I sogni

Ci avviciniamo al periodo dell’anno del risveglio della natura della rinascita. Può essere il momento più adatto per prendere in considerazione la capacità di sognare e i sogni che portiamo nel cuore. La capacità di sognare è quell’atteggiamento interiore che coltiva la speranza, che utilizza la fantasia e l’immaginazione per mantenere vivi i nostri sogni.
I sogni di cui vorrei parlare sono i progetti le aspirazioni che a volte teniamo sepolte nel cuore, e che invece ci parlano fortemente di ciò che siamo e di cosa siamo chiamati a realizzare. A volte sono sogni che abbiamo fin da bambini e che poi sono sepolti da valanghe di pessimismo, cinismo, sfiducia, sensazione di incapacità e li dimentichiamo.

Ne parlo a primavera perché vorrei usare una analogia. Un sogno può essere difficile e faticoso da realizzare a volte può necessitare di tutta una vita, ma è in questo che ci possiamo sentire veramente vivi e centrati e contenti delle nostre giornate. Ma a volte sotto il peso della difficoltà rinunciamo, dimentichiamo ci perdiamo. Un sogno è come un seme se non lo coltiviamo nel modo giusto e quotidiano, se non lo annaffiamo, scaldiamo, illuminiamo ogni giorno morirà, ma se invece lo alimentiamo nel giusto modo crescerà, metterà radici, poi si mostrerà con le prime timide foglioline e darà frutti e fiori bellissimi.

Possiamo coltivare con amore i nostri sogni mettendoci forza e costanza. Per fare un’opera non ci vuole forse dure lavoro e impegno? E allora perché questo non deve valere per un sogno? Possiamo imparare a dare amore e valore a ciò che sentiamo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here