La scuola della vita

In questi giorni nei quali incalzano dibattiti sulla riforma dell’’istruzione, su modi, metodi e abilitazioni varie, mi coglie un dubbio atavico: ma fosse che stiamo guardando la ‘pagliuzza’ nell’occhio e non vediamo il trave?!? Non fraintendetemi. Non sono di quelle persone convinte a priori che il Governo legiferi senza capire nulla della materia trattata e il ‘popolo sovrano’ ne sconti poi le dolorose conseguenze …non sempre. Sento che per un paese in sofferenza come il nostro le risposte pratiche, precipitate su un piano materiale, non siano più sufficienti, benchè necessarie. A tal proposito mi torna in mente un filmato visto un po’ di tempo fa nella rete nel quale si parlava di un progetto presente in alcune scuole di 3 paesi molto differenti tra loro per usi, costumi e metodi educativi: Buthan, Australia e Germania. Tale progetto prevede l’’insegnamento di una materia scolastica molto particolare: LA FELICITA’. La trovo un’’intuizione molto avanzata e lungimirante, ai limiti dell’’utopico.
Ma quando la nave fa acqua da tutte le parti è secondario continuare a mettere toppe ovunque e andrebbe cambiato mezzo di navigazione.

Certo che costruire un nuovo veliero pronto a salpare verso il mare aperto non è impresa facile e veloce! E poi più che di ‘minuzie amministrative’ qui stiamo parlando di strumenti da fornire a chi ha in mano il futuro della terra e della vita su questo pianeta. Troppo impegnativo? Troppo difficile? Troppo strano da attuarsi? Guardate il filmato e ditemi se non vi sentite già meglio:

Allora ne vale la pena? Che facciamo, vogliamo costruire un veliero meraviglioso per i nostri figli, alunni, nipoti? Certo è che la FELICITA’ la dobbiamo imparare tutti, insieme …magari a un campo scuola d’’estate …che bello sarebbe!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here