossata per due settimane, la durata dei trattamenti varia da sei a quindici mesi. Per agire costantemente sui denti e quindi per allinearli dolcemente, le mascherine devono essere portate il più a lungo possibile, giorno e notte, tranne che per mangiare e lavarsi i denti. A differenza di quanto avviene con un trattamento ortodontico tradizionale, le mascherine possono essere rimosse durante i pasti. Si può quindi mangiare tutto ciò che si vuole senza restrizione alcuna! Quando invece si indossano le mascherine, si consiglia di evitare bevande colorate e gomme da masticare.

Come succede con altri apparecchi ortodontici, le mascherine bio-progressive provocheranno transitoriamente lievi alterazioni di pronuncia, che svaniranno però in un paio di giorni, cioè il tempo necessario alla lingua per abituarsi. La maggior parte delle persone manifesta una lieve sensibilità dei denti durante i primi giorni di adattamento della mascherina, determinata dalla pressione necessaria per il loro spostamento. Ciò è assolutamente normale e dimostra l’efficacia d’azione delle mascherine bio-progressive.

In ogni caso questa sensibilità sparirà presto a dimostrazione dell’avvenuto spostamento dolce e progressivo dei denti. Quando non si avvertirà più nessuna trazione o spostamento sarà semplicemente ora di cambiare la mascherina in uso con una nuova, che consentirà un ulteriore e minuscolo nuovo spostamento programmato a computer.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here