Community di Solaris
[ Home | Regole Forum | | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Counseling e Qualità della vita
 La Gioia della vita
 Gli esempi degli altri aiutano?
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 2

Jek
Moderatore

381

Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Roma


256 Messaggi

Inserito il - 03/03/2012 : 15:39:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Jek Invia a Jek un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leonardo ha scritto:
...ma sento - personalmente - molto difficile che mi pervenga un aiuto dal vedere il cambiamento positivo negli altri.


Leonardo, rispetto il tuo vissuto.
Per me non è mai stato così e quindi ho riportato il mio vissuto, le mie modalità che mi hanno aiutato, e molto....
Forse anche perchè negli altri non ho mai visto nemici, se poi si rivelavano tali era una situazione da affrontare al momento ma non l'ho mai considerata come situazione da prevenire e da cui quindi difendermi ancora prima del suo verificarsi.
E' vero il dolore non lo vorremmo mai nella nostra vita,
Il dolore è una multiforme e spigolosa esperienza dell'animo umano a cui primariamente rispondiamo con un secco e fragoroso " SI SALVI CHI PUOOOOOOOOOOO!!!"

ma è una realtà per tutti: tutto sta come affrontarlo e decidere cosa farne: se soccombere o usarlo per creare e vivere.

Con affetto il pensiero di un'AMICA

Jek

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 05/03/2012 : 11:01:55  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Jek ha scritto:
Leonardo, rispetto il tuo vissuto.

Anche io il tuo e i tuoi spunti sono molto preziosi.
Se ti fanno incavolare i miei appunti dimmelo eh ...


Forse anche perchè negli altri non ho mai visto nemici,.


In che senso? Forse c'è un fraintendiomento Jek. Io Dico che se a me mi dicono di fare una cosa perchè così la fanno gli altri dico che io mi incavolo. Con le dinamiche mie ci devo prendere confidenza e a nulla, purtroppo , mi serve sapere che una cosa per altri ha funzionato.
Ritengo questa una equazione non corretta per me.
Se così fosse allora non avremmo che da prendere questo metodo come leva per il nostro cambiamento positivo.
Io dico che non funziona perchè secondo me ognuno ha un vissuto specifico e se passa l'assunto che nel dolore si è nellassoluto allora non vedo propri in che modo posso cambiare se non attingendo nella mia specificità essitenziale.
Certo mi può essere di sollievo in qualche modo, ma è molto difficile se non sento empaticamente un collegamento forte con l'altro. Se l'altro mi dice solo di fare così o colà beh allora mi sento un pò inscatolato. Nel dolore io dico, "io sono io e tu non puoi capire".
Forse nel dolore mi sarebbe d'aiuto più un silenzioso consocente, amico o persona che mi siede accanto e attende paziente che io comprenda e decida di ascoltarlo...se ha qualcosa da raccontarmi.



ma è una realtà per tutti: tutto sta come affrontarlo e decidere cosa farne: se soccombere o usarlo per creare e vivere.


Questa la sento come una constatazione troppo sbrigativa per me.



Ciao cara, mi piace parlare con te ed entrare in questa spigolatura che parte da differenti esperienze nelle quali c'è un prezioso insegnamento ed è questo un mio obiettivo, apprendere partendo dal comprendere ed accogliere il punto di vista dell'altro in un esercizio continuo di sintonizzazione tra l'assoluto e l'accoglienza.
Grazie.




Leonardo
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 05/03/2012 : 11:20:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leonardo ha scritto:
Io Dico che se a me mi dicono di fare una cosa perchè così la fanno gli altri dico che io mi incavolo. Con le dinamiche mie ci devo prendere confidenza e a nulla, purtroppo , mi serve sapere che una cosa per altri ha funzionato.


E aggiungo che mi incavolo e pure parecchio con chi mi dice sta cosa.
Quello che mi arriva ogni volta è un secco "come sei non vai bene! DEVI fare così".
Cara mia devi vedere come mi avvampo.

Esperienza personale.
Io ho detto un sacco di volte all'altro cosa deve fare.
La verità - fredda e pungente - sotto sotto era che a me poi non interessava un bel niente dell'altro. Mi interessava solo che fosse come io volevo in quanto magari il suo vissuto mi comportava un angoscia. E a me interessava solo placare questa cosuccia.

Ad esempi in un racconto a mozzichi e bocconi come quello del nostro amico solose io - se fosse stato un mio conoscente intimo qualche tempo addietro - avrei insistito molto sul "devi fare così e colà" perchè la sua sofferenza era vissuta da me come una minaccia.

Esempio: Se un figlio va a casa e dice " voglio farmi prete" in primo momento ( nella nostra cultura) è molto probabile che venga su un sommovimento familiare.
Ed io penso che tutti diranno la loro per fargli cambiare idea.
Ma non perchè esista realmente un idea giusta ma perchè quella comunicazione va ad impattare in termini di angoscia personale e sociale in tante persone. Tutti cercheranno di aiutarlo ( come se avesse poi chiesto aiuto!!!) ma la verità è che gli interessa solo della loro angoscia interiore. Poi le cose magari cambiano ma all'inizio - ipotizzo - una notizia di questo tipo è una bomba atomica e l'altro va subito contenuto ed inpacchettato con un secco " così non va bene" e "così invece si".

Bye

Leonardo
Torna all'inizio della Pagina

Antonella
Moderatore

occhiolino


Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Roma


313 Messaggi

Inserito il - 05/03/2012 : 15:18:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Antonella Invia a Antonella un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leonardo ha scritto:

Jek ha scritto:
Tanto più che se abbiamo già verificato che cambiando schemi mentali, decidendo di amarci, le cose possono cambiare, anche se con fatica, vale la pena di tentare. Non vi pare?
E se finora non l'abbiamo fatto ma vediamo che altri l'hanno fatto con successo, vale la pena di imitarli e di rischiare. Non vi pare?
Tanto niente è peggio di come si sta.

Grazie Marco e Jek.

Jek, comprendo quello che scrivi ma sento - personalmente - molto difficile che mi pervenga un aiuto dal vedere il cambiamento positivo negli altri.
Vedi, io sono molto geloso del mio dolore. Non so se è lo stesso per tutti.
Questa gelosia è una sorta di affetto e di esclusività che si esprime con una visione assoluta di se e della vita.
Insomma per farla breve quando sono nel dolore sono nell'assoluto e se uno mi dice di fare come fanno gli altri beh....semplicemente aggiungo un nemico in più alla lista.
Non so se a voi capita lo stesso.

Da piccolo ricordo che mi portavano spesso i paragoni degli altri miei coetanei, ora perchè erano più ordinati, ora perchè erano più ubbidienti...insomma 2 palle!!( si puà dire penso).
A me queste cose non mi hanno mai aiutato, semmai mi hanno fatto ancor più sentire il mio essere contro tutti, e io quanto mi sono alimentato di quella immagine eroica del sofferente incompreso che prima o poi avrebbe avuto un riscatto di quelli che.....vabbè mi fermo qui perchè già risento l'acquolina in bocca.

Ma naturalment anche questo mio racconto è un mio assoluto.
Chissà se il nostro amico solose non se l'è data ( perchè te la sei data!!!) per un motivo similare o come reazione a quello che noi proponavamo.
Il dolore è una multiforme e spigolosa esperienza dell'animo umano a cui primariamente rispondiamo con un secco e fragoroso " SI SALVI CHI PUOOOOOOOOOOO!!!" ....penso.


Che fai come Solose adesso? Secondo me il dolore non è assoluto perchè ce l'hanno o ce l'hanno avuto tutti, chi più e chi meno! Se le parole generose o di sostegno e soprattutto l'esempio dei vissuti degli altri fanno incavolare è perchè proprio abbiamo deciso testardamente di vivere nel dolore. E' vero che qualsiasi cosa viene detta che va a sfiorare quel dolore può farci arrabbiare, ma la colpa (se di colpa si può parlare!) non è mica di chi cerca di aiutare, la colpa è del dolore e di chi o cosa ce l'ha causato! Se a volte parlo della mia esperienza non lo faccio per dire "si fa così oppure devi fare così" ma voglio semplicemente dire: "Io ho fatto così... può esserti utile?"

Antonella
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 05/03/2012 : 16:40:01  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Antonella ha scritto:
Che fai come Solose adesso?

anche questa cosa è un impacchetatmento. Le equazioni non valgono tra persone.
Io sono Leonardo e non solose.


Antonella ha scritto:
Secondo me il dolore non è assoluto.


Ah noo? Quindi anche secondo te basta che a uno che sta nel dolore gli dici "amati..io l'ho fatto e a funzionato" per dargli una dritta di quelle utili. Secondo me questa cosa non è l'acqua santa. Certo può essere una parola di conforto ma non penso possa attivare processi di cambiamento.


Antonella ha scritto:
ma la colpa (se di colpa si può parlare!) non è mica di chi cerca di aiutare, la colpa è del dolore e di chi o cosa ce l'ha causato! Se a volte parlo della mia esperienza non lo faccio per dire "si fa così oppure devi fare così" ma voglio semplicemente dire: "Io ho fatto così... può esserti utile?"


Nemmeno io voglio colpevolizzare.
Ma in qualche modo penso che se si vuole aiutare una persona - ammesso che abbia chiesto un aiuto - si debba essere molto più empatici che dispensatori di soluzioni finali,sacrosante buone e legittime ma frutto solo della nostra esperienza e non necessariamente valide anche per gli altri


Ciao cara

Leonardo

Modificato da - Leonardo in data 05/03/2012 16:40:38
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 05/03/2012 : 16:48:56  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Jek ha scritto:

Antonella scrive:
Se a volte parlo della mia esperienza non lo faccio per dire "si fa così oppure devi fare così" ma voglio semplicemente dire: "Io ho fatto così... può esserti utile?"


ed aggiungerei: "come me altri lo hanno fatto. Prendi in considerazione questa possibilità, non la rifiutare a priori"

Sai Leonardo, il tuo vissuto è molto distante dal mio.
Quando ti leggo apprendo cose che non mi hanno mai sfiorato la mente per cui faccio fatica anche se accetto e non mi permetto di giudicare.
Mi serve comunque da stimolo per imparare sempre più ad incontrare l'altro in genere e a capire che è solo avendo consapevolezza dell'altro, dei suoi mostri, che posso riuscirci.

Leonardo scrive:
Quello che mi arriva ogni volta è un secco "come sei non vai bene! DEVI fare così".


Non era proprio il mio pensiero e mi scuso se ti ho dato questa impressione.
Sei tu che ti giudichi inesorabilmente, io sentendo il dolore volevo solo allungare una mano amica raccontando la mia esperienza.



Jek, in nessuna cosa penso tu l'abbia con me, tranquilla.
E quando rispondo e faccio riflessioni come nel caso che hai quotato ho parlato di una mia esperienza.

Tu e Antonella piuttosto mi sembrate un pò

Mi dispiace ma su questo tema ho un punto di vista differente.






Leonardo
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 05/03/2012 : 17:02:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando

Quando ti leggo apprendo cose che non mi hanno mai sfiorato la mente per cui faccio fatica anche se accetto e non mi permetto di giudicare.
Mi serve comunque da stimolo per imparare sempre più ad incontrare l'altro in genere e a capire che è solo avendo consapevolezza dell'altro, dei suoi mostri, che posso riuscirci.


Si ma se l'altro apre il varco ai suoi mostri e noi non lo facciamo?
Non faccio riferimento alla situazione forum ma mi riferisco alle situazione della vita allorchè c'è una comunicazione profonda con qualcuno.
A me mi sembra che volendo solo dire "si può fare così" e non portando la propria specificità ed il proprio viaggi nella terra dei mostri l'altro possa legittimamente dire "e tu che ne sai?".
Il dire a qualcuno di Amarsi e volersi più bene è una summa che contiene dentro una esperienza profonda. Può essere una parola di conforto ma può anche irritare.





Leonardo
Torna all'inizio della Pagina

patty57
Membro attivo

duchessa


Regione: Lazio


205 Messaggi

Inserito il - 05/03/2012 : 19:36:09  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di patty57 Invia a patty57 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Argomento complesso:
dico la mia.
ho riflettuto e mi pare che chi dispensa suggerimenti e chi, malvolentieri, li "subisce" siano talvolta sullo stesso piano.... mi spiego...
Mi è capitato spesso di dispensare suggerimenti "mascherati" da timidi e benevoli suggerimenti ma sotto sotto volevano dire: fai come me che questa è la soluzione piu' giusta per te"... chi riceve (e spesso mi è altrettanto successo) si incavola perche' pensa che il proprio problema o il proprio dolore sia assolutamente unico e nulla e nessuno è in grado di dare aiuto..... presunzione, sento tanta presunzione.... pero' devo dire che alcune volte mi sono incavolata di alcuni suggerimenti che secondo me non andavano bene per me.... poi ho provato ed ho capito che mi era stato fatto un dono.... talvolta l'esperienza degli altri puo' consolare ed indicarci una possibile strada da seguire... Infondo è proprio cosi' che ho incontrato Solaris.... grazie all'esperienza che mi ha passato Ale...
Insomma vedere un cambiamento positivo negli altri non ci cambia automaticamente ma puo' dare speranza!
Vabbe'... ho detto il mio pensiero, ciao e baci a tutti
Torna all'inizio della Pagina

luana
Membro fidato

Rosa



650 Messaggi

Inserito il - 05/03/2012 : 23:39:49  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di luana Invia a luana un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
alla domanda gli esempi degli altri aiutano?
io penso di si, non tanto i suggerimenti, o i consigli dati direttamente, verso questi mi viene un movimento di rivolta clandestina interna......l'aiuto sta nell'essere un esempio, quello fatto di gesti, di modi di agire sostenuti da idee e valori! ci sono tante persone che neanche lo sanno perchè non l'ho mai detto a loro, che per me sono un esempio, mica sempre o in tutto quello che fanno!!!

Luana
Torna all'inizio della Pagina

solose
Nuovo membro



32 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 08:51:06  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solose Invia a solose un Messaggio Privato  Rispondi Quotando

Che fai come Solose adesso? Secondo me il dolore non è assoluto perchè ce l'hanno o ce l'hanno avuto tutti, chi più e chi meno! Se le parole generose o di sostegno e soprattutto l'esempio dei vissuti degli altri fanno incavolare è perchè proprio abbiamo deciso testardamente di vivere nel dolore. E' vero che qualsiasi cosa viene detta che va a sfiorare quel dolore può farci arrabbiare, ma la colpa (se di colpa si può parlare!) non è mica di chi cerca di aiutare, la colpa è del dolore e di chi o cosa ce l'ha causato! Se a volte parlo della mia esperienza non lo faccio per dire "si fa così oppure devi fare così" ma voglio semplicemente dire: "Io ho fatto così... può esserti utile?"


Come fa Solose?!?!
Come si è tanto bravi nel non imporre la propria esperienza agli altri bisognerebbe anche esserlo nel rispetto delle scelte di dolore e anche del vissuto di chi non è assiduo frequentatore del forum. Non ho chiesto ne compassione ne pietà, ho solo esposto un mio modo di sentirmi e prontamente pare si siano scatenati dei profeti...che nulla sanno delle origini e cause del dolore altrui. Questo mio post, senz'altro scatenerà ira e sdegno, ma resto convinto che molta gente da buoni consigli quando ha finito di dare cattivo esempio.
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 10:15:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ehhmmmm
vediamo. Abbiamo sino ad ora chi crede che valga dire io ho fatto così ( antonella e jek), abbiamo chi dice che l'esempio fatto di gesti è meglio ( luana) , abbiamo chi dice di aver avuto un aiuto dalla esperienza di un altro ( patty), abbiamo io che mi posiziono tra luana e patty e solose che dice in qualche modo che se i consigli non vengono chiesti è meglio astenersi dal darli....credo di aver inteso...ma se mi sbaglio mi corrigerete ( diceva il papa giovanni P una volta.


Leonardo
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 10:24:24  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
solose ha scritto:
Questo mio post, senz'altro scatenerà ira e sdegno


E se ci scappa mi auguro che sia una ulteriore fase di confronto. Che l'ira e lo sdegno non sono pure emozioni?
E pure la rabbia lo è. E se ben usata può essere anche una fonte di energia.
Mi ricordo che quando ero piccolo, ma anche grandicello, andavo spesso a fare lavori in campagna. Quando si faceva la legna per l'inverno i Grandi divevano che bisognava essere incavolati per spaccare i grossi tronchi. E ti dirò che funzionava. Io quando provavo a spaccare ed ero diciamo morbido mi rimbalzava sempre l'ascia e non scalfivo per niente quei grossi legni....anzi mi arrischiavo pure di farmi male.
Quando invece mi facevo venire la rabbia devi vedere che botte.

Complimenti per essere ancora qui. Mi fa piacere. Sento che ci metti tutto per capirci qualcosa in un momenti di burraasca. Questo è buono ed abbi fiducia. Forse le tue sono solo doglie e contrazioni quelle che stai sentendo, dico questo perchè io in questo perido ne sento altrettante e questo pensieri mi fa stare bene perchè se quelle - un tempo - hanno preannunciato la nascita forse allo stesso modo queste di oggi ci possono aprire il varco verso una - simbolica - nuova nascita. Verso quali valori beh...vediamo...siamo in pieno travaglio ed è c'è un pò di casino intorno no?
Non ti chiedo di vederela come me ma se ti torna utile usa le mie chiacchiere come meglio credi, e se senti una cosa nuova dentro di te è quella la voce da seguire.


Oggi apro una nuova discussione dove spero di ritrovarti.


Leonardo

Modificato da - Leonardo in data 06/03/2012 10:29:52
Torna all'inizio della Pagina

Antonella
Moderatore

occhiolino


Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Roma


313 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 14:24:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Antonella Invia a Antonella un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leonardo ha scritto:

Ehhmmmm
vediamo. Abbiamo sino ad ora chi crede che valga dire io ho fatto così ( antonella e jek), abbiamo chi dice che l'esempio fatto di gesti è meglio ( luana) , abbiamo chi dice di aver avuto un aiuto dalla esperienza di un altro ( patty), abbiamo io che mi posiziono tra luana e patty e solose che dice in qualche modo che se i consigli non vengono chiesti è meglio astenersi dal darli....credo di aver inteso...ma se mi sbaglio mi corrigerete ( diceva il papa giovanni P una volta.

Ti correggo eccome!
A me sembra che sia io che Jek, Luana e Patty siamo su una linea comune o perlomeno il pensiero di una arricchisce e completa quello delle altre, mentre invece tu sei all'opposizione, ma è un opposizione che ti sei fatto da solo, perchè poi alla fine, mi sembra, che quello che pensi tu non esclude ma completa quello che è stato detto dagli altri.

Mi piacerebbe che Solose ci raccontasse qualcosa di nuovo!

Antonella
Torna all'inizio della Pagina

solose
Nuovo membro



32 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 14:46:16  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solose Invia a solose un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A
Mi piacerebbe che Solose ci raccontasse qualcosa di nuovo!


c.v.d.
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 14:50:09  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Antonella ha scritto:

Leonardo ha scritto:

Ehhmmmm
vediamo. Abbiamo sino ad ora chi crede che valga dire io ho fatto così ( antonella e jek), abbiamo chi dice che l'esempio fatto di gesti è meglio ( luana) , abbiamo chi dice di aver avuto un aiuto dalla esperienza di un altro ( patty), abbiamo io che mi posiziono tra luana e patty e solose che dice in qualche modo che se i consigli non vengono chiesti è meglio astenersi dal darli....credo di aver inteso...ma se mi sbaglio mi corrigerete ( diceva il papa giovanni P una volta.

Ti correggo eccome!
A me sembra che sia io che Jek, Luana e Patty siamo su una linea comune o perlomeno il pensiero di una arricchisce e completa quello delle altre, mentre invece tu sei all'opposizione, ma è un opposizione che ti sei fatto da solo, perchè poi alla fine, mi sembra, che quello che pensi tu non esclude ma completa quello che è stato detto dagli altri.

Mi piacerebbe che Solose ci raccontasse qualcosa di nuovo!


Io penso che se secondo te è così io accolgo la tua idea anche se non la condivido. Ed in più faccio mio anche l'impegno a far si che tu possa sempre dire quello che vuoi anche se io la penso in modo differente.
Io affermo che per me tu sei un valore a prescindere dallo stare con la maggioranza o no.
Sei un valore anche mentre ti scrivo che sinceramente non ti capisco. Ma ci sta che a volte siamo ermetici e pretendiamo che l'altro abbia compreso tutto da qualche nostra parola che è una spremuta ipersintetica di un nostro universo di esperienze. E per me è un valore anche questo modo di comunicare in modo ermetico purchè si non si pensi che è "essere chiari". Io accolgo i modi ermetici perchè esprimono un emozione della persona....sia chiaro, che poi non mi tornano utili quello è un altra cosa.

Non lo è invece il dare per scontato che il nostro vissuto sia pienamente capito dall'altro se poi forse non lo abbiamo mai comunicato ne in modo simbolico ne esplicito.
No, qui sinceramente con capisco in che modo l'altro possa essere di aiuto.





Leonardo

Modificato da - Leonardo in data 06/03/2012 14:58:55
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 14:51:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
solose ha scritto:

A
Mi piacerebbe che Solose ci raccontasse qualcosa di nuovo!


c.v.d.


ehhhhhhhh

Leonardo
Torna all'inizio della Pagina

solose
Nuovo membro



32 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 15:22:34  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di solose Invia a solose un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leonardo ha scritto:

solose ha scritto:

A
Mi piacerebbe che Solose ci raccontasse qualcosa di nuovo!


c.v.d.


ehhhhhhhh



c.v.d. (come volevasi dimostrare) è una tipica espressione dei matematici/fisici ogni qual volta dimostrano l'esattezza dell'applicazione di un teorema…

Il fatto che qualcuno reputi che non abbia detto nulla di nuovo è perché probabilmente non riesce ad accettare che qualcun altro la pensi in modo diverso o faccia scelte diverse. (E’ solo un’ipotesi, visto che non esiste alcuna formula scientifica a supporto.)
In questi miei pochi interventi non mi sono mai permesso di criticare atteggiamenti o pensieri di altre persone solo perché divergenti dai miei…forse questo vuol dire niente di nuovo? Probabilmente …
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 15:38:50  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Posto quindi che comunicare non è facile ne per chi agisce e ne per chi riceve. Prima ancora che questa discussione possa esaurirsi mi piacerebbe poter estrapolare un senso.
Allora partendo dal mio vissuto e chiedendo a chi gli va di esprimere il suo vorrei fare un esercizio di sintesi e vedere com'è ed in che modo posso tendere ad un superamento.
Io me lo faccio spesso per tenermi allenato.

1-modalità reattiva (dato passionale) Essere contraddetto mi irrita fortemente -- E qui si esprime l'umano che vuole il potere.
2- Consapevolezza - Nelle dispute da dialogo sento la mia rigidità ed il mio essere nell'assoluto. Qui sento l'umano che accoglie la natura umana, appunto.
3- Sintesi - Accogliere l'altro non è facile e non mi colpevolizzo per questo. Accolgo le mie difficoltà, i miei limiti e quelli altrui. Io sono un valore per gli altri e gli altri lo sono per me. E se mi fa fatica allora ho prova che essa esprime una mia resistenza e quindi l'altro - che lo voglia o meno, mi è un prezioso aiuto per la mia crescita.




Leonardo
Torna all'inizio della Pagina

Leonardo
Moderatore

Leonardo

Città: Roma


1755 Messaggi

Inserito il - 06/03/2012 : 15:45:28  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Leonardo Invia a Leonardo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
solose ha scritto:
In questi miei pochi interventi non mi sono mai permesso di criticare atteggiamenti o pensieri di altre persone solo perché divergenti dai miei…forse questo vuol dire niente di nuovo? Probabilmente …


Partiamo dall'assunto che se magasri non l'abbiamo detto l'altro in qualche modo può averlo percepito. A livello puramente teorico ci può stare.
Io però ora invito a fare una sintesi per trovare un modo di uscire dall'empasse tra assoluti.

Daltronde se il mondo in 50 e passa anni non trova soluzioni per la risoluzione pacifica dei conflitti cosa ci fa pensare che vorremmo riuscirci noi?

Caro solose e tutti della community,
propongo una sintesi.
POi se ci va di battagliare di nuovo lo facciamo
Ma intanto portiamo a casa qualche risultato.
Io ho provaro a fare la mia. In parte ho dovuto buttare il cuore oltre la barricata e mi sento meglio.

Solosè matematico?
Mah. io so rimasto alle parentesi tonde...


Leonardo
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Community di Solaris © 2010 Solaris.it Torna all'inizio della Pagina
Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000