Se Rocky ci ha deliziato con 6 ritorni sullo schermo, La Profezia di Celestino è solo al numero 2.

Il nuovo romanzo riprende lì da dove ci aveva lasciato quello vecchio. Anche qui un’avventura misteriosa in una foresta vergine ci conduce passo dopo passo a scoprire i nuovi elementi che compongono La Decima Illuminazione. Questa volta però, malgrado i cattivi sempre in agguato, l’illuminazione non è scritta bensì va dedotta attraverso le esperienze che i protagonisti si trovano ad affrontare. Malgrado l’intento dichiarato sia quello di proseguire il felice cammino intrapreso dalla Profezia di Celestino, il suo seguito – come spesso accade – non è all’altezza delle aspettative. Molta della parte romanzata a fantasiosa lascia il posto, nella Decima Illuminazione a numerose e spesso noiose dissertazioni teoriche e filosofiche. Ciò che nella Profezia di Celestino era tramesso quasi per osmosi con il lettore, in una sorta di trasmissione telepatica e attraverso il meccanismo dell’immedesimazione, qui viene quasi prosaicamente raccontato, esposto, come in una sorta di saggio romanzato. Innegabili sono le numerose riflessioni che il testo induce a fare, le importanti domande che pone, gli interrogativi che lascia sospesi. Sicuramente un grande ed importante stimolo alla riflessione profonda ed autentica, come quando il protagonista si interroga sul significato e sul ruolo che la sincronicità ha nell’universo. Ma nulla a che vedere con la sintesi artistica che traspare dal primo romanzo di Redfield e che ne ha fatto un bestseller internazionale. Un testo da leggere sicuramente solo per coloro che hanno letto ed apprezzato La Profezia di Celestino: una delle tante strade per proseguire nella via intrapresa. Scheda: James Redfield, La Decima Illuminazione, Nuovi orizzonti della Profezia di Celestino Corbaccio, 1996 Lire 26.000 Voglio acquistare questo libro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here