Aumenta la resistenza allo stress, incrementa l’ottimismo, il magnetismo personale e la volontà

Mitologia: L’ematite era già impiegata a fini terapautici nell’antico Egitto ed in Babilonia, per stimolare la produzione di sangue e per accelerarne la coagulazione. Veniva usata nello stesso modo anche nel medioevo e per questo motivo ricevette il nome di “pietra del sangue”. Sistema cristallino: trigonale. Processo litogenetico: primario o terziario. Classe minerale: ossidi. Colore: nero grigiastro, rosso, bruno. Terapia Spirito: rafforza la voglia di vivere nell’individuo e lo induce a migliorare le condizioni della sua esistenza. Psiche: rinsalda la volontà del soggetto, e lo rende acutamente consapevole delle aspirazioni che ancora attendono di essere realizzate. Conferisce dinamismo e vitalità. Mente: spinge l’individuo a prendersi cura dei propri bisogni fondamentali e, perciò, del suo benessere fisico, incoraggiandolo all’occorrenza a combattere per soddisfarli. A livello fisico migliora l’assimilazione del ferro da parte dell’intestino tenue e stimola la produzione dei globuli rossi. In tal modo, determina un aumento dell’apporto di ossigeno a tutti i tessuti dell’organismo, con un conseguente miglioramento delle condizioni generali di salute dell’individuo. Si consiglia di portarla con sé, tenendola a diretto contatto con la pelle o di adagiarla sul corpo. Il suo uso è controindicato in caso di infiammazioni, in quanto può acuirle! Non metterla a contatto con acqua; per scaricare e caricare l’ematite porla insieme a burattati di quarzo ialino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here