Secondo una ricerca pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition, abbassano i livelli di colesterolo e rendono il corpo più reattivo all’insulina

Gli alimenti a base di grano intero riducono il rischio di malattie cardiache, diabete di tipo 2 e alcuni tipi di tumore, poiché abbassano i livelli di colesterolo e rendono l’organismo più reattivo all’insulina. E’ quanto afferma una ricerca che sarà pubblicata sul numero di agosto della rivista “American Journal of Clinical Nutrition”. Un gruppo di scienziati guidati dal dottor Paul Jacques ha studiato per quattro anni 3mila adulti di mezza età e ha notato che l’assunzione dei cibi con grano intero è legata a bassi livelli di colesterolo totale e Ldl (il “cattivo” colesterolo) e a una maggiore sensibilità all’insulina (l’ormone che in livelli troppo elevati può causare il diabete di tipo 2). Il consumo di questi alimenti, inoltre, conduce a un minore indice di massa corporea (Bmi), quello che misura la relazione tra peso e altezza. Tra gli adulti che meno consumano alimenti di grano intero, invece, sono più frequenti casi di sovrappeso, obesità e alti livelli di insulina. Alcuni esperti di salute affermano che la ragione dell’epidemia di obesità in America va ricercata nel consumo di carboidrati.

Altri sostengono che gli alimenti di grano intero, ricchi di fibre, vitamina E e magnesio, non hanno lo stesso effetto sull’insulina dei carboidrati raffinati, privati di molte sostanze nutrienti. In ogni caso questi risultati possono aiutare a comprendere come il grano intero può proteggere da numerosi disturbi cronici e come deve essere inserito nella dieta quotidiana. In generale per proteggere il cuore gli esperti consigliano di mangiare 5 o più portate di frutta e verdura ogni giorno, e completare la dieta con fagioli, alimenti integrali, prodotti caseari a basso contenuto di grassi o senza grassi, pesce, petto di pollo e carne magra. No agli alimenti ricchi in grassi a base di olio parzialmente idrogenato. Sì agli alimenti poveri in grassi saturi. Inoltre, è bene mangiare meno di 2.400 mg di sodio al giorno (un cucchiaio da tavola di sale da cucina) e limitare l’alcol.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here