E la Vita continua

E’ arrivato anche il 2011! Tra applausi, fuochi d’artificio e brindisi (forse un po’ meno plateali che gli anni passati se crediamo alla crisi ed all’austerità), ma é qui anche lui. Pieno di promesse e di sorprese riceve i giuramenti ed i proponimenti di chi é convinto che « quest’anno tutto cambierà ». Tra un bicchiere ed un altro si allacciano nuove alleanze d’affari, si ha la visione di nuovi orizzonti di sviluppo commerciale, si intravvedono nuove vie di espansione molto benefiche per la propria società o il proprio paese. Nuovi amori sotto il rametto di vischio NUOVO! Tutto é nuovo, tutto sarà nuovo in questo anno neonato. Siete sicuri? Tutto NUOVO? Ho scelto di proporre con queste righe alcuni esempi di “progetti” che vi suggerisco di leggere con attenzione: uno degli esempi potrebbe essere anche il VOSTRO NUOVO PROGETTO Francesco C. di Chiavari. 34 anni, laurea in scienze politiche lavora nella ditta di laterizi del padre. Durante gli studi a tempo parziale e, dopo la laurea, a tempo pieno. Papà Stefano glielo ha già ripetuto centinaia di volte « Ho creato tutto questo per te :E’ a te che riviene il dovere di continuare la nostra storia familiare, anche con la nostra attività ».

Francesco sogna la carriera diplomatica, un master nella prestigiosa università di Princetown e vivere in California, ma l’amore per suo padre lo incatena a Chiavari. PROGETTO : entro la fine del mese di gennaio 2011 dire al padre e a tutta la sua famiglia che il 1 marzo 2011 parte per gli USA. AUGURI FRANCESCO !! la Vita é con te, vai e vola da solo ! Gigliola L. di Brescia, 50 anni portati magnificamente, tre figli di 30, 28 e 25 anni. Nessun nipotino per il momento, ma lei spera che arrivino presto. I ragazzi hanno tutti un ottimo impiego e si sono guadagnati la loro indipendenza. Gigliola ha aspettato qualcosa tutta la sua vita : aspettava il principe azzurro ed ha incontrato Giovanni. Giovanni, avvocato ben introdotto nella sua città e nella provincia, é un alcolista ma non lo vuole riconoscere : « Non ho problemi con l’alcol, lo tengo bene, anche se di tanto in tanto ho qualche scatto di violenza. E’ normale ». Gigliola sogna di partire a vivere in Sicilia, al caldo ed al sole e soprattutto da sola. Vorrebbe riprendere a dipingere e quell’isola ha i colori e la luce che lei ama, ma l’amore per i figli ed un senso di responsabilità nei confronti di Giovanni la imprigionano a Brescia PROGETTO : entro gennaio 2011 acquistare tele, pennelli.

All’inizio della primavera 2011 riconvertire l’appartamento di Via Giusti, vuoto da anni, in studio e ricominciare a dipingere, per il momento le brume e le verdure della campagna bresciana. AUGURI GIGLIOLA !! Ridisegna le tue giornate con i colori che ami ! Giorgio M. di Roma, 48 anni, divorziato da ormai 23 anni, vive solo in un piccolo appartamento vicino alla stazione Tiburtina. Qualche piccola avventura qua e là, ma niente di serio. Tutte le mattiine, da quasi 6 mesi, serve un cappuccino con il cuore di schiuma ed un cornetto a Stefania, una bella brunetta che lavora in una ditta nei pressi della Stazione. « Buongiono signorina, il solito ? » « Si’ grazie Giorgio ! » Uno sguardo, un sorriso, un commento sul tempo e « Arrivederci a domani ». Giorgio vorrebbe parlare un po’ piu’ a lungo con quella giovane, ma crede che sia …. troppo giovane per lui e, soprattutto, interessata a tutt’altro che un semplice barista. PROGETTO : entro gennaio 2011 invitare Stefania a cena e………………e poi si vedrà………….se sono rose fioriranno AUGURI GIORGIO ! La vita aiuta i coraggiosi e talvolta é importante, per se stessi, prendere dei rischi.

Il rischio é che Stefania ti dica NO………….e allora ? Margherita M. di Ostuni, 65 anni, vedova da ormai 15 anni vive da sola in un villino faccia a mare dove spessissimo fa la baby sitter per i suoi nipotini, i figli di Sofia la sua unica figlia che lavora a Barletta. L’estate scorsa, Domenico F. é ritornato ad Ostuni dopo 40 anni e si sono incontrati come la prima volta, 41 anni prima, nella gelateria di Rosetta. Da allora, si sono rivisti per qualche cena, alcune escursioni in mare e Margherita sente che il sentimento che li aveva uniti velocemente tanti anni prima é ancora presente nel suo cuore e sa che quel sentimento é condiviso ancora oggi dall’uomo che fu il suo grande amore. Il suo era stato un matrimonio concordato : suo padre, in società con il padre di Rinaldo, il suo defunto marito, le aveva imposto quel matrimonio, utile per la famiglia, con la minaccia di escluderla dal testamento e cacciarla di casa se avesse continuato a frequentare quel « buono a nulla » di Domenico F. Per il bene della famiglia aveva accettato. Margherita desidera riprendere la sua storia con Domenico e chiedergli di andare a vivere con lei nel suo villino faccia a mare.

Ma come dirlo a sua figlia Sofia ? E i suoi fratelli !! Erano tutti d’accordo con suo padre nel considerare Domenico un « buono a nulla ». Margherita sta male e per il momento ha scelto di diradare i suoi incontri con Domenico. PROGETTO: entro gennaio 2011 organizzare un pranzo o una cena nel suo villino ed invitare tutta la sua famiglia senza dare spiegazioni particolari. Invitare anche Domenico ed insieme comunicare la loro scelta. AUGURI MARGHERITA !! Un amore cosi’ é eterno !! Ebbene amici cari, secondo voi cosa hanno in cmune questi progetti NUOVI ? Non sono nuovi. Io credo che tutti i programmi ed i progetti sono la manifestazione, ogni volta diversa e per ciascuno di noi dunque differente, del grande unico progetto della vita : ritrovare chi siamo veramente, dare voce alla verità che é in noi, utilizzare le nostre potenrialità al meglio per celebrare la bellezza e la perfezione della Vita. Allora, qual’é il vostro progetto per il 2011 ? Non importa come si realizzerà. Cio’ che importa é che voi ci crediate perché attraverso quel progetto state portando nel mondo la Vostra Musica.

In tal caso l’orchestra della Vita suonerà con voi ed io, strumento divino come ciascuno di voi, vi auguro di sentire la sinfonia che tutti insieme siamo capaci di creare. BUON ANNO A TUTTI !!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here