Intolleranza

Il problema delle intolleranze alimentari e ancora oggi del tutto sottovalutato e misconosciuto da buona parte della classe medica o,per meglio dire, c’è parecchia confusione. Solitamente si tiene valido solo il principio il quale l’allergia è una reazione immediata dipendente dagli anticorpi IgE, quindi altre reazioni del nostro organismo non vengono considerate allergie ma di tutt’altra natura.

Di allergie alimentari sarebbero colpite 2 persone su 10 mentre le intolleranze alimentari i colpiti salgono di percentuale sino a 6 persone su 10.

C’è una bella differenza tra allergia ed intolleranza, qui riporto le varie differenze.
1) Allergia alimentare, dipendentemente da soggetto a soggetto si presenta con, orticarie, che viene dopo aver mangiato le fragole così come l’angioedema (gonfiore delle mucose).
2) Pseudoallergie, deficit enzimatici come, mancanza di enzimi, (valido per la digestione delgi zuccheri del latte) e si manifesta con vomito e diarrea, oppure la mancanza di enzimi per la digestione dei legumi (favismo).
3) Ipersensibilità, reazione ad alcune sostanze presenti in alcuni alimenti del tipo ( vino rosso, cioccolato, formaggi, prodotti inscatolati) rilasciano istamina stimolando cefalee, prurito, arrossamenti (tipo contatto con il nichel) e altri sintomi.
4) Reazioni tossiche, ossia avvelenamenti da funghi o cibi avariati, botulismo ecc.ecc.
5) Intolleranze, sono quei casi che eliminando completamente l’alimento, si verifica la scomparsa del sintomo e della malattia.

SEGNI E SINTOMI CHE POSSONO INDICARE INTOLLERANZE ALIMENTARI E/O CHIMICHE
Sintomi generali : stanchezza generale;assopimento post-prandiale; ritenzione idrica; gonfiori agli arti; borse oculari; aumento della sudorazione; aumento della salivazione; intolleranze protesi dentarie; amalgame dentarie.
Sistema digestivo: diverticolosi intestinale; colite spastica; colon irritabile; meteorismo; acidosi; alitosi; dispepsìa; stipsi.
Sistema nervoso : cefalea; ansia; depressione; irritabilità; scarsa memoria; difficoltà di concentrazione.
Pelle : prurito locale e generalizzato; acne; eczema; dermatiti; psoriasi; lesioni dermatologiche.
Inestetismi cutanei : cellulite; obesità.

Non servono controlli quantità, diete uguali per tutti. Per smaltire grasso e cuscinetti bisogna trovare un equilibrio alimentare INDIVIDUALE puntando soprattutto sulla qualità. Alcuni cibi e le sue associazioni innescano un processo che può alterare il metabolismo e aggravare una sofferenza intestinale e circolatoria. I vari sintomi si possono verificare fino a 72-96 ore dopo l’assunzione del prodotto non tollerato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here