L’Acquamarina per gli occhi, le allergie e la psiche Mitologia: il nome acquamarina risale al periodo rinascimentale, mentre il berillo verde-azzurro è noto fin dai tempi più antichi. Vecchie leggende narrano che essa insegnerebbe a distinguere il vero dal falso, come l’amico dal nemico; sempre secondo la tradizione, assicurerebbe benessere, buona memoria e chiarezza mentale. Sistema cristallino: esagonale. Processo litogenetico: primario. Classe minerale: ciclosilicati. Colore: verde/azzurro. L’acquamarina appartiene alla famiglia del berillo. Influenza positivamente il quinto chakra. Terapia Spirito: favorisce la crescita interiore, la lungimiranza, rende sinceri, perseveranti e dinamici. Psiche: produce un senso di leggerezza e di tranquillità, infondendo nell’individuo la fiducia di poter portare a termine tutto ciò che intraprende. A livello mentale elimina la confusione stimolando il desiderio d’ordine e di definire le questioni irrisolte. A livello fisico armonizza l’attività dell’ipofisi e della tiroide, regolando la crescita e l’equilibrio ormonale. Inoltre, migliora la vista ed attenua l’eccessiva reattività del sistema immunitario. E’ indicata, pertanto, nei disturbi che riguardano quest’ultimo e nelle allergie, particolarmente nel raffreddore da fieno. L’acquamarina può essere tenuta a contatto del corpo per periodi anche lunghi. Nel caso di dolore agli occhi si può metterla direttamente sulle palpebre. Per la pulizia energetica si scarica sotto l’acqua corrente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here