La masturbazione è la prima attività sessuale dell’umanità

Facciamo l’amore? o è l’amore che ci fa noi? Questo gioco di parole per introdurre questo delicatissimo e ECCITANTISSIMO argomento…il sesso! La masturbazione è la prima attività sessuale dell’umanità. Nel XIX secolo era una malattia; nel XX secolo una cura. (Thomas Szasz)
“Chi è senza peccato scagli la prima Pietra”. La noiosissima frase è presa dal Vangelo di Giovanni. l’Episodio dell’Adultera Lapidata dove Gesù avrebbe detto il famoso “Scagli la prima pietra…”. Quanto la chiesa cattolica ha inciso sulla sana sessualità dei credenti? Tanto! Troppo! E quello che è l’atto piu naturale della vita…Viene trasformato in qualcosa di aberrante, di schifoso, un PECCATO e assolutamente da non fare…

Tornando alla domanda iniziale, la risposta che mi piace di piu è: ” è l’amore che ci fa noi”. Viviamo tutti immersi in questa infinita energia, L’AMORE e chi si lascia coinvolgere, si trova nel bel mezzo del momento piu creativo della vita, il SESSO! S.Freud sosteneva che non esiste l’amore ed è solo una sublimazione del sesso e alla domanda, cosa è il sesso egli risponde: “l’energia della vita”! Dunque stiamo parlando di qualcosa di molto importante e che ci coinvolge tutti, infatti, se i nostri genitori non avessero fatto SESSO, nessuno di noi ci sarebbe qui oggi! Questa mia riflessione a ruota libera è stata stimolata da un dialogo che ho avuto con un amica, alla quale dispensavo consigli sulla salute e suggerivo di seguire alcune regole, eccole:
1) Alimentazione bilanciata
2) Dormire bene e a sufficienza
3) Esercizio fisico
4) Ridere il più possibile
5) Attività sessuale

Sui primi 4 punti non ha avuto niente da eccepire, ma al quinto si è scaldata moltissimo e si è addirittura sentita offesa dal mio INNOCENTE consiglio!
Segue un estratto del dialogo:

io: il mio medico consiglia sempre di fare sesso alle sue pazienti e di provare orgasmi, è una cosa che fa bene alla salute!
lei: io ho sublimato il sesso e non posso andare con un uomo qualsiasi, devo provare dei sentimenti!
io: e chi ha parlato di trovarti qualcuno? dedicati all’autoerotismo.

..il dottore suggerisce questo, la cosa importante per la salute è che la donna provi orgasmi, da sola o in compagnia….sono umori che devono circolare e sfogare! Ti sto parlando di Biochimica e di salute!

lei(sempre piu alterata): Sei fissato con il sesso, vai sulle chat erotiche, guardati film porno…
io: ho una compagna che mi soddisfa moltissimo e non ho necessità di trovare altro, ma se non avessi nessuno mi dedicherei senza nessun problema all’autoerotismo, chiamala masturbazione se preferisci!
lei:(alteratissima) ma cosa hai oggi? ti senti male? ti vedo strano!
Il suddetto dialogo è avvenuto in un luogo pubblico fra persone mature e di mondo ed hanno assistito altre 4 persone…
La donna in questione non è una suora e non ha fatto voto di castità, è una signora e madre, colta e di mezza età. E non è nemmeno cattolica…
Roberto Benigni, ironizza dicendo che chi fa la guerra, la fa perche ha problemi di impotenza sessuale e chi fa sesso non ha bisogno di fare la guerra a nessuno! Del resto non si è inventato niente e prima di lui i figli dei fiori negli anni 70,i simpatici Hippy, ne avevano fatto la loro bandiera e il loro slogan piu famoso era, “FATE L’AMORE, NON FATE LA GUERRA, METTETE FIORI NEI VOSTRI CANNONI”

Da Il Messaggero del 1 giugno 2008

In Danimarca la prima maratona di masturbazione in Europa

ROMA (1 giugno 2008) – Potevano presentarsi nudi o con abbigliamenti sexy, il volto coperto da una mascherina, poi giornali porno e giocattoli erotici a volontà, per la maratona della masturbazione. Più di dieci ore dedicate al sesso in una a cittadina vicino a Copenhagen, Ishoej. Uomini e donne dai 18 anni in su hanno gareggiato, dalle 11 del mattino sino alle 10 di sera nella struttura per spettacoli Swingland. Alla fine non è manacata la premiazione per la migliore prestazione di autoerotismo. L’iniziativa, organizzata dalla sessuologa locale Pia Struck, è ispirata da una kermesse analoga negli Stati Uniti, “Masturbate-a-Thon”, che si tiene tutti gli anni dal 1998.
I partecipanti non potevano toccarsi fra di loro, ma potevano ḋispirarsiṠ guardando quello che facevano gli altri. Erano rigorosamente proibiti alcool, fumo e droghe, ma venivano distribuiti gratuitamente te, caffè e bevande. Alla manifestazione in Danimarca hanno partecipato fra gli altri gli attivisti di “Fuck for Forest”, volontari che vendono i video con i loro rapporti sessuali per finanziare la salvaguardia delle foreste.

Vi saluto con un brano dalla canzone “a Muso Duro” di Pierangelo Bertoli.

“e le masturbazioni cerebrali
le lascio a chi e’ maturo al punto giusto
le mie canzoni voglio raccontarle
a chi sa masturbarsi per il gusto”

P.S. …. Mio nonno diceva che quelle serali conciliano anche il sonno 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here