classificazione dei rimedi floreali secondo E.Bach

La classificazione dei rimedi e la loro descrizione è quella di Edward Bach nel suo libro” The twelve Healers and Other Remedies”

– Chicory…: “Per quelli che si preoccupano molto dei bisogni altrui, tendono ad essere pieni di attenzioni eccessive verso i bambini, i parenti, gli amici trovando sempre qualcosa che non va da mettere a posto. Vogliono continuamente intervenire su cio’ che ritengono sbagliato e sono contenti di farlo. Desiderano essere sempre vicini alle persone che amano.”

– Vervain…: “Per quelli che sono estremamente sicuri delle proprie convinzioni, che di rado cambiano idea e vogliono convertire tutti alla propria filosofia di vita. Hanno molta forza di volontà’ e coraggio se si tratta di insegnare agli altri le cose che ritengono giuste. Se sono malati lottano più’ a lungo di altri prima di arrendersi e tralasciare i propri doveri quotidiani.”

– Vine…: “Per persone molto intelligenti, consapevoli delle proprie qualità, sicure del proprio successo. Essendo cosi’ sicure di se stesse pensano che sarebbe un bene se gli altri potessero essere persuasi ad agire come loro o secondo i loro consigli. Anche se sono malate continuano a dar ordini ai loro sottoposti; possono essere di grande utilita’ nelle emergenze.”

– Beech…: “Per chi sente il bisogno di vedere più’ bellezza e bontà’ in tutto ciò che lo circonda, riuscendo a cogliere ciò che c’è di buono in ogni cosa nonostante le apparenze. Per chi vuole essere più’ tollerante, mite e comprensivo nei confronti delle diverse maniere in cui ogni creatura si dirige verso la perfezione.”

– Rock Water…: “Per coloro che hanno scelto di condurre una vita dura, che si privano dei piaceri e delle gioie della vita perché temono possano ostacolare il loro lavoro. Per chi e’ molto severo con se stesso e vuole essere sano, forte e attivo ed e’ disposto a tutto pur di rimanere in queste condizioni. Queste persone, spesso, sperano di costituire degli esempi per gli altri che, imitandoli, possono diventare migliori.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here