Guida alla salute naturale Vanoli editore ETICA e SALUTE L’unica strada da ricercare e da percorrere per risolvere tutti i problemi dell’Umanità e quelli della Salute dell’Essere è la ricerca dell’Amore di Sé e del proprio prossimo, cioè dell’UniVerso o corpo di manifestazione di “Dio”, IOD, ……l’Infinità. E’ giusto e necessario che ogni individuo cerchi il massimo grado di felicità personale, purché limiti per mezzo della Ragione in coerenza con le leggi (Giustizia nell’Amore) della Manifestazione, gli effetti individuali e sociali negativi dei suoi comportamenti, partecipando attivamente al miglioramento dell’Etica individuale e sociale, per mezzo della ricerca dell’Amor Proprio (Egoismo); solamente amando veramente Sé stesso troverà la Giusta strada per aiutare la società che è composta da altri individui che come lui sono alla ricerca anch’essi dell’AmarSi. Solo in questo modo è possibile creare una società più tollerante e meno ipocrita, più equilibrata e vivibile per ogni essere vivente. Il Benessere o Salute è ovviamente il Bene dell’Essere ovvero essere nel Bene, cioè vivere in conformità, in coerenza, in Armonia con le Leggi Universali che regolano le strutture Viventi.

Perseguendo l’Amor Proprio, cioè l’amore di Sé stessi (Egosimo), degli altri e dell’Universo in quanto esso corrisponde sempre all’Amor Sociale (l’Egocentrismo è esattamente il suo contrario), potremo finalmente godere appieno della Vita individuale e sociale e quindi, occorre perseguire i desiderati Naturali ed Universali dell’Ego. L’Egocentrismo, che è sinonimo del malEssere (malattia), è il contrario del BenEssere: esso è il male dell’Essere ovvero “essere nel male”, (la parola male deriva dal latino malus = cattivo), cioè vivere in contrasto con le Leggi Naturali Universali; il malessere però genera sempre la malAttia ovvero l’azione del male, ciò significa che essa è la Giusta conseguenza dell’azione malvagia che il malato consapevolmente o meno, sempre genera. Le malattie e la sofferenza come abbiamo già più volte affermato, sono la conseguenza dei conflitti Spirituali (vedi cap 7 nel 2° vol.) che “scendono” dal “cielo dello Spirito” nella “terra fisiologica” e quando trovano il “terreno” (vedi vol. 1, cap. 3 voce Bio elettronica) adatto, prolificano generando il corpo del conflitto, la malattia, ovvero l’azione del male, cioè dell’ignoranza.

Il ciclo di interdipendenza che, attivato dal Pensiero/Psiche (conscio od inconscio), genera a tutti i livelli lo stress e quindi la malattia, lo ricordiamo ancora una volta, è questo: la Psiche sottoposta a Stress di Incoerenza rispetto alle Leggi dei Giusti rapporti con la Manifestazione della Natura, attiva l’Ipofisi (ghiandola endocrina posizionata al centro del Cranio), la quale invia opportuni messaggi bio elettrochimici alle Surrenali, le quali a loro volta attivano i Reni ad espellere più del normale, le sostanze Vitali (vitalie) nell’Orina e quindi se quest’ultima viene gettata via, l’organismo si indebolisce man mano che il processo Nutrizionale cellulare si và via via depauperando, permettendo quindi la nascita di QUALSIASI tipo di malattia. Quindi la malattia è chiaramente un metodo che la Natura ha messo a punto per far comprendere all’essere che non deve trasgredire le Leggi della Manifestazione, vivendo una vita di Incoerenza, in quanto egli, se continuerà nell’incoerenza, somatizzerà sicuramente qualsiasi tipo di malattia; ma comunque essa è la base dalla quale partire per riprendere coscienza su sé stessi, sui propri errori e quindi iniziare ad invertire la “rotta” di Vita; il male è quindi un Bene potenziale ma necessario per poter evolvere verso l’InFinita Perfezione.

Ecco le modalità per star facilmente bene: La Medicina Biologica o Naturale è la Scienza che procede indagando sulle Vere cause che provocano le malattie, cercando di risolverle nel miglior ed unico modo possibile e cioè, rimuovendo tutte le cause ri-trovate, senza ricorrere ad interventi cruenti o nocivi per gli stati fisiologici e psichici generali, (che invece sono sempre presenti negli “effetti collaterali” utilizzando i farmaci allopatici moderni), seguendo procedure che siano in sintonia con le “Leggi Cosmiche” dalle quali tutti i complessi biologici dipendono. Si tratta dell’applicazione, attraverso l’Educazione alla Salute, di procedimenti fisici, psicologici, l’impiego di sostanze naturali ed atossiche, atte a ripristinare le “alterazioni” Psicofisiche e le intossicazioni intervenute nello stato di malattia, in modo da recuperare la Perfetta Salute, in quanto questa è un patrimonio ed un diritto acquisito dalla nascita, da parte di tutti gli esseri viventi ma e sopra tutto dalla “forma Umana” e per mantenerla tale occorre rispettare delle regole fondamentali che si possono sintetizzare nel saper controllare il corpo in modo che sia mantenuto il più possibile con un pH fisiologico verso l’alcalino.

La forma Umana è stata progettata per funzionare con un pH corporeo tendente all’alcalino e come tale deve essere mantenuto per star bene e vivere il più possibile nel benEssere. Per rimanere in quei limiti occorre che ci si alimenti con diete idriche di acque le più pure possibili (a basso tenore di minerali residui) e con cibi integrali, biologici, con prevalenza di verdura e frutta crude, alle volte cotte, pochissime proteine di tipo vegetale e rarissimamente di quelle animali, preferendo carne di pesce piccolo (niente molluschi, crostacei) ed alle volte di piccoli animali terrestri; mai cibarsi di quelli grandi nemmeno se sono ancora lattanti; praticando ginnastiche o movimento all’aria aperta e con la pelle in contatto con il sole e l’aria, riposando adeguatamente, respirando bene e profondamente, cercando di non crearsi degli inutili conflitti spirituali oltre a quelli che la vita stessa propone, arrivando a pensare in positivo il più possibil,e in modo da digerire bene anche tutte le asperità della vita. Fare all’Amore spesso e bene con il proprio partner, Meditare, Riflettere, pregare, ascoltare o fare musica melodiosa, ballare con musiche rilassanti o gioiose, giocare e passeggiare in mezzo alla Natura, sono medicine gratuite che vanno utilizzate il più possibile per mantenersi in Perfetta Salute.

Ecco dimostrata come la malattia, il malessere sono un problema di Comportamenti; una migliore ETICA permette all’essere di star bene; comportamenti errati determinano sempre malessere, cioè malattia. Purtroppo fino ad ora l’Uomo e questo in tutti i paesi del mondo, si è stupidamente deresponsabilizzato dall’Amarsi (per cui non è assolutamente in grado di amare il proprio prossimo) e dalla propria partecipazione, delegando i suoi compiti allo “stato”, il quale essendo rappresentato dai gruppi di potere interessati solo all’aspetto del reddito economico immediato, hanno perso facilmente di vista gli interessi dell’individuo e quelli della collettività che null’altro sono che la sommatoria aritmetica di tutti i VERI bisogni dei vari singoli che la compongono secondo il principio: la mia libertà finisce dove inizia quella del mio prossimo. Quello che vogliamo dire ed affermare è che di fatto l’ETICA è l’AMOR PROPRIO (gestito dalla RAGIONE) e questi porta al miglior BENESSERE quindi alla PERFETTA SALUTE, di conseguenza quest’ultima è la MIGLIORE ETICA, per cui perseguire l’Amor Proprio è perseguire il proprio Benessere e quello altrui.

L’Ego/IO è la Coscienza o Consapevolezza di Essere nel presente, se lo desiderate e ne sarete capaci agendo, partecipando alla e nella manifestazione dell’UniVerso, potrete avere questa consapevolezza anche per il vostro passato e per il futuro. A seconda della propria Conoscenza l’Ego/IO avrà più o meno Consapevolezza sul suo Presente, Passato, Futuro; ovviamente questa Consapevolezza o Coscienza più sarà ricca di dati, maggiore sarà la sua sicurezza, chiarezza nelle scelte, la sua azione in sé e nell’Ambiente, l’UniVerso, quindi potrà godere sempre più felicemente questa esperienza nella vita del presente. L’Ego/IO è sempre attivo nella ricerca dell’accrescimento della propria consapevolezza e DEVE di conseguenza tendere alla Perfezione Infinita, cioè l’Ego/IO è il divenire dell’ESSERE che si deve identificare anche nel NOI. La Libertà è il Primordiale DOVERE (essere) del nostro volere (essere); a partire da questo dover essere, nascono gli altri doveri, cioè i valori della RAG-IONE (raggio dello Ione) pratica. Come disse Spinoza: “Ogni cosa, per quanto è in essa, si sforza di perseverare nel suo essere”.

Ciò che per l’Uomo vale è quello che l’Uomo vuole, però egli non può volere ogni cosa, ma deve volere in accordo con ciò che già è, quindi tutto è possibile, ma non tutto è utile in questo momento. Ricordiamoci anche che il “libero arbitrio”, il diritto alla libera scelta, non lo abbiamo ancora raggiunto; esso va Conquistato ogni giorno, come le varie libertà. Sentirsi o credersi “mortali”, come in genere tutte le religioni insegnano ed in particolare quelle Cristiane, è terribilmente stupido, ma questo serve ai capi religiosi per meglio controllare quelle coscienze; saper invertire rotta e passare alla Consapevolezza della propria Immortalità è passare dall’infelicità alla Felicità. NON Vi è nessun mediatore fra la vostra Coscienza e la vostra Immortalità, siete solamente Voi stessi che vi dovete rendere consapevoli di questo fatto reale. Voi Eravate, Siete e Sarete, in barba a tutti i mediatori o profeti di sventura, solamente se sarete capaci di far propria questa Conoscenza, questa Consapevolezza e quindi di viverla, affermandola nei vostri fatti quotidiani.. Voler continuare ad essere, voler essere meglio e di più, voler essere in modo più certo, con maggiori possibilità, in modo più armonioso, coerente e completo, fa parte della profonda natura immortale dell’Uomo e dell’Auto affermazione dell’Essere Umano.

Questo voler essere è valido senza eccezioni, per tutti i tempi ed in tutte le culture; la storia e l’etnografia lo presuppongono e non lo determinano. L’evidente diversità di usi, costumi, morale, leggi, forme di governo, non compromettono l’unicità di questa ragione Universale. “Tutti i “valori” dell’Uomo nascono dall’ansia del conservare Sé stesso secondo un “progetto di immortalità” ben preciso e senza questo NON vi sarebbe né l’Etica, né il Diritto, né la Politica. Dobbiamo ricercare, insegnare e praticare un “Progetto di Vita” in accordo con valori Universalizzabili (Eccellenza e Perfezione per Sé e per l’Universo) per mezzo della Comunicazione che porta alla consapevolezza e mai alla costrizione ed alla prevaricazione quindi alla violenza. Essere felici vuol dire potersi accorgere di Sé stessi senza spavento” (da W. Benjamin). Essere felici significa quindi anche saper scegliere, prendere decisioni motivate, sopprimere od evitare gli ostacoli i limiti contingenti e le minacce all’interno del gruppo o della collettività e per poter fare ciò occorre CONOSCERE, cioè essere Consapevoli del piano della Natura: l’Evoluzione dello Spirito, del Pensiero nella Conoscenza di Sé e dell’UniVerso.

Il cammino o processo dell’evoluzione dello Spirito è il “passaggio” dell’InFormAzione dalla fase istintuale (come i bambini) dell’inconscio a quella Razionale del Conscio, per poterla Accumulare, Ordinare (mettere ordine in essa) aggiungendovi la maggiore possibile Coerenza, per raggiungere i più alti traguardi di Finalità Etica per Sé stessi, per gli Altri e per l’UniVerso, con tendenza alle Infinite Verità dell’Ordine nel Vero, Giusto e Bello; questo modello di sviluppo è assolutamente di tipo CibernEtico. Non esiste altro movente Etico che la ricerca e la difesa di ciò che è più vantaggioso o di quello che conviene maggiormente all’essere, per cui l’Etica è necessariamente e rigorosamente auto affermativa; la rinuncia a qualche cosa è sicuramente una negazione di Sé o degli altri. Non esiste l’etica altruista, tale da imporre al soggetto di agire per un motivo diverso dal meglio per Sé stesso, cioè del voler essere Umano. La parola Egoismo deriva da Ego od IO, ma essa è stata associata fino ad ora stupidamente all’idea di asocialità, mancanza di solidarietà e partecipazione.

Coloro che la pensano in questo modo si dimenticano che l’Ego od IO sono nozioni che traggono il loro fondamento nella società stessa e non possono essere considerate al di fuori della società, per cui questo modo di pensare è mentire a Sé stessi; è la comunità sociale Umana che ha definito l’Ego, l’autonomia morale del soggetto. L’Egoismo non ha nella pratica conseguenze asociali od anti sociali, tranne che a causa di un’idea errata od inadeguata del suo vero e proprio interesse, dato che l’essere che autoafferma non può che essere sociale. E’ l’Egocentrismo il vero male dell’Uomo e non l’Egoismo od Amor Proprio. Occorre vivere secondo e conformemente alle Leggi della Natura, cioè conservarsi nella Perfezione della propria Natura. Il Piacere è la ricompensa per le azioni a cui il dolore ci induce, la riconciliazione gratificante con l’obbligo vitale della pratica. Il dolore ed il Piacere sono le due facce della stessa medaglia, solo attraverso il dolore noi abbiamo il piacere della Conoscenza e della Consapevolezza; il Piacere è “ciò che vale la Pena”, sembra un “calcolo” del dolore.

La capacità di provare piacere si educa e si affina alla scuola della sofferenza: non è la parola che si afferma con il “sangue” ma la piena umanizzazione, cioè il consegnarsi al pieno godimento. Al dolore ed alla sofferenza, NON si fugge, non si può nemmeno ignorare, essi vanno affrontati ricercando le cause che li generano; quindi il dolore e la sofferenza SONO EDUCATIVI, in quanto indicano una via da percorrere: la ricerca della causa e quindi della sua possibile rimozione; chi tenda di “scappare”, ingigantisce il suo problema aggiungendone altri. Chi ha paura di soffrire, ha paura anche di vivere la Vita. Un grande disse: “se vuoi vincere il male, affrontalo”. Il dolore a la sofferenza sono l’effetto del male e quest’ultimo è l’effetto dell’ignoranza; quindi Conoscere elimina sempre più il dolore e la sofferenza. Non saper soffrire e comprendere a cosa serve il dolore è annichilente ed anti Vita; aspirare al piacere, al godimento è la massima aspirazione dell’essere, per cui va perseguito sempre tenendo presente per mezzo della ragione i limiti definiti dagli altri IO secondo la legge: “la mia libertà finisce dove inizia quella del mio prossimo”.

L’aspirazione all’Eccellenza ed alla Perfezione, culmine dell’Arte Etica di Vivere, è il prodotto più squisito dell’Amor Proprio. Chi non desideri essere Eccellente né Perfetto, chi creda di non meritare tanto o non osi aspirare a tanto, senza dubbio non ama sufficientemente Sé stesso od ha un’idea dell’eccellenza e della perfezione pervertita, estranea, schiavizzante, cioè incompatibile con i bisogni del suo Ego. IO sono per Me, non contro gli altri, ma in quanto gli altri esistono e li considero in Me. L’attaccamento a Sé stesso, all’auto conservazione, al proprio vantaggio e potenziamento non è in disaccordo con l’essere sociale, anzi lo esige. E’ nelle pene degli altri che vediamo meglio l’identità della nostra natura. Come afferma Savater F. (insegnante di Etica alla Università dei Paesi Baschi): “La società come istituzione è innanzi tutto uno strumento destinato a soddisfare il desiderio di conservazione ed immortalità dei suoi membri, rafforzandone la sensazione gratificante di sicurezza ed ampliandone le possibilità individuali in quanto ciascuno di essi partecipa al gioco collettivo.

Quanto più una società si evolve, quanto più si fa ricca e complessa, tanto più appoggio presta all’IO dei suoi membri. Una società che si può permettere il lusso di gratificare l’auto affermazione dei membri che la compongono, non rinuncerà in nessun caso e per nessun motivo a mettere in pratica questa conquista”. Non l’Uomo abita la Terra ma lo abitano gli Esseri Viventi; la Pluralità è la Legge del Pianeta. Saper vivere secondo le Leggi Naturali (del Diritto Naturale ovvero dei Diritti degli Umani, Animali, Vegetali, ecc.) è la cosa essenziale. Tutte le leggi degli Stati del mondo devono essere assolutamente in Armonia con questi Diritti Naturali, se non lo sono, esse devono essere abolite immediatamente perché contro i Diritti Fondamentali dell’Umanità e dei Viventi stessi. Rifiutatevi quindi di osservare le leggi in contrasto con la vostra Coscienza ed insegnate agli altri a fare altrettanto. La rivendicazione continua della Giustizia nella Coerenza dell’Etica esalta il Benessere del singolo individuo e di conseguenza quelli della sommatoria aritmetica degli individui che compongono la Società stessa, la collettività, sono le uniche e sole strade da perseguire per tutti gli stati del mondo, ecco in ciò che sta la vera società “civile e democratica”, il resto sono solo parole, parole, parole errate, senza senso o disinformazione voluta dai “potenti” che generano solo malessere, ingiustizia, dolore, malattia e morte nei Viventi.

Quindi Comportamenti Coerenti con le Leggi dell’ETICA, producono SALUTE Psico/fisica individuale e sociale. Imparate quindi a TRASGREDIRE TUTTE quelle leggi in CONTRASTO con la vostra Coscienza ed insegnate ai vostri figli a comportarsi così, educandoli a ricercare la propria evoluzione nel principio semplice ma fondamentale del “è sempre meglio fare meglio”. ——————————————————————————– Se volete avere altre informazioni su questi temi, acquistate il libro: GUIDA alla SALUTE NATURALE” stampato e distribuito a cura di: VANOLI EDITORE srl – via Cesalpino 26/a – 20128 Milano – fax (02) 2591473

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here