Il libro nero della pedofilia che ha ispirato il film Animanera di Raffaele Verzillo, in uscita nelle sale cinematografiche il 29 agosto 2008

Dall’autore de “I bambini delle fogne di Bucarest”, un amaro grido di dolore a favore dell’infanzia violata. Dai torbidi intrecci tra chiesa e pedofilia alla proficua rete della pedopornografia su internet, dalle insaziabili richieste del turismo sessuale alla sconcertante realtà degli abusi nelle scuole. Duecento pagine di cruda verità per un libro che racconta senza mezzi termini l’esteso potere dei pedofili, mostri protetti dall’omertà di chi sa ma non dice e dalla crudeltà di chi ascolta ma non crede. Un documento di tagliente denuncia sociale scritto da chi quotidianamente lotta in prima fila a favore dei bambini e che si rivolge a tutti quanti noi, chiamandoci a combattere sullo stesso fronte. Perché solo attraverso la consapevolezza di ciò che veramente accade possiamo salvare i nostri figli e con essi il nostro futuro. Ispirato al libro I Predatori di Bambini (Macro Edizioni), dal prossimo 29 agosto arriva nelle sale italiane Animanera, il film attraverso cui il regista Raffaele Verzillo affronta il delicato tema della pedofilia.

Per poter realizzare un’opera che tocca un tema così oscuro, regista e attori hanno compiuto un approfondito lavoro di documentazione, che è passato attraverso il contatto con numerose associazioni di difesa dei minori, la consulenza di diversi professori universitari e la consultazione di numerosi testi, in particolare proprio del libro I Predatori di Bambini. “In questo libro protagonista è la follia. Organizzata, manipolata, conidivisa, costruita ad arte. Sempre solo con lo scopo di fare del male, abusare sessualmente, seviziare, torturare, umiliare bambini piccoli, sempre più piccoli, addirittura neonati. In questo libro, un pampphlet, il primo nel suo genere pubblicato nel nostro Paese, troverete una fotografia di quello che sta accadendo sotto i nostri occhi, distratti o ciechi, chissà. Ma troverete anche tanta di quella illogica stupidità che continua a mietere vittime tra chi vittima lo è già. […]
In America un pedofilo in libertà condizionata ha osservato per due ore un bimbo giocare nel parco davanti a casa sua. il lunedì successivo sarebbe dovuto andare davanti a una Corte che insieme agli operatori sociali e alla polizia avrebbe dovuto giudicare la sua pericolosità, dato che aveva già abusato di due bimbi di 3 e 5 anni. Ad un certo punto il piccolo smette di giocare, prende la palla e si incammina verso la casa della nonna che lo sta chiamando per il pranzo. L’uomo allora apre la porta, è un uomo alto dai capelli rasati a zero e il fisico da culturista per circa 100 kg di peso, e si trova davanti a sè il piccolo, di soli 6 anni.

Lo prende per un braccio e lo porta in casa dove per ore insieme a suo padre, condannato alcuni anni prima per incesto, abusa di lui sessualmente, mentre la madre della folle famiglia li guarda, ride e si masturba. Alla fine, dopo numerosi abusi, il bimbo viene ucciso e fatto a pezzetti e abbandonato in un parco. Ecco, questo libro parlerà di casi così. Che avvengono principalmente fuori di casa vostra. […]

Un documento di tagliente denuncia sociale scritto da chi quotidianamente lotta in prima fila a favore dei bambini e che si rivolge a tutti quanti noi, chiamandoci a combattere sullo stesso fronte. Perché solo attraverso la consapevolezza di ciò che veramente accade possiamo salvare i nostri figli e con essi il nostro futuro.

Massimiliano Prassi, giornalista e scrittore, è da sempre un attivo operatore del sociale. Dalla povertà di strada alla tossico-dipendenza fino alla pedofilia, la sua voce si è sempre distinta per i toni, spesso scomodi, di denuncia. Autore di uno tra i blog più consultati tra quelli dedicati all’infanzia violata e presidente dell’Associazione Prometeo, negli ultimi anni ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti sia in Italia che all’estero.

Scheda del volume
Autori: Massimiliano Frassi
Editore: Macro Edizioni
Prezzo: 11.90 Euro
Collana: Le Verità nascoste

I predatori di Bambini, Ordina dal Giardino dei Libri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here